×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 59

RS-Corsera-Tacopina è pronto, ma aspetta le firme sull'accordo- 23 Sett

Scritto da  Set 23, 2014

Joe Tacopina, nel tardo pomeriggio di ieri, è tornato sotto le due torri accompagnato questa volta da Joey Saputo, uno dei finanziatori dell’operazione relativa al cambio di proprietà del Bologna calcio. I due italo-americani hanno già in programma, in città, una lunga serie di incontri ed appuntamenti istituzionali e non. Il primo si terrà alle 15,30 di oggi con il sindaco Virginio Merola e con l’assessore allo sport Luca Rizzo Nervo. Un revival per tutti tranne che per il patron dei Montreal Impact che colloquierà con il primo cittadino bolognese per la prima volta. La giornata più importante sarà però quella di mercoledì, come l’avvocato newyorkese sa bene: “ La due diligence va avanti da una settimana e speriamo di concludere l’accordo entro mercoledì. Il tutto andrà siglato con i legali di entrambe le parti, ma i soldi sono in Italia pronti per essere versati. Voglio aspettare la chiusura di questo lungo lavoro: ci sono quindici professionisti al lavoro da giorni a Casteldebole e stiamo procedendo molto velocemente per completare la nostra tabella di marcia. Sono molto emozionato di essere tornato qui e iniziare a fare ciò che voglio realizzare per il Bologna.”. Intanto, a poca distanza dall’hotel nel quale alloggiano Tacopina e Saputo, la cordata austro-romana anch’essa interessata a diventare proprietaria del club rossoblù muoveva i primi passi ufficiali nello studio del notaio Ferretti, esibendo il versamento necessario per accedere ai conti della Società. Il gruppo, capitanato da Stefano Bruni, respinto nella giornata di venerdì poiché i bilanci erano al vaglio dello staff di Joe Tacopina, hanno mostrato al notaio una evidenza fondi avvenuta di 5,4 milioni di euro e oggi dovrebbero inviare una lettera aperta ai media, nella quale spiegheranno nel dettaglio il loro progetto. Una lettera nel frattempo è già arrivata ed è quella, firmata da solo tre associazioni ma condivisa anche da Futuro Rossoblù, nella quale i soci-tifosi, criticando l’operato dell’attuale gestione chiedono a Guaraldi di passare la mano.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:22