Rugby – Nel pomeriggio in campo il Bologna in un triangolare con Modena e Pesaro

Scritto da  Set 28, 2019

 

Dopo l'autorevole vittoria ottenuta nella partita d’esordio di questa stagione 2019- ‘20 a domicilio del Romagna (12a22), la pre season del Bologna 1928 prosegue con un triangolare di grande spessore organizzato fra le mura amiche dello stadio “Bonori”.

A prenderne parte, oltre ai padroni di casa, il Modena (impegnato nel campionato nazionale di serie B, girone 2) e Pesaro, ormai in serie A da un paio di stagioni.

Senza l’assillo del risultato, i ragazzi guidati dalla coppia di tecnici Marshallsay - Vedrani, potranno sperimentare le nuove indicazioni in vista dell’impegnativo girone lombardo – veneto da dover affrontare con ambizioni di alta classifica.

New entry. Per molti tifosi, questa sarà l’occasione giusta per poter vedere all’opera i nuovi volti giunti sotto le Due Torri in questa finestra estiva.

Nello ruolo di estremo, lente d’ingrandimento puntata sull’inglese Cameron Gleave, mentre Giovanni Visentin - proveniente da Rovigo - verrà schierato nel ruolo di Flanker. Partirà invece dalla panchina la terza linea Lucas Busser.

La fascia di capitano. Quella della settimana scorsa però, è stata anche l’ultima partita con il Bologna 1928 dello storico capitano Massimo Sandri. Dopo una lunghissima militanza e tante battaglie guidate in prima linea, il pilone lascia la mischia, il campo e l’Italia per intraprendere un’avventura familiare lontano dal capoluogo emiliano.

Al suo posto, la fascia è stata fisicamente affidata al mediano di mischia Andrea Sergi, coadiuvato da un “team leader” composto da sei compagni di squadra (Emilio e Francesco Macchione, Gambelunghe, Schiavone, Soavi e Bottone). Una specie di “unità speciale” pronta ad aiutare la crescita collettiva di tutto il gruppo, sia dentro che fuori dal campo.

 

Obiettivi prestigiosi. Il club cova ambizioni importanti e secondo il coach Paul Marshallay siamo sulla buona strada per riportare Bologna in alto. «Ovviamente dopo appena un partita non si è ancora vista la mia impronta, ma ci tengo a sottolineare il grande spirito dei ragazzi. Ci siamo dati un grande obiettivo da raggiungere nelle prossime due stagioni e stiamo andando nella direzione giusta. Quando c’è da soffrire nessuno si tira indietro e questo è senz’altro un bel segnale. Un grazie va anche a “Tom” per l’ottimo lavoro che svolge nella preparazione atletica dei giocatori.»

 

Appuntamento dunque alle 15,30 allo stadio “Bonori” .

 

Questo il XV di partenza del Bologna 1928 scelto dai due allenatori:15) Gleave, 14) De Napoli, 13) Soavi, 12) Giannuli, 11) Signora, 10) Rizzoli, 9) Sergi, 8) Gambelunghe, 7) Schiavone, 6) Visentin, 5) Cesari, 4) Gambacorta, 3) Micheler, 2) Anteghini, 1) Fadanelli.

A disp. Guandalini, Macchione Em., Santi, Busser, Ataei, Scorzoni, Zambrella, Piazza, Berbanbò.

 

 

Ultima modifica il Sabato, 28 Settembre 2019 11:24
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League