Imolese, sarà ancora Serie C al Galli

Scritto da  Giu 21, 2019

 

La matassa - almeno per il momento - sembra essere stata sbrogliata. L'Imolese si iscriverà al campionato di Serie C disputando le gare interne sul prato del Romeo Galli, scacciando le nubi che si erano addensate sulla cittadina in riva al Santerno. Negli scorsi giorni, infatti, la società rossoblù aveva lanciato l'allarme, tramite un comunicato ufficiale, sottolineando come il mancato adeguamento dell'impianto avrebbe potuto comportare la mancata iscrizione, al netto di una situazione finanziaria più che solida. Il ripescaggio dello scorso anno, ottenuto tramite una deroga annuale, avrebbe di fatto imposto al sodalizio imolese di disputare la seconda stagione tra i professionisti in un impianto sito sul territorio comunale, con la necessità di apportare al Galli le modifiche richieste dalla Lega di Serie C.

 

Sarà l'Imolese a farsi carico dei costi di adeguamento della struttura, di proprietà comunale e in gestione alla società Atletica Imola Sacmi Avis. Per il secondo anno di fila, dunque, la società contribuirà alle spese necessarie alla disputa delle gare interne, con l'affitto di torri faro a rinforzare il carente impianto di illuminazione, che pure sarà potenziato per raggiungere il limite minimo degli 800 lux richiesti da Firenze. Non si placa lo scontro col comune, reo, secondo quanto riferito in conferenza stampa dalla segretaria generale Elisa Tassinari, "di aver disatteso gli impegni e le promesse fatte nell'ultimo anno, con i lavori di adeguamento promessi dall'Amministrazione che non sono mai partiti. Svolgeremo a nostro carico i lavori richiesti per quanto riguarda l'illuminazione, tutelandoci al fine di ottenere un rimborso dall'ente proprietario e con la speranza di poter disputare tra le mura amiche la prima gara ufficiale dell'anno, prevista per il 28 Luglio col primo turno di Coppa Italia. La restante parte del progetto di adeguamento (che prevede, tra le altre cose, il rinnovo dei locali adibiti alla sala stampa e una struttura per i controlli anti-doping, ndr) resta a carico del Comune, svolgeremo a nostre spese solo il minimo delle lavorazioni necessarie a formalizzare l'iscrizione in Serie C, che avverrà tramite il deposito della fidejussione bancaria e il versamento dell'acconto sulla quota d'iscrizione nella giornata di domani (oggi per chi legge) direttamente a Firenze".

 

Nell'occasione l'Imolese, oltre a ringraziare il gestore dell'impianto per la collaborazione legata all'accesso all'impianto per l'effettuazione dei lavori di adeguamento, ha presentato la campagna abbonamenti per la prossima stagione. Prezzi sostanzialmente invariati, con un leggero calo del costo per la tribuna (140 euro a fronte dei 150 della scorsa stagione) e la conferma dei 100 euro per le curve, sia per la prelazione riservata ai 131 abbonati dello scorso anno, sia per la prima fase della campagna, che si concluderà il 22 Luglio. In fase successiva, i prezzi cresceranno proporzionalmente fino ai 140 euro per le curve e i 180 per la tribuna. Sono comunque previste tariffe speciali per gli Under 14 e Under 18, per gli Over 65 e per le donne, con l'inclusione di un ulteriore pacchetto famiglia.

 

A chiudere la conferenza stampa ci ha pensato il presidente Lorenzo Spagnoli, che ha dichiarato di confidare in una maggiore partecipazione della città, nella speranza di rivedere il Galli pieno come in occasione delle ultime due gare dei play-off. Non si è parlato della questione Dionisi: il tecnico, legato ai rossoblù fino al 2021, sembra essere allettato dalle proposte in arrivo da Siena e Juventus Under 23 e scioglierà le sue riserve nei prossimi giorni. A tal proposito, sarà convocata una conferenza stampa nella prossima settimana.

 

(Nella foto, il nuovo addetto stampa Matteo Celotti, la responsabile marketing Jessica Merlo, la segretaria generale Elisa Tassinari, il presidente Lorenzo Spagnoli e il direttore generale Marco Montanari)

Claudio Leone

Palermitano di nascita, valledolmese di crescita (e nel cuore), imolese dall'adolescenza in poi. Innamorato del calcio in ogni sua espressione, vivo di curiosità, con picchi di entusiasmo fanciulleschi nel nutrirmi di storie poco note. Segno distintivo: politeista. Venero Roby Baggio, Federico Buffa ed altri personaggi del mondo sportivo.