RdC – In casa rossoblu è sempre ballottaggio – 5 dic

Scritto da  Dic 05, 2016

La rifinitura vera e propria andrà in scena in tarda mattinata a Udine e la formazione sarà annunciata nel pomeriggio, prima della partenza per la Dacia Arena. E’ il segno che, tra le mura felsinee, sussiste ancora qualche dubbio da sciogliere. In attacco, Mounier e Di Francesco dopo le buone rispettive prove offerte in Coppa Italia scalpitano, ma solo uno raffigurerà tra i titolari questa sera. Confermatissimi, invece, Destro e Krejčí. Il nodo che Donadoni deve chiarire è se schierare a destra il francese, sfruttandone i tagli verso la porta e restituendo Krejčí alla sua naturale posizione di ala sinistra, oppure optare su Di Francesco, che garantisce più quantità, anche se questo non comporterebbe lo spostamento sulla fascia originale il numero 11 petroniano.  Altra perplessità in mediana. L’unico certo del posto è Džemaili. A Taider il mister bergamasco rinuncia malvolentieri, ma con l’Atalanta ha faticato, mentre sono in rialzo le quotazioni di Nagy. Perderebbe così territorio Viviani, che, dovessero andare così le cose, si accomoderebbe in panchina. Poche altresì le possibilità di vedere dal primo minuto l’outsider Pulgar. Infine, incertezza pure nel reparto difensivo. Oikonomou è in vantaggio su Ferrari per far coppia con Maietta, in particolar modo per la fisicità, considerando che l’Udinese conta su due pilastri come Théréau e Zapata. Solita indecisione sul versante destro, dove Torosidis sembra in lieve vantaggio rispetto a Krafth. Sul settore opposto, Masina non ha rivali; sarà presente dall’inizio. La gara è fissata per le ore 21:00.

 

(Fonte: Resto del Carlino, Marcello Giordano)

Ultima modifica il Lunedì, 05 Dicembre 2016 11:07
Francesco Livorti

Studente universitario di economia a Ferrara, appassionato di giornalismo, in particolar modo di tutto ciò che riguarda il mondo del Bologna FC. Una pagina della sua anima è dedicata a Basket City; grazie a 1000 Cuori Rossoblu.