RS - CORSERA - Joey rassicura ma non cede: in ballo le deleghe e il futuro societario - 17 nov

Scritto da  Redazione 1000Cuori Nov 16, 2014

Sicuramente il loro rapporto, attualmente, non è dei più semplici, complicando il sonno di noi tifosi: urge una chiarificazione fra l'avvocato new yorkese e l'imprenditore di Montreal, per non peggiorare lo stato delle cose all'interno della società rossoblù. Il Desiderata di Saputo è semplice: vuole avere mano libera sulla gestione tecnico sportivo, tramite la competenza di Pantaleo Corvino, lasciando la gestione amministrativa a Fenucci e, quindi, a Tacopina. Sul nome dell'ex Ds viola si sarebbe scatenata una serie di veti incrociati, perchè il Presidente teneva molto alla conferma di Fusco e, di conseguenza, all'avocazione, a se stesso, della gestione della parte sportiva della società. E quando, negli ultimi giorni, i due sembravano avere trovato una condivisione sulla scelta gestionale, Tacopina non avrebbe messo la firma sul documento che avrebbe sancito il "chi fa cosa" societario, rimettendo tutto in discussione e facendo "alterare" il re del formaggio canadese. Il duo Saputo - Corvino rimane in attesa (soprattutto dopo la brutta vicenda fideiussoria) e gli scenari che si paventano potrebbero essere due: niente firma sul documento da parte del presidente, sancendo di fatto un "io ce la posso fare da solo", congelando di fatto la presenza al 25% di Saputo (perchè oltre il canadese non sarà intenzionato a mettere pecunia); oppure piena condivisione dei ruoli e allora il magnate nordamericano deciderà il da farsi, portando la decisione se continuare in compagnia o andare avanti da solo. Ed entro il 15 dicembre tutto questo sarà svelato.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:04