RS - STADIO: Tacopina si allontana - 25 set

Scritto da  Set 25, 2014


Ieri sera era già a Roma, stamani prenderà un volo per New York e potrebbe non tornare. Joe Tacopina si allontana dal Bologna proprio nel giorno in cui doveva iniziare la nuova storia dei "rossoblù a stelle e strisce". Il milione di caparra? È stato versato. Le garanzie richieste dal CdA societario sono state esaudite? Proprio per niente. Per l'attuale proprietà, senza determinate garanzie peraltro sottoscritte dalle due parti appena una settimana fa, l'affare non solo non si fa, ma nemmeno può cominciare. 
Mancano i nomi degli investitori, di chi c'è dietro a Tacopina, di chi garantirebbe la presa della società nella fatidica data dell'8-10 ottobre, di chi provvederebbe poi alla vitale ricapitalizzazione di giugno 2015. Mancano i nomi dei "cinque partner very strong" che Tacopina aveva assicurato di avere alle spalle ma la cui identità non ha mai voluto svelare. Peccato che questo punto fosse un passaggio fondamentale nella trattativa, e che questo fosse stato richiesto dal CdA dell'attuale dirigenza e accettato proprio da Joe. Che invece si è presentato con Joey Saputo, ha fatto il giro della città incontrando anche il sindaco Merola ma, in buona sostanza, ha mantenuto il riserbo sull'identità degli investitori anche nei carteggi privati che gli avvocati delle due parti hanno studiato ieri. Riunione del consiglio di amministrazione, unanimità nel giudicare impossibile una trattativa "al buio". Guaraldi dichiara di voler continuare a parlare con Saputo, ma questi ha ammesso già da tempo di stare solo valutando un ingresso nel calcio italiano e comunque di non conoscere l'identità degli altri partner di cordata di Tacopina.
E così si arriva a ieri sera: Joe è a Roma, stamani prenderà un volo diretto per New York. Il "d-day" diventa, forse, il giorno dell'addio.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:21
Simone Cola

Scrive per 1000 Cuori Rossoblu dal 2013, è anche autore del blog "L'Uomo nel Pallone" in cui scrive di storie dei calcio