×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 54

RS – Rdc – Obiettivo numero uno: conquistare il Dall'Ara – 27 set

Scritto da  Set 27, 2014

La sfida contro la Ternana ha portato delle belle novità, tra cui quella che per la prima volta in stagione la banda di Lopez non ha subito goal. Nelle precedenti uscite stagionali infatti, i rossoblù hanno viaggiato alla media di 1,4 goal incassati a partita: 2 reti subite contro Aquila, Perugia, Pescara e Crotone e una subita contro l'Entella. Per un totale di 7 goal incassati in 5 partite.

 

D'altronde per riuscire a far diventare il Dall'Ara un fortino, bisogna avere una maggiore stabilità difensiva in modo da subire meno goal possibili. Inoltre è necessario ritrovare la via del goal anche in casa dove sono state segnate solo 2 reti (1 contro l'Aquila ed Entella, 0 con il Crotone), contro le 5 messe a segno in trasferta giocando in ripartenza e chiudendosi in difesa.

 

Per cercare di dare maggiore sicurezza e stabilità alla difesa, Lopez sembra intenzionato a schierare la stessa linea difensiva schierata a Terni: con Garics e Morleo sulle fasce, Maietta al centro affiancato per la prima volta da Oikonomu dal primo minuto. Il greco è stato bravo a cogliere l'opportunità che si è creata per l'infortunio di Paez, segnando pure il goal vittoria a Terni. Ma il segreto della solidità difensiva mostrata a Terni non è solo frutto della difesa, ma anche del ritorno a centrocampo di Casarini che con Buchel e Matuzalem hanno dato una grossa mano per interrompere le avanzate offensive della squadra di Tesser. Prezioso è stato anche il contributo di Troianiello e Laribi. Per questo motivo Lopez ha fatto capire, dopo la gara di Terni, di aver trovato gli uomini giusti per poter costruire qualcosa di importante.

 

Contro il Cittadella ci sarà comunque una minima rotazione per la stanchezza e per il fatto che sarà la terza gara nel giro di pochi giorni. Un vero esame di maturità per il Bologna che dovrà dimostrare che anche cambiando gli interpreti rimane sempre l'identità della squadra. Quello che può far ben sperare è che anche il Palermo l'anno scorso partì con 7 punti nelle prime cinque giornate con 5 goal al passivo. Numeri molto simili al Bologna di adesso. I tifosi si augurano che sia di buon auspicio.

 

Fonte: Resto del Carlino

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:20