Lilou Wadoux durante le foto ufficiali per il team AF Corse - Richard Mille Lilou Wadoux durante le foto ufficiali per il team AF Corse - Richard Mille Ferrari Press Office

Il Semaforo Rosa – Lilou Wadoux

Scritto da  Feb 04, 2023

 

Un Nuovo Talento A Maranello

Il 2023 sembra essere un anno destinato a tingersi sempre più di rosa. Ferrari brand sempre attento a cogliere le giuste occasione e svelto nel riconoscere i giusti talenti ha ingaggiato ufficialmente nel ramo Competizioni GT un diamante grezzo da far splendere in futuro. Lilou Wadoux è la nuova pilota ufficializzata dal Cavallino per il Mondiale Endurance. La giovane francese di fatto correrà nella categoria LMGTE Am del WEC con la Ferrari 488 GTE Evo numero 83 del Team AF Corse-Richard Mille. Un’occasione unica per la ventunenne transalpina che vestirà i colori della squadra ufficiale Ferrari nelle competizioni Gran Turismo. Seppur sia una classe 2001 Lilou vanta già buonissimi risultati che le hanno permesso di coronare un sogno ancora in tenera età.

La sua carriera inizia nei kart a 14 anni, neanche troppo presto se consideriamo che oggi i bambini vengono messi sulle quattro ruote anche a 3 anni. Il talento è però ben visibile perché Wadoux dopo pochi anni ha la possibilità di correre con la Peugeot 308 TCR del team francese JSB Competition nel Campionato TCR Europe. Nella stessa stagione corre anche per la Clio Cup in Francia. Queste prime competizioni le servono per fare esperienza e mettersi in mostra a livello internazionale. Nel 2020 e 2021 infatti continua la sua gavetta nell’Alpine Elf Europa Cup con il Team Autosport GT nella serie francese. Nel monomarca della casa di Dieppe Wadoux mette in mostra tutte le sue abilità e dopo un primi anno di sperimentazione in cui chiude settimana in classifica generale, l’anno successivo si presenta ancora più agguerrita e  con otto piazzamenti a podio e la sua prima vittoria ottenuta al circuito dell’Algarve in Portogallo riesce a finire il campionato in terza posizione, salendo sul gradino più basso del podio dell’intera competizione. Questi risultati gli sono valsi l’onore di sfilare accanto ai due alfieri Formula 1 di Alpine: Alonso e Ocon che ha incontrato a Le Mans nel 2021 e con i quali ha partecipato alla parata organizzata in occasione della gara regina dell’endurance.

Lilou Wadoux a bordo della Ferrari 488 GTE Evo - credits to Ferrari Press Office

Occasione In Rosso

Lilou si guadagna presto una di quelle chance che ogni pilota, almeno quelli forti, si meritano nella carriera. Viene scelta per partecipare ai rookie test del Wec sia nel 2021 che nel 2022. Nel primo anno proverà per la Oreca 07 in Bahrain. Dopo aver ottenuto ottimi risultati il Team Richard Mille Racing la ufficializza come pilota nell’equipaggio LMP2 per correre nel WEC tutta la stagione 2022. Questo significa che ha potuto prendere parte anche alla sua prima 24h di Le Mans, una gara che ogni pilota sogna di correre almeno una volta nella vita. Continuando sulla striscia di risultati positivi per il secondo anno di fila ottiene la partecipazione ai test di fine anno del Mondiale Endurance, ma stavolta a bordo di un Hypercar. Nello specifico Lilou testa la Toyota GR010 Hybrid diventando così la prima donna in assoluto a guidare una LMH. Quanto di buono ottenuto fino a questo momento però le garantisce un posto sempre più al centro della scena motoristica e così quest’anno non poteva che arrivare la chiamata di una grande casa come la Rossa di Maranello. In Ferrari sanno vederci lungo, il Drake molto spesso oltre i suoi occhiali da sole vedeva talenti che molti si lasciavano scappare, così nelle Competizioni GT non potevano lasciar andare quella che ad oggi è considerata un astro nascente del motorsport.

Wadoux per quanto possa essere giovane ha dimostrato carattere e un rapido adattamento tra le varie categorie affrontate nella sua fin qui breve carriera. Una dote da non dare per scontata per una ragazza con poca esperienza. A soli 21 anni ha coronato un altro sogno, quello di correre per Ferrari e farlo nella classe LMGTE da pilota ufficiale ha il suo perché. Lilou si è detta pronta e carica di iniziare la nuova avventura che le consentirà di mettersi ancora più in mostra agli occhi di addetti ai lavori e appassionati ma soprattutto le consentirà di fare esperienza ad alti livelli, sperando che dopo il periodo di apprendistato possa ritagliarsi un ruolo da protagonista insieme ai suoi colleghi. La ragazza è cosciente che rappresentare uno dei brand più iconici al mondo non sia la scelta più facile, ma la determinazione che la contraddistingue le ha fatto accettare la sfida con la voglia di ripagare la fiducia di chi ha creduto in lei e quella di conquistarsi un posto tra i grandi il prima possibile.

Ferrari ha trovato il talento del futuro? La pista presto ci darà le sue risposte!

 Lilou Wadoux durante le foto ufficiali per la squadra AF Corse - Richard Mille - credits to Ferrari Press Office