Daniele Toscano Daniele Toscano Massimiliano Salvi

Sella, occasione sprecata: Cento si fa rimontare e cede il passo a Verona per 78-85

Scritto da  Dic 06, 2023

SELLA CENTO - TEZENIS VERONA 78 - 85 (22-15; 46-37; 62-62)

 

Sella Cento: Mussini 19, Bruttini 9, Kuuba 7, Palumbo 11, Bucciol ne, Toscano 12, Magni, Archie 9, Moreno 11, Ladurner. All. Matteo Mecacci.

Tezenis Verona: Stefanelli 7, Morati, Gazzotti, Gajic, Devoe 9, Esposito 24, Murphy 23, Penna 9, Udom 11, Bartoli 2. All. Alessandro Ramagli.

Arbitri: Gagliardi, Martellosio, Puccini.

Tiri liberi: CE 10/13; VE 13/16.

Rimbalzi: CE 30; VE 37.

Falli: CE 19; VE 21.

Tiri da 2: CE 19/33; VE 24/46.

Tiri da 3: CE 10/30; VE 8/19.

 

QUINTETTI INIZIALI

Sella Cento: Mussini, Palumbo, Toscano, Archie, Bruttini.

Tezenis Verona: Penna, Devoe, Udom, Esposito, Murphy.

 

Atteggiamento. Questo il punto focale della sfida di questa sera per coach Matteo Mecacci e la Sella Cento, ospitanti la corazzata Verona per la tredicesima giornata di campionato. Gli scaligeri hanno nel mirino il colpo in esterna all’ombra del Guercino, per rendere il favore dell’andata ai padroni di casa e per rimanere nella scia delle prime della classe. Dall’altro lato della barricata invece, gli emiliani sono alla ricerca di un risultato importante, per scuotere la propria classifica e riportare in alto il morale dopo la pesante sconfitta nel derby contro Forlì.

Polveri bagnate nei primi minuti dell’incontro da entrambi i lati del campo, a spuntarla è Cento, trascinata dalle triple di Archie e Toscano. La “bomba” del capitano certifica il vantaggio in doppia cifra dei suoi, convincendo Ramagli a chiamare timeout. Le parole dell’head coach scaligero infondono nuova verve ai gialloblù, che ricuciono lo strappo con i canestri di Esposito e Penna. Mecacci decide di dare due dritte ai suoi, che stringono le maglie difensive e limitano le realizzazioni ospiti, riuscendo a realizzare allo scadere con una penetrazione di Mussini.

Il play biancorosso inizia il secondo periodo come aveva finito il primo, segnando la tripla del nuovo +10. La Tezenis replica con Esposito ed una penetrazione letale di Bartoli, mettendo in difficoltà i padroni di casa che faticano a trovare punti per respingere gli assalti dei veneti. Ad accendere la lampadina ci pensa sempre Mussini, pescando un jolly dal mazzo con un gioco da quattro punti, con Toscano a rincarare la dose sempre dalla lunga distanza. Verona si affida alle parole del suo allenatore per trovare il bandolo della matassa, parzialmente srotolata dal duo Murphy-Esposito, scontrandosi contro la coriacea resistenza di Mussini e Moreno.

Le barricate erette da Toscano e compagni subiscono un duro colpo al rientro dalla pausa lunga, venendo sgretolate da un parziale gialloblù di 0-7. A secco di canestri da oltre due minuti, a sbloccare la Sella ci pensa Palumbo con un jumper dalla media. Spezzato il digiuno realizzativo, Cento non riesce a trovare continuità e così ne approfitta la Tezenis per operare il primo sorpasso dell’incontro grazie al duo Murphy-Esposito. A rimorchio di misura, i biancorossi tornano avanti grazie ad un parzialino di 6-0, ma il botta e risposta non accenna a fermarsi e le due formazioni chiudono il terzo quarto sul 62 pari.

Grande equilibrio sotto i riflettori della Baltur Arena, ritrovato anche nel periodo conclusivo con un botta e risposta dall’arco che vede prevalere i gialloblù, grazie a due triple di Udom che costringono Mecacci al timeout. Il mini break centese non sortisce l’effetto sperato, così la Tezenis approfitta dei buchi nella difesa di casa per incrementare il proprio vantaggio fino al +9. Mecacci interrompe ancora una volta il gioco per rimettere in carreggiata i suoi, ma la partita è già ampiamente compromessa e con il minimo sindacale gli uomini di Ramagli la chiudono definitivamente.

Finisce così alla Baltur Arena: Verona batte Cento 78-85.

Si lascia scappare l’ennesima occasione la Sella, scivolata indietro nel punteggio quarto dopo quarto sotto i colpi di Esposito e Murphy, autori rispettivamente di 24 e 23 punti, quest’ultimo conditi da 14 rimbalzi e 2 assist.

A Cento non basta l’ennesima prestazione di sostanza di Mussini (16 punti), oltre ad una buona prova di Moreno e Toscano (11 e 12 punti), rea di aver lasciato per strada sette rimbalzi che, ai fini del risultato finale, sono risultati pesantissimi.

Il prossimo appuntamento per la Sella sarà domenica 10 dicembre alle 18, con i biancorossi di scena sotto i riflettori del PalaBanca di Piacenza, ospiti dell’UCC Assigeco Piacenza.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..