Welcome to www.1000cuorirossoblu.it   Click to listen highlighted text! Welcome to www.1000cuorirossoblu.it Powered By GSpeech
Radio Casteldebole - I CONVOCATI - 21 Ott.

Radio Casteldebole - I CONVOCATI - 21 Ott.

Oggi pomeriggio dopo la consueta conferenza...

Radio Casteldebole - Conferenza stampa Lopez - 21 Nov

Radio Casteldebole - Conferenza stampa Lopez - 21 Nov

Alla vigilia della partita contro la Spezia...

Radio Casteldebole - Lo storify della presentazione di Fenucci - 21 nov

Radio Casteldebole - Lo storify della presentazione di Fenucci - 21 nov

Per chi si fosse persa la presentazione di...

L'altro Spogliatoio: Lo Spezia di Volpi - 21 nov

L'altro Spogliatoio: Lo Spezia di Volpi - 21 nov

    Continua il nostro viaggio fra le...

Radio Casteldebole - Presentazione  Claudio Fenucci - 20 nov

Radio Casteldebole - Presentazione Claudio Fenucci - 20 nov

Oggi pomeriggio, alla terrazza Bernardini dello...

Spezia-Bologna a Chiffi - 20 Nov

Spezia-Bologna a Chiffi - 20 Nov

Spezia-Bologna valida per la quindicesima...

Virtus: Allan Ray - Fa male perdere cosi'. - 20 Nov

Virtus: Allan Ray - Fa male perdere cosi'. - 20 Nov

Arrivano le parole del Capitano della Virtus...

Forse non tutti sanno che... - 20 nov

Forse non tutti sanno che... - 20 nov

...il più grande calciatore albanese di tutti i...

Radio Casteldebole - Si rivede Garics. Terapie per Buchel e Paramatti - 19 Nov

Radio Casteldebole - Si rivede Garics. Terapie per Buchel e Paramatti - 19 Nov

Durante la mattinata, verso le 10,30 Ferdinando...

Bentornato Presidente

Bentornato Presidente "Onorario" - 19 Nov

Non c'entra niente con il film di Claudio Bisio...

Domani la presentazione di Fenucci in Terrazza Bernardini - 19 Nov

Domani la presentazione di Fenucci in Terrazza Bernardini - 19 Nov

Sarà presentato domani alle ore 16 presso la...

 Noi per Sergio: una serata a Villa Cicogna - 18 nov

Noi per Sergio: una serata a Villa Cicogna - 18 nov

Se dopo avere letto queste poche e dissennate...

La favola di Acerbi: dalla malattia all’esordio con l’Italia – 18 Nov

La favola di Acerbi: dalla malattia all’esordio con l’Italia – 18 Nov

L’Italia batte l’Albania grazie ad un autogoal...

Non sei identificato sul sito.










Sponsor Tecnico

Login

Effettua il Login

Ciao, benvenuto!

Chat!


Soltanto gli utenti registrati possono inviare messaggi, Registrati o Login
 

Classifica Serie B offerta da www.Livescore.it

Instagram 1000 Cuori

Amici di 1000 Cuori

 

Rassegna Stampa

RS - CORSERA: Fenucci, il centro del progetto - 21 nov

RS - CORSERA: Fenucci, il centro del progetto - 21 nov

"Fenucci sarà la pietra angolare del nostro progetto. I risultati...

RS - STADIO: A La Spezia ci vorrà un gran Bologna - 21 nov

RS - STADIO: A La Spezia ci vorrà un gran Bologna - 21 nov

Il recupero della concentrazione da parte dei difensori, onde...

RS - STADIO: Gilardino obbiettivo rossoblù? - 21 nov

RS - STADIO: Gilardino obbiettivo rossoblù? - 21 nov

Il titolo è forte, in prima pagina: "Bologna, Gila può tornare"....

RS – Rdc – Bessa al posto di Buchel, ballottaggio Oikonomou-Ferrari in difesa – 21 nov

RS – Rdc – Bessa al posto di Buchel, ballottaggio Oikonomou-Ferrari in difesa – 21 nov

Ancora poche ore e si ritornerà in campo. Il Bologna è chiamato a...

RS – Rdc – Laribi cerca la “rivincita” contro Catellani -21 nov

RS – Rdc – Laribi cerca la “rivincita” contro Catellani -21 nov

Karim Laribi non è poi così lontano a diventare quel calciatore che...

RS - RdC: Bologna, sette partite per la verità - 20 nov

RS - RdC: Bologna, sette partite per la verità - 20 nov

Lo Spezia sabato in trasferta. Poi il Bari, in crisi ma con una...

RS - STADIO: Lopez deve puntellare la panchina - 20 nov

RS - STADIO: Lopez deve puntellare la panchina - 20 nov

"Partito in sordina, ripresosi (quasi) subito, l'allenatore...

RS - STADIO: Chi è Claudio Fenucci - 20 nov

RS - STADIO: Chi è Claudio Fenucci - 20 nov

In un appassionato articolo in edicola oggi su "Stadio", Giorgio...

RS - STADIO: Oggi è il Fenucci-day - 20 nov

RS - STADIO: Oggi è il Fenucci-day - 20 nov

In procinto di esserlo da quasi due mesi, da oggi Claudio Fenucci...

RS – Rdc – Prevista per oggi la nomina di Fenucci come nuovo ad – 20 nov

RS – Rdc – Prevista per oggi la nomina di Fenucci come nuovo ad – 20 nov

Il nuovo Bologna è pronto per partire. Uno degli ultimi tasselli...

 

In evidenza



 

Il risultato delle partite è offerto da Livescore.it


Novità Sito & Eventi 1000 Cuori

Oggi, sabato 15 Novembre,  alle 18, immancabile sugli 87.7 e 87.9 di Radio Sportiva (già Punto Radio), andrà in onda "AL RITMO DEL GOAL". In streaming su www.1000cuorirossoblu.it e sul canale 196 del Digitale Terrestre di PuntoRadioTv.

Dallo studio, una nutrita pattuglia della Redazione che ricorderà la nostra compagna di Redazione Tilde scomparsa di recente e ci condurrà in un interessante prepartita di Bologna - Brescia: Fede Molinari, Andrea Bonomo e Thomas Avallone vi proporranno alcuni temi legati al campo, ma anche alle vicende societarie e alle loro evoluzioni di queste ultime ore.  Inoltre ci collegheremo telefonicamente  con Emilio Buttaro e Ugo Mencherini, per parlare con loro di vicende rossoblù e della Nazionale. Regia impeccabile di Simone Zanetti e Ale Barbieri. Non mancate.

Il turno di campionato appena concluso non ha regalato grosse sorprese, ma molte conferme sul  momento di forma delle squadre. Prendiamo ad esempio il Parma: la vittoria contro l’Inter aveva illuso un po’ tutti, ma la realtà è che quest’anno i ducali sono in grossa difficoltà. La squadra di Donadoni è sempre più ultima in classifica e non da segni di miglioramento, anzi… Da dimenticare la partita di ieri contro la Juventus, in cui la porta di Mirante è stata bucata per ben sette volte, una cosa che a Torino non accadeva da 31 anni. I bianconeri sono stati padroni del campo per tutti i 90 minuti e a parte una conclusione di Josè Mauri nel primo tempo, deviata da Buffon, non hanno subito alcun pericolo. Ciò che è disarmante per il Parma è la facilità con cui hanno preso 7 goal: la difesa era praticamente inesistente e non opponeva resistenza, tanto che Tevez è partito da metà campo, ha scartato tre avversari e si presentato davanti a Mirante con estrema facilità. Certo segnare un goal così non è mai semplice, l’attaccante argentino ha dimostrato tutta la sua classe e nessuno gli toglie il merito di aver segnato una rete fantastica, ma con un’altra difesa, forse, sarebbe stato leggermente più difficile. Allegri, al contrario di Donadoni, può essere molto soddisfatto della prestazione della sua squadra che sta dimostrando di potersi adattare al meglio anche al 4-3-1-2. Ieri hanno segnato un po’ tutti, soprattutto gli attaccanti: doppiette per Llorente, Tevez e Morata. Non poteva esserci partita migliore prima della sosta per la Nazionale. La Roma non molla la presa e conquista altre 3 punti contro un Torino ancora stordito dal 2-0 subito in Finlandia dall’Helsinki. Tutto facile per i giallorossi che trovano subito il goal con Torosidis, mettendo la partita sui dei binari favorevoli. Gli uomini di Ventura non si rendono quasi mai pericolosi dalle parti di De Sanctis, l’unico a provarci è Quagliarella ma la sua conclusione viene deviata in calcio d’angolo dal portiere ex Napoli. Il 2-0 lo timbra Keita, al suo primo goal con la maglia della Roma, mentre la rete del 3-0 è opera di Lljaic che con un tiro a giro supera Gillet. La lotta scudetto rimane apertissima, ma la sensazione è che non sarà solo una lotta a due perché in corsa potrebbe rientrare anche il Napoli.

Gli uomini di Benitez, infatti, sembrano aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori. Dopo un inizio di campionato davvero disastroso, la squadra ora sta inanellando una serie di risultati positivi che l’hanno portata al terzo posto in classifica staccata di soli 3 punti dalla Roma. Dopo la vittoria contro i giallorossi di una settimana fa, il Napoli si è ripetuto al Franchi contro la Fiorentina.  I partenopei hanno creato una gran quantità di occasioni da goal ma Neto è stato bravo a dire di “no” in molte circostanze. Nulla ha potuto fare invece sul tiro di Higuain ben servito da Maggio. Con questo ko la squadra di Montella sprofonda nella parte destra della classifica, un undicesimo posto che chiarisce bene tutte le difficoltà di una Fiorentina che dopo la pausa potrà, quantomeno, contare nuovamente su un Mario Gomez finalmente recuperato al 100%.

Decisamente meglio ha fatto la Sampdoria che al Ferraris ha rimediato un pareggio solo a causa dell'ingenuità di Mesbah che ha regalato il rigore al Milan proprio quando i blucerchiati erano in pieno controllo del match. La squadra di Inzaghi, al di là dello splendido gol in apertura di Stephan El Shaarawy, ha messo in mostra tanta confusione ed è stata tatticamente sovrastato dai padroni di casa che, al contrario, giocano bene e divertono.

Male anche l'altra squadra di Milano, uscita nuovamente da San Siro tra i fischi dei tifosi. Contro l'Hellas Verona, l'Inter ha conquistato un solo punto e si allontana ulteriormente dalla terza posizione. Nel mirino dei tifosi c'è soprattutto Walter Mazzarri, allenatore che sembra restare al suo posto più per un contratto da 3.3 milioni netti fino al 2016 che per reale convinzione della società.

Tra gli altro risultati di giornata da segnalare la prima vittoria del Chievo Verona di Rolando Maran nello scontro salvezza contro il Cesena grazie a un infinito Sergio Pellissier. Pareggio senza reti e senza emozioni sabato pomeriggio tra Sassuolo e Atalanta al Mapei Stadium, mentre Cagliari-Genoa e Palermo-Udinese si sono entrambe concluse 1-1.

Oggi, sabato 8 Novembre,  alle 18, sugli 87.7 e 87.9 di Radio Sportiva (già Punto Radio), andrà in onda "AL RITMO DEL GOAL". In streaming su www.1000cuorirossoblu.it e sul canale 196 del Digitale Terrestre di PuntoRadioTv.

Dallo studio, insieme alla Redazione, ci collegheremo con lo Stadio Dall'Ara e con Federica Molinari, per le news del dopo partita (conferenze stampa).  Inoltre ci collegheremo telefonicamente  con Lorenzo Castagnetti, architetto dello Studio Brenso e tifoso rossoblù,  con cui ragioneremo sulla squadra,società e sulle possibili evoluzioni della ristrutturazione dello Stadio Dall'Ara. Ovviamente spazio a tutti i vostri sms per commentare il dopo Bologna - Carpi.

Milano piange. Ancora una volta Milan ed Inter sono accomunate da uno stesso destino: entrambe sconfitte da due squadre che occupano gli ultimi posti della classifica di Serie A. Rispettivamente Palermo e Parma. Decidere quale delle due sconfitte sia più grave diventata difficile: quella del Milan che perde in casa per 2-0 con il Palermo o quella dell'Inter che soccombe, sempre per 2-0, al Tardini di Parma contro l'ultima in classifica? Decidete voi. Il dato ancora più allarmante, soprattutto per l'Inter, è la totale assenza di gioco. Ne abbiamo già parlato ampiamente nelle scorse giornate, ma quando una squadra fa la miseria di un tiro in porta, non può pretendere di vincere una partita. Moratti se ne era accorto già qualche settimana fa e fosse stato per lui, forse, sulla panchina nerazzurra in questo momento sedeva già un altro allenatore. Ma anche la pazienza di Thohir non è illimitata e se i risultati continueranno ad essere questi, difficilmente Mazzarri potrà essere ancora allenatore dell'Inter. Discorso leggermente diverso per il Milan. Dopo una serie di risultati positivi, è arrivato il secondo stop in questo campionato. Un'abbozza di gioco qua c'è, ma forse a mancare ora sono gli interpreti. Dov'è finito il Menez di inizio stagione? E i goal di Honda? Per non parlare di Torres. Se poi ci aggiungiamo che ogni tanto la difesa compie errori madornali (fatto che negli ultimi anni è sempre più frequente), come quello di Zapata, la strada per la vittoria diventa sempre più dura. San Siro piange e fischia, in attesa di tempi migliori.

La Juventus torna in vetta. A dire la verità non l'ha mai abbandonata, ma ora la Roma è di nuovo alle spalle. Massimiliano Allegri ci sperava per avere un'iniezione di fiducia in vista della Champions. Ma il primo posto solitario è solo una delle poche note positive che la Juventus può trarre dalla serata di Empoli. I 3 punti sono arrivati ma con più fatica del dovuto. La squadra di Sarri era ben messa in campo e i bianconeri non riuscivano a creare occasioni da goal. A sbloccare il match, infatti, ci ha pensato Pirlo con una punizione nel secondo tempo. Ecco un'altra nota positiva: la buona prestazione del regista bresciano, che piano piano sembra acquisire una condizione fisica ottimale. Il goal del raddoppio lo ha messo a segno Morata, dimostrando di essere l'attaccante più in forma che ha in questo momento Allegri. La prestazione di tutta la squadra non è stata delle migliori ma grazie alle giocate dei singoli è arrivata la vittoria. La Juventus è tornata in vetta anche grazie al Napoli. La squadra di Benitez, infatti, ha provato ad agganciare forse l'ultimo treno disponibile per rientrare nella corsa scudetto battendo la Roma. I partenopei sono partiti subito forte e dopo 3 minuti hanno trovato il goal del vantaggio con una splendida rete di Gonzalo Higuain. Da lì in poi, però, il Napoli non ha smesso di attaccare e ha cercato più volte il raddoppio. La Roma sembrava quasi impaurita dalle avanzate degli azzurri ed era incapace di reagire. La testa forse era già alla sfida con il Bayern Monaco di domani sera. A Napoli cominciano a crederci, in fondo i giallorossi ora distano solo 4 punti, ma bisogna avere continuità di risultati anche con le “piccole”.

 

Occhio Roma, la Lazio si avvicina! I biancocelesti di Pioli sono tra le squadre rivelazione di questo campionato. L'allenatore ex Bologna è riuscito a dare un'idea di gioco alla squadra, sfruttando le caratteristiche dei giocatori che la società gli ha messo a disposizione. Ora sognare il terzo posto, che vorrebbe dire Champions League, non è più impossibile. Grazie alla vittoria ottenuta ieri sera contro il Cagliari di Zeman per 4-2, la Lazio è salita a quota 19 punti e al momento il terzo posto sarebbe suo. La strada, però, è ancora lunga ed attenzione alla Sampdoria. I blucerchiati, infatti, sono un'altra piacevole rivelazione di questa stagione. Dopo la sconfitta immeritata subita a San Siro contro l'Inter, gli uomini di Mihajlovic hanno subito rialzato la testa vincendo per 3-1 contro la Fiorentina. Tornare in Europa a due anni dalla retrocessione in Serie b, sarebbe un grande traguardo per una piazza che merita questi palcoscenici. Un plauso particolare va al tecnico serbo, che sta facendo giocare la Doria con un calcio semplice ed efficiente. E chissà che l'anno prossimo proprio Mihajlovic non possa tornare all'Inter.. ma questa è un'altra storia.

 

Dopo la vittoria ottenuta contro la Juventus, il Genoa si conferma in un ottimo momento di forma battendo anche l'Udinese in trasferta. Anche Gasperini sente odore di Europa. Pareggio a reti bianche invece tra Torino e Atalanta, un punto che accontenta entrambe le squadre. Stesso punteggio anche tra Chievo e Sassuolo: primo punto della gestione Maran per i gialloblù. 1-1 invece tra Cesena ed Hellas Verona.  

Oggi, sabato 1 Novembre,  alle 18, sugli 87.7 e 87.9 di Radio Sportiva (già Punto Radio), andrà in onda "AL RITMO DEL GOAL". In streaming su www.1000cuorirossoblu.it e sul canale 196 del Digitale Terrestre di PuntoRadioTv.

In studio, insieme alla Redazione, Thomas Avallone e Paolo Panzacchi con cui ragioneremo della partita del Bologna e del campionato di Serie B. Inoltre diretta telefonica con Emilio Buttaro, giornalista e opinionista del Messaggero, con cui ragioneremo sulla società e sulle sue possibili evoluzioni. Ovviamente spazio a tutti i vostri sms per commentare il dopo Livorno-Bologna.

Annullato lo scontro diretto tra Juventus e Roma. No, non sono pazzo, la partita disputata lo scorso 5 ottobre allo Juventus Stadium è valida, ma i tre punti ottenuti in quel match dai bianconeri sono stati praticamente azzerati dai tre punti che la banda di Allegri ha perso contro il Genoa. Dopo sette vittorie e un pareggio, la Juventus subisce la prima sconfitta in campionato, la terza nell'ultimo mese contando anche la Champions League. Numeri preoccupanti per i bianconeri che sembrano aver perso quella fame di vittorie che gli ha permesso di vincere gli ultimi tre scudetti. La sconfitta di mercoledì sera contro il Genoa ha il sapore di beffa, in quanto arrivata nell'ultimo minuto di recupero quando ormai il pareggio sembrava in cassaforte. Invece ecco sbucare Antonini, l'angelo del fango, che con un tocco “sporco” infila la palla in rete, con tanti saluti ad Allegri che al Milan non lo faceva quasi mai giocare. Nel frattempo a Roma, la banda di Rudi Garcia rifila un 2-0 al Cesena in una partita in cui lo spettacolo ha lasciato spazio alla concretezza. 3 punti preziosi che sono diventati d'oro quando tutto l'Olimpico si è accorto che il tabellone segnava Genoa 1 Juventus 0. La lotta scudetto è più che mai aperta, la Roma ci crede, la Juve deve ritrovare la fame.

 

 

Al terzo posto in classifica troviamo il Milan. I rossoneri nonostante siano usciti dal Sant'Elia di Cagliari con un solo punto, mantengono quella posizione che gli consentirebbe di disputare i preliminari di Champions League. Da Zeman ed Inzaghi ci aspettavamo qualche goal in più, invece la paura ha fatto da padrona e ne è uscito fuori un 1-1. Forse però non è stata solo la paura ad impedirci di vedere un'altalena di goal, ma un problema che nelle ultime giornate sta emergendo nel nuovo Milan di Pippo: l'attacco rimane a secco. Menez, Torres, Pazzini, chi più ne ha più metta... non riescono più a trovare la via del goal. La rete del pareggio, infatti, è arrivata da un tiro-cross di Bonaventura che si è infilato sotto il sette. Con un allenatore come Inzaghi non sarà difficile ritrovare il fiuto del goal, ma per il bene del Milan è meglio che questo accada il prima possibile. Entrando in casa dei cugini, la prima cosa che sentiamo è una bordata di fischi. L'inter vince, ma San Siro fischia. Mazzarri si chiede perchè. La risposta sta nella partita: i neroazzurri vincono ancora per 1-0 contro la Sampdoria grazie ad un rigore trasformato da Icardi, ma il gioco dov'è? Certo, se Palacio avesse trasformato le due nitide occasioni che ha avuto, magari staremmo parlando di un'altra partita, ma sarebbe un'altra partita ancora se Handanovic non avesse compiuto un paio di interventi salva risultato. La Sampdoria torna a casa con una sconfitta, la prima in questo campionato, ma da San Siro non esce per nulla ridimensionata. Mazzarri invece esce con una bordata di fischi.

 

 

Il Napoli continua il suo campionato senza infamia e senza lodi. A Bergamo contro l'Atalanta è arrivato un altro pareggio che serve a poco ai fini della classifica. Questa volta però la distanza dalla vittoria era davvero breve: 11 metri, un rigore. Dal dischetto si è presentato Higuain. Il pipita ha già segnato il goal del pareggio, ma ha l'opportunità di scacciare definitivamente la crisi del Napoli su calcio di rigore. Sportiello però gli nega il goal e gli azzurri continuano a rimanere nel limbo, tra la gloria e la disgrazia. Nell'Atalanta si è sbloccato German Denis e c'era da aspettarselo, perchè il “Tanke” quando vede il Napoli segna sempre. Benitez sperava che almeno per quest'anno non accadesse e invece... dopo cinque mesi il numero 9 neroazzurro è tornato al goal proprio contro i partenopei.

 

Frena anche la Lazio che dopo 4 vittorie consecutive non va oltre l'1-1 a Verona contro l'Hellas. La squadra di Pioli è passata in vantaggio con Lulic, approfittando di una svirgolata di Moras. Nella ripresa però Cavanda, già ammonito, stende Campanharo in area: rigore ed espulsione. Toni segna e fissa il risultato sul pareggio. I biancocelesti possono essere soddisfatti comunque della prestazione che fino al rigore è stata molto buona. La mano di Pioli si vede e quest'anno la Lazio si potrà togliere tante soddisfazioni. 3 punti fondamentali, in chiave salvezza, per Sassuolo e Palermo che battono rispettivamente Empoli e Chievo. Ancora una sconfitta per il Parma, che cade in casa del Torino per 1-0. Risale la classifica la Fiorentina che travolge 3-0 l'Udinese con doppietta del giovane Babacar. Domani si torna in campo, buon campionato a tutti.  

 

Piazzetta 1000 Cuori

Il libro di Fabio Campisi presentato anche al Caffè Biavati - 20 Nov

Il libro di Fabio Campisi presentato anche al Caffè Biavati - 20 Nov

Dopo la presentazione di lunedi all'Ascom, il libro di Fabio...

Forse non tutti sanno che... - 20 nov

Forse non tutti sanno che... - 20 nov

...il più grande calciatore albanese di tutti i tempi è...

Tutto Calcio che Cola #33: Il calcio ricordi i suoi morti (3^ parte) - 18 nov

Tutto Calcio che Cola #33: Il calcio ricordi i suoi morti (3^ parte) - 18 nov

Nel mese di Novembre, dove si usa ricordare i morti, vorrei...

Ecco i video sportivi usciti oggi - 17 Nov

Ecco i video sportivi usciti oggi - 17 Nov

  Occhi puntati sulle partite internazionali, con amichevoli e...

Fabio Campisi presenta: Amedeo Biavati, il mito del doppio passo - 17 Nov

Fabio Campisi presenta: Amedeo Biavati, il mito del doppio passo - 17 Nov

Quando si pensa a un giocatore che è stato un innovatore nel mondo...

B16 WARRIORS BOLOGNA  14 – PANTHERS PARMA 40 – 16 OTT.

B16 WARRIORS BOLOGNA 14 – PANTHERS PARMA 40 – 16 OTT.

Questa volta i giovani Warriors devono arrendersi e incappano nella...

 Warriors- Tacopina e il Football Americano –  16 Ott

Warriors- Tacopina e il Football Americano – 16 Ott

Venerdì scorso 14 novembre i più alti esponenti dei Warriors...

Saturday Night Fever - 15 Nov

Saturday Night Fever - 15 Nov

Dopo esserci fermati venerdì per ricordare la nostra Tilde, oggi...

Al Ritmo del Goal , alle  18, PER RICORDARE TILDE!!! - 15 nov

Al Ritmo del Goal , alle 18, PER RICORDARE TILDE!!! - 15 nov

Oggi, sabato 15 Novembre,  alle 18, immancabile sugli 87.7 e 87.9...

Cerca

Chi siamo

Orario al Dall'Ara

In Edicola



Chi è Online

Abbiamo 113 visitatori e nessun utente online

Shinystat

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech