×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 59

RS-Rdc- Il giorno di Tacopina- 15 Sett

Scritto da  Set 15, 2014

Oggi è il giorno di Tacopina. Non ci sarà subito il cambio di mano, ma si saprà se entro metà ottobre sarà tempo di annunci. L’avvocato newyorkese alle ore 15,30 nello studio dell’avvocato Grassani incontrerà Guaraldi, a sua volta accompagnato da Serafini e Romani, due membri del consiglio di amministrazione chiamati poi a fare una relazione sulla trattativa agli altri soci, nella riunione straordinaria convocata appositamente per l’occasione, questa sera. L’offerta dell’aspirante subentrante per entrare in possesso di tutto o della larga parte del pacchetto azionario è di 5 milioni per Bologna 2010, la finanziaria indebitata e sulla quale grava la scomoda gestione dell’hotel di Carloforte, lasciato in eredità nel 2011 da Sergio Porcedda. Ma la proposta potrebbe salire fino a circa 12 milioni. Per quanto riguarda l’investimento diretto nel club, utile a togliere quel respiro cortissimo con cui il Bologna sta convivendo da diverso tempo, Tacopina si invece è detto pronto a mettere sul tavolo 22 milioni, che potrebbero diventare di più se la risposta dei bolognesi ai suoi primi mesi di presidenza sarà positiva. Prima di cercare il gradimento dei tifosi Tacopina dovrà però preoccuparsi di quello dei soci, a cui prevede di restituire il 60% del denaro investito al loro insediamento. La maggior parte degli azionisti sarebbe contenta di uscire di scena senza ulteriori danni mentre un dubbio sorge su Zanetti, il quale potrebbe voler mantenere le sue azioni, ostacolando così l’idea del legale a stelle e strisce di rastrellare tutte le quote ad eccezione di quelle delle Associazioni. A metà settimana comunque Tacopina farà rientro a New York, ma se tutto andrà bene tornerà a Bologna tra una decina di giorni assieme a due esperti in acquisizioni societarie, pronto al passaggio di consegne.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:24