Livorno - Bologna 3 a 2: la cronaca del match - 1nov

Scritto da  Redazione 1000Cuori Nov 01, 2014

Che fosse una partita difficile era chiaro ancora prima di scendere sull'erba del Picchi, ma il Bologna era forte di una serie di risultati positivi (ben 7!); eppure il suo svolgimento ha avuto qualcosa di incredibile, soprattutto nel secondo tempo: il primo tempo non aveva dato segnali confortanti di gioco, se non per qualche buona giocata della "inedita e giovane" coppia di centrali Oikonomou e Ferrari. In finale di primo tempo il cartellino dei cambi annota un avvicendamento fra Acqufresca e Pasi. I fuochi di artificio iniziano nel secondo tempo: i labronici vanno  in svantaggio 0-1 in avvio di ripresa, con un pasticcio fra portiere e i due difensori che combinano un autogoal da "Mai dire Goal"; è Zuculini, da fuori area, decentrato sulla destra, che prova una conclusione insidiosa, ma non certo irresistibile, sulla quale Mazzoni si impapera e tocca la sfera, che continua la sua corsa verso la porta. La palla colpisce il palo interno e danza sulla linea bianca. Arriva Bernardini che prova a spazzare, ma il suo rinvio finisce addosso a Ceccherini. Il cuoio, beffardo, finisce in fondo alla rete. L'autorete vale lo 0 a 1. Il Livorno non ci sta e reagisce, raggiungendo il pari al 24':  cross dalla sinistra, Galabinov (subentrato al 63' in luogo del difensore Ceccherini)fa sponda per l'ex Vantaggiato, che da sotto misura scaraventa in rete. Il Livorno sembra avere più benzina, ma è del Bologna il punto del 2-1. E' il 29': lungo traversone proveniente dalla sinistra e Zuculini ha tutto il tempo per controllare, prendere la mira e superare Mazzoni con un destro imparabile. Sembrerebbe fatta ma al 38', una splendida rovesciata di Galabinov non dà scampo a Stojanovic (preferito a Coppola, in panchina). Il gol non viene però convalidato da Pairetti, che assegna un rigore per un fallo commesso prima della conclusione del bulgaro. Lo stesso Galabinov si mantiene freddo e trasforma il penalty: 2-2. Al 44' i padroni di casa, che avevano dimostrato più gamba e determinazione, chiudono il match: Biagianti crossa dalla destra, la nostra difesa schierata a "presepe" . Difesa emiliana mal posizionata, e, a porta sguarnita, Vantaggiato segna il suo settimo gol in campionato (per lui doppietta), permettendo agli amaranto di agganciare i rossoblù al secondo posto. E sabato prossimo scontro tra titani: Il Bologna affronterà la "capolista" Carpi al Dall'Ara, per il primato di questo campionato.

Marcatori: Ceccherini (L, autogol) 14' s.t.; Vantaggiato (L) 21' s.t.; Zuculini (B) 29' s.t.; Galabinov (L) 37' s.t., Vantaggiato (L) s.t.
Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:08