Sainz e la Ferrari a Melbourne nel 2022 Sainz e la Ferrari a Melbourne nel 2022 Ferrari Media Gallery

Un circuito al mese - Albert Park, l’alba di una nuova stagione

Scritto da  Matteo Righini Apr 28, 2022

 

 

Per gli appassionati di Formula 1 è stato un rito che si è ripetuto ogni anno per più di due decenni. Dopo un inverno di astinenza dalle corse, la voglia di rivedere le vetture in pista è sempre davvero implacabile. E non importa nulla se per soddisfare questo impellente desiderio si fosse costretti a una levataccia. Sì, perché mentre noi europei stiamo riassaporando la primavera, il campionato mondiale di Formula 1 per ventidue volte ha riaperto i battenti dall’altra parte del mondo, laddove l’estate sta volgendo al termine, nella terra dei canguri. E così, con gli occhi ancora assonnati accendevi la televisione, e iniziavi finalmente a vedere le immagini delle neonate vetture, con livree inedite e magari guidate da piloti che per la prima volta difendevano i colori di una nuova scuderia. Le osservavi mentre sfrecciavano in mezzo a folle sterminate di spettatori, lungo questa pista immersa nel verde a pochi passi da uno specchio d’acqua: capivi allora che la stagione di Formula 1 aveva avuto inizio anche per quell’anno, e tutto ciò nella magnifica atmosfera del circuito dell’Albert Park a Melborne. E anche se non è più la gara inaugurale, e l’orario di partenza è stato posticipato per aumentare l’audience europea (grazie Bernie Ecclestone), questo rito continua a ripetersi.

Il via di Melbourne 2022 con la Ferrari di Leclerc davanti a tutti (Foto Ferrari Media Gallery)

Così lontana, così vicina

L’ Australia ha iniziato già dagli anni ’20 del novecento a interessarsi alle corse automobilistiche, con la disputa dei primi eventi denominati “Gran Premi”, e può farsi vanto di ospitare sul proprio suolo alcuni tra i tracciati più belli del mondo, sia per difficoltà tecniche che per cornice paesaggistica, come Phillip Island e Mount Panorama. Il campionato per vetture turismo V8 Supercars, considerato tra i più spettacolari al mondo nella sua categoria, è seguitissimo in Australia, dove ha sede la quasi totalità delle gare, ma anche la Formula 1 riscuote un grande successo. La prima presenza di un pilota australiano nel mondiale risale al 1952, e da allora la nazione oceanica ha prodotto due campioni del mondo, Jack Brabham e Alan Jones, e altri due piloti che si sono fatti valere in epoca più recente, entrambi passati dalla Motor Valley: Mark Webber, che ha debuttato in Minardi, e Daniel Ricciardo, per due anni nella scuderia di Faenza, già divenuta Toro Rosso. Dopo essere stato per molti anni un evento riservato a formule minori, Il primo Gran Premio d’Australia valido per il campionato mondiale di Formula 1 si è disputato nel 1985, ad Adelaide, così come nelle successive dieci stagioni. A partire dal 1996, la gara viene spostata a Melbourne, grazie all’azione del governo dello stato di Victoria e di un importante imprenditore locale.

Gasly con l'AlphaTauri AT03 a Melbourne (Red Bull Content Pool - Getty Images)

Il tracciato

Il circuito dell’Albert Park è ricavato all’interno di un verde parco situato nel cuore della città di Melbourne, e circonda un laghetto che porta lo stesso nome. È composto da strade aperte al pubblico durante l’anno, e tutte le strutture che compongono l’autodromo vengono montate per l’occasione. Al di fuori del periodo del Gran Premio, non restano altro che prati e comunissime strade (provate a controllare su Google Maps). L’unico indizio che può indicare che un luogo del genere possa ospitare una gara di Formula 1 sono gli edifici dei box e del paddock, gli unici permanenti. La stessa location aveva già ospitato alcune importanti gare automobilistiche internazionali negli anni ’50, due delle quali vinte da Stirling Moss. In occasione del ritorno, il vecchio circuito, che si percorreva in senso opposto a quello attuale, è stato integrato con un nuovo rettilineo di partenza, e sono state costruite delle nuove curve sia prima che dopo esso. La superficie, che non presenta alcun dislivello, è stata riasfaltata, per renderla più liscia rispetto a quelle che si trovano normalmente nei circuiti cittadini. Il circuito misura 5,278 km, si percorre in senso orario ed è composto da quattordici curve, di cui nove a destra. A partire dal 2021, per agevolare i sorpassi, è stata eliminata una chicane, e si è venuto così a realizzare un lungo tratto da percorrere in pieno tra le curve 8 e 9, inoltre diverse curve sono state allargate in modo da consentire velocità più alte e diverse opzioni di traiettoria. Essendo un circuito cittadino relativamente veloce, per cui anomalo (anche se molti nuovi tracciati cittadini entrati di recente in calendario stanno andando in questa direzione), e non molto provante dal punto di vista della guida, su di esso non è detto che vengano mostrati i reali valori in campo delle vetture. Per avere le idee più chiare su chi abbia realizzato una buona macchina per la stagione, bisogna tradizionalmente aspettare le successive tre o quattro gare.

Le gare

Da quando, nel 1996, sul circuito dell’Albert Park ha iniziato a disputarsi il Gran Premio di Formula 1, e fino al 2019, il campionato ha sempre preso il via a Melbourne, con due sole eccezioni. Nel 2006 la stagione ha avuto inizio in Bahrain, per evitare la concomitanza con i giochi del Commonwealth che si tenevano proprio nella capitale dello stato di Victoria, così come nel 2010. Nel 2020, mentre l’Italia iniziava a fare i conti con il lockdown in seguito all’esplosione della pandemia da Covid-19, il Circus della Formula 1 si trovava proprio in Australia per lo svolgimento del Gran Premio previsto per il 15 marzo. I piani per portare a termine il programma dell’evento furono vanificati dalla scoperta, poche ore prima delle prove libere del venerdì, di un caso positivo tra i membri del team McLaren, successivamente messo in quarantena e impossibilitato a partecipare, e di un fotografo, da cui la decisione di annullare del tutto la gara. Le pesanti restrizioni imposte dal governo australiano riguardanti i viaggi internazionali hanno impedito la ricollocazione in calendario del Gran Premio nel 2020 e il suo inserimento in calendario nel 2021. Nel 2022 la Formula 1 è tornata a correre all’Albert Park, in occasione della sua terza tappa annuale. Il ruolo di apripista è tornato al Bahrain, sede scelta anche per i test pre-stagionali. Michael Schumacher è il pilota che può contare più successi a Melborne, con quattro primi posti, seguito da Jenson Button e Sebastian Vettel, fermi a quota tre. Tra i costruttori, la Ferrari ha ottenuto ben nove vittorie, contro le sei della McLaren. Nello stesso weekend della Formula 1, l’unico di attività della pista, durante il quale si radunano oltre 300.000 spettatori, trovano spazio anche i campionati V8 Supercars, l’australiano S5000 a ruote scoperte e la Porsche Carrera Cup nazionale.

Alcune fasi del rocambolesco Gran Premio d'Australia 1999, prima vittoria in Formula 1 di Eddie Irvine (ridas22 su YouTube)

Ultima modifica il Giovedì, 28 Aprile 2022 17:24