Il Paladozza spinge la Fortitudo: Treviso battuta 83-70

Scritto da  Nov 07, 2021

 

7 novembre 2020, Treviso sbanca la Unipol Arena con 16 punti dell'ex Chillo (uno dei due in campo oggi, insieme all'altro ex fortitudino Sims). Un anno esatto dopo, cambia il teatro, il Pala Dozza, ma sono ancora di fronte Fortitudo e Treviso, e se per i trevigiani il momento è positivo (4 vittorie consecutive compresa l'Eurocup), per la Fortitudo non c'è altro risultato possibile che la vittoria. A disposizione di Martino torna Toté, mentre Fantinelli è ancora ai box. L'intesa Durham-Groselle si spera possa premiare la Effe, che all'infuori della vittoria con Pesaro ha perso tutte le altre sfide in campionato.

E l'inizio è promettente: parziale di 7-0 firmato proprio dal tandem Durham-Groselle: 4 punti del secondo e tripla del primo. Treviso è stordita soprattutto da un Pala Dozza che rispolvera la Fossa dei Leoni dopo un anno e otto mesi di silenzio, e incassa l'11-4 a metà quarto con i soli Russell e Dimsa a tabellino. Sensazionale la stoppata fortitudina di Ashley su erroraccio di Aradori che lancia Sokolowski, mentre poco dopo è proprio Chillo con una tripla ad accorciare a -4. La Fortitudo del primo quarto è però straripante: si iscrivono al tabellino anche Procida e Baldasso, quest'ultimo con due triple che mandano addirittura la Fortitudo a +15, costringendo Menetti a due time-out in breve tempo. Il primo quarto termina con la tripla di Gudmunsson, che porta a +13 i padroni di casa.

L'autorevolezza dei padroni di casa è tangibile anche nel secondo periodo nonostante Treviso scenda sulla terra rispetto al primo quarto e vada a insidiare il canestro avversario. Benzing e Ashley salgono a 6 punti personali, mentre da parte opposta sono Bortolani (7 personali) e Sims a tener su la baracca. Quest'ultimo in particolare sale a 8 punti personali e mette scompiglio prendendo falli e rimbalzi difensivi sino a ricucire la partita con il canestro del 32-29 a metà quarto. A far respirare i suoi, ci pensa ancora Benzing, con la tripla del +7. Ma è il solito Sims a tenere in scia i suoi salendo in doppia cifra (14 punti personali) nonostante un rapporto coi minuti giocati, nove, inferiore. All'intervallo, dopo la terza tripla su 6 tentativi di Benzing (12 punti per lui), si va a riposo sul 44-37.

L'apertura del secondo tempo è una partita nella partita tra Sims e Benzing: il trevigiano sale a 18 personali essendo di fatto l'unico a trascinare i suoi, Benzing mette la tripla del 51-43. Ma non è finita: lo statunitense sale a 22 punti personali (e 7 rimbalzi) tenendo in scia i suoi. La Fortitudo recupera difensivamente ma non concretizza le ripartenze, e il match cade in una fase di stanca. La contesa si rivitalizza con il rientrante Toté che allunga per i suoi e i 4 punti di Akele che mandano a -2 Treviso prima della tripla di Baldasso per il +5. Treviso resta in scia pur non riuscendo mai ad andare davanti nel punteggio sin da inizio partita, ma con la tripla di Imbrò si riporta a -1, minimo svantaggio del match. A metà quarto però risale in cattedra Baldasso: due triple che infiammano il palazzo per il 66-60. Lo strappo decisivo per il periodo lo danno Aradori e Ashley, con il 4-0 che a due dal termine porta la fortitudo a +13. Aradori nella seconda parte è un altro giocatore rispetto all'avvio, e va in doppia cifra così come già sono saliti a 15 Benzing, a 14 Baldasso e a 10 Ashley. La Fortitudo dilaga nel delirio del Pala Dozza: è 83-70 con Benzing salito a quota 19. Forse, oggi, per la squadra di Martino è iniziato un nuovo campionato.

 

KIGILI FORTITUDO BOLOGNA-NUTRIBULLET TREVISO 83-70

 

Fortitudo Bologna: Benzing 19, Baldasso 14, Aradori 11, Durham 10, Ashley 10, Totè 6, Groselle 4, Mancinelli 3, Gudmunsson 3, Procida 3 All. Martino

Nutribullet Treviso: Sims 24, Bortolani 12, Russell 8, Jones 6, Imbrò 6, Sokolowski 5, Akele 4, Chillo 3, Dimsa 2 All. Menetti

 

 

TIRI LIBERI: Fortitudo 10/13, Treviso 7/8

TIRI DA DUE: Fortitudo 20/42, Treviso 21/37

TIRI DA TRE: Fortitudo 11/24, Treviso 7/23

RIMBALZI OFFENSIVI: Fortitudo 8, Treviso 10

 

RIMBALZI DIFENSIVI: Fortitudo 24 , Treviso 24

Stefano Ravaglia

Stefano Ravaglia nasce a Ravenna nel 1985. Giornalista pubblicista, appassionato di calcio e della sua storia,  ha seguito il Milan quasi dovunque in Italia e in Europa e collabora con la testata online "Europa Calcio". Appassionato in particolar modo di calcio inglese, tesserato al Liverpool Italian Branch, si occupa anche di Formula Uno, essendo direttore del sito www.F1world.it. Ha all'attivo quattro libri e alcuni racconti pubblicati in varie antologie. Conduce il programma tv "Cartellino Giallo" su Teleromagna ogni lunedì, e collabora con "1000 Cuori Rossoblù" dal gennaio 2020.