Il post partita di Cento-Verona

Scritto da  Dic 06, 2023

Mecacci: “Il nostro dispendio energetico in questo momento, contro una squadra come Verona, è disumano. Ci manca un pezzo importante del puzzle, che potrebbe sgravarci dalla pressione che mettono questo tipo di squadre sulla palla, aiutandoci nella circolazione del pallone e dandoci un ulteriore punto di riferimento in campo. La squadra oggi ha giocato una partita seria: è la seconda partita consecutiva in casa dove giochiamo una pallacanestro più rapida, meno passiva e più fluida. Nei primi due quarti abbiamo segnato tanto, ma è merito dei tanti tiri aperti costruiti. Nel terzo quarto sapevamo che Verona avrebbe alzato il livello con la loro fisicità, noi abbiamo provato di combattere con le nostre armi, non mollando per trentacinque minuti. Quando le energie sono iniziate a mancare, abbiamo fermato di più la palla e, contro queste squadre, non te lo puoi permettere. Segnare quasi 80 punti alla seconda miglior difesa del torneo è un dato importante, dobbiamo cercare di migliorare alcune piccole cose, come essere più duri quando ce n’è bisogno. Domenica giochiamo una partita importante, ogni occasione.è buona per muovere la classifica, dobbiamo preservare i nostri giocatori in settimana in vista del prossimo impegno, sperando di poter respirare un po’ la prossima settimana. Quello con Piacenza è uno scontro importante per la graduatoria finale, mi auguro che la squadra riesca a replicare una partita con l’atteggiamento di stasera anche in trasferta. Ci sono giocatori che stanno crescendo, altri che hanno ritrovato fiducia, per Cento regalare un americano in quel ruolo è un handicap importante, ma credo che la squadra abbia dato prova di essere viva. Andiamo avanti, cercando di costruirci i risultati giorno per giorno”.

“Dobbiamo essere bravi a non trincerarci dietro gli alibi. Per noi Mitchell è un giocatore importante, ma questa è la situazione. Credo che la nostra intelligenza sia quella di non buttarsi giù e non deprimersi: il campionato è molto lungo, siamo in una posizione onesta nonostante tutto quello che ci è successo, dobbiamo tenere la testa alta e non appiattirsi. Oggi Piacenza ha battuto Udine, domenica ci aspetta una partita difficilissima, ma dobbiamo provare di andare a fare un colpo nelle condizioni in cui siamo e poi poco alla volta saremo in grado di sistemarci”.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..