Yuki Tsunoda a Miami con l'AlphaTauri Yuki Tsunoda a Miami con l'AlphaTauri Red Bull Content Pool - Copyright to the owners

Scuderia AlphaTauri: prossima fermata GP Spagna

Scritto da  Mag 18, 2022

Dal nuovo cittadino di Miami il Mondiale di Formula 1 torna in Europa per fare tappa sulla pista di riferimento per tutte le squadre: il Circuti de Catalunya di Montmelò. Ecco come i piloti della Scuderia AlphaTauri si preparano a scendere in pista stamani per le prime prove libere:

Pierre Gasly

«Non vedo l'ora di iniziare la parte europea della stagione e anche se il risultato di Miami non era quello che cercavamo, c'erano alcuni aspetti positivi da portare via da quel fine settimana. Abbiamo portato entrambe le vetture in Q3, 7a e 9a, la migliore qualifica in questa stagione fino ad ora. La gara è stata difficile perché, fin dall'inizio, ho avuto un grosso buco nel fondo, perdendo un bel po' di carico aerodinamico, ma anche così ho potuto lottare per il settimo o l'ottavo posto con gli Alpine, il che è stato incoraggiante. Stava andando abbastanza bene, infatti, fino al mio contatto con Fernando. Questo ha rovinato la mia gara ed è stato molto deludente, dato che fino a quel momento avevamo avuto un buon fine settimana. Meritavamo dei punti, quindi è stato un peccato, ma la prestazione è chiaramente lì e non c'è motivo per cui non possiamo avere dei buoni risultati nelle prossime gare. Ora arriviamo a Barcellona, la sesta gara della stagione, dove sono arrivato nono nel 2020 e decimo l'anno scorso. È sempre un weekend importante, perché si ha un quadro chiaro delle prestazioni delle varie vetture e di dove si trova ogni squadra rispetto alle altre. Bisognerebbe farci un'idea di dove sono tutti, soprattutto a centro gruppo, dove in questo momento la lotta è molto serrata: a volte siamo un po' più vicini all'attacco e poi nel giro di appena due decimi si può retrocedere. Sappiamo che è difficile sorpassare su questo circuito e rimarrà lo stesso anche con queste nuove vetture, a causa della natura del tracciato. Ma è difficile da prevedere, quindi aspettiamo e vediamo cosa succede. Per noi sarà importante qualificarci bene, vicino ai primi perché sarei sorpreso se ci fossero dieci volte più sorpassi di prima! Come squadra, dobbiamo solo continuare a lavorare come abbiamo fatto fino ad ora e sono sicuro che questo ripagherà in termini di risultati».

Il GP di Miami per Gasly è stato compromesso da un contatto con Fernando Alonso (Red Bull Content Pool - Copyright to the owners)

Yuki Tsunoda

«Miami è stato un weekend misto. All'inizio c'era un grande distacco dal mio compagno di squadra nelle prove libere, ma sono riuscito a progredire e questo mi ha permesso di passare alla Q3, un buon risultato per me e per il team, anche se un po' inaspettato. In gara ho perso molte posizioni nella prima parte e non siamo riusciti a mettere insieme le cose, ma nel complesso ci sono stati alcuni aspetti positivi dal fine settimana. Sono tornato a casa in Italia per il mio compleanno e ho trascorso una piacevole giornata a Milano. Ora passeremo un po' di tempo in Europa, a cominciare dalla pista di Barcellona dove abbiamo iniziato i nostri test invernali alla fine di febbraio. Naturalmente questa volta le condizioni saranno molto diverse e molto più calde. A parte ciò, è uno dei circuiti europei che conosco meglio e nel 2020 sono arrivato quarto sia nella gara Sprint che nella Formula 2 Feature. È una pista molto tecnica con un'ampia gamma di curve da velocità, alte, medie e basse. È un vero test dell'auto. Tutti i team conoscono molto bene la pista, quindi mi aspetto che saremo molto vicini nella lotta a centro gruppo e sono fiducioso che potremo fare abbastanza bene questo fine settimana. Tuttavia, penso che abbiamo ancora bisogno di sviluppi sulla macchina prima di poter correre in modo davvero costante ogni fine settimana. Penso che a Barcellona possiamo fare progressi, speriamo di fare un buon risultato e finire in zona punti, ma non mi aspetto che sia facile».

Fonte: Scuderia AlphaTauri Media

Un giro di pista a Montmelò nella simulazione della Codemasters (F1 Games From Codemasters su YouTube)



Ultima modifica il Venerdì, 20 Maggio 2022 10:48
Claudio Fargione

Imolese, vive da sempre a due passi dall’Autodromo e per questo da sempre gioca con le macchinine. Ingegnere meccanico per gli studi, ufficiale di gara per scelta, parla di tutto ciò che è automobilismo per passione. Si sente figlio della Motor Valley e la racconta per 1000 Cuori Rossoblu ma è di casa a Le Mans.