×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 75

Tre talenti: un breve tour in giro per il mondo alla scoperta di.... - 11 Set

Scritto da  Set 10, 2013

Oggi vi porto in viaggio, un viaggio alla scoperta di 3 talenti che, a mio avviso, saranno TOP PLAYER molto presto..

 

 

Partiamo dalla mia squadra preferita dopo il Bologna, il River Plate. Si sa, il River è una Fucina di talenti da sempre e anche negli ultimi 3 anni ha confermato quanto di buono si fosse prodotto nel passato.

In questi mesi ultimi mi ha colpito tantissimo un attaccante classe 96, nato a Buenos Aires il 9 Febbraio: sto parlando di Sebastian Driussi.

Entrato nel settore giovanile del River  a soli 9 anni, Sebastian fa tutta la trafila delle formazioni Under. Nel 2007 sottoscrive il suo primo contratto con il River, legandosi così al club Argentino fino al 2014  e diventando il più giovane giocatore del campionato argentino a sottoscrivere un contratto da professionista.

Fa parte ora della Selezione Under 17 della Nazionale Argentina.

Sebastian Driussi è un attaccante molto veloce, il suo fisico infatti evidenzia questa tipologia di giocatore ( 178 cm x 76kg)  che ha, inoltre,  caratteristiche anche da trequartista( non a caso nella selezione U17 Argentina a volte indossa il numero 10!). Questa sua attitudine la mette in evidenza nel suo modo di giocare perché è un elemento che preferisce partire da lontano palla al piede, riuscendo sia a costruire che a finalizzare; spesso partono proprio da lui, sulla trequarti, le azioni che poi concludono con tagli sempre pericolosi, perché ha movimenti che ogni volta mettono in serie difficoltà i marcatori. Calciatore agile, veloce, molto tecnico con un dribbling davvero devastante, una cosa che mi piace molto di lui è la grande visione di gioco, che dimostra quanto ami giocare negli spazi aperti e molte volte gli si vede eseguire lanci o cambi di gioco da una parte all'altra che mettono sempre in difficoltà le difese avversarie, perché tutto questo…riesce a farlo in una frazione di secondo senza mai dare punti di riferimento.  Così come descritto sembra che sotto porta non abbia una gran confidenza con il goal  e invece Sebastian è anche un ottimo bomber con medie davvero importanti: la cosa bella è che non segna mai nello stesso modo nel senso che non ha una caratteristica precisa!

 

Torniamo in Europa e ci fermiamo in Belgio, quel Belgio che non più di 4 giorni fa ha battuto con una lezione di gioco, la nostra Selezione U21 di Di Biagio.

In panchina c’era un ragazzino di soli 16 anni nato a Leew Saint Pierre il 7 Maggio del 1977. Questo ragazzino è entrato a far parte  a soli 5 anni in una delle più importanti Accademie del calcio Europeo, quella dell Anderlecht. Questo ragazzino ha indossato per la prima volta la maglia della sua Nazionale a 14 anni, con la Selezione U15 ed è da 2 anni in pianta stabile nella rosa della prima squadra e in  questo inizio di campionato ha già timbrato 3 presenze, in 2 occasione è subentrato, mentre contro il Bevereen ha giocato da titolare fornendo l’assist del raddoppio….

Questo giovane ragazzo di colore risponde al Nome di Youri Tielemans.

 

Youri è un mediano, bellissimo da vedere in campo, gioca con entrambi i piedi mostrando un tecnica davvero straordinaria. Giocatore molto pulito, disciplinato e con un intelligenza tattica che ricorda i migliori De Rossi, Pirlo, Xavi o Gerrard!

Tatticamente si posiziona davanti alla difesa proprio come i veri mediani e proprio come i veri mediani sa abbinare grande visione di gioco ad un importantissima utilità nella fase di interdizione perché ha già sviluppato una muscolatura davvero importante che gli permette di reggere l impatto con avversari ben più grandi di lui. Su questo ragazzo sono pronto a scommettere che entro 3 anni sarà uno dei migliori Mediani d’Europa!

 

Rimanendo sempre nel nostro continente, vi voglio far segnare su di un foglio un giovane sloveno classe 98 che gioca nelle file della MK Donzale e che ho potuto vedere durante i match ( sia benedetto lo streaming)  della Nike Cup.

MARCEL KENE. Questo giovanotto ricorda, per il suo modo di giocare, Ribery. Trequartista/ esterno offensivo, dal tocco vellutato dotato di una grandissima velocità sia in esecuzione palla al piede che nei movimenti. La sua posizione preferita (soprattutto durante le Nike Cup) è la fascia sinistra perché partendo da quella posizione ha molti colpi in canna.  Questo giocatore, essendo dotato di un grande tiro, spesso lo si vede saltare l' uomo e rientrare per cercare la porta dal limite oppure, potendo sfruttare grandi capacità nell'uno contro uno, riesce sempre a creare giocate che mettono in difficoltà tutto il reparto arretrato avversario.

Ora non so se questo ragazzo arriverà ad essere nel giro di 4-5 anni un top player…certo è che oggi….ha moltissimo talento..e se sa gestirlo………

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 22:50