Il resto del Carlino – Il club punta tutto sul mister

Scritto da  Apr 30, 2019

“Le persone si trattengono con i progetti ambiziosi. Una volta conquistata, guarderemo al campionato con ambizioni diverse, verso la parte sinistra della classifica: lo vuole la proprietà e se prepareremo un percorso simile sarà più semplice convincere il Mister a rimanere con noi. Credo che lui si trovi bene con noi, ma desideriamo insieme un piano ambizioso e importante, non vivacchiare in Serie A.” – ha detto Fenucci ai microfoni di “Radio anch’io sport”, talk sportivo di Radio 1.

Durante l’intervista, alla domanda da studio che puntava a far luce sul doppio futuro di Miahjlovic e Bigon, alla voce diesse non ha dedicato una sola parola: segno che la partita è ancora apertissima. Come appare evidente dalle parole di Fenucci, trattenere è un verbo che adesso è quasi un’ossessione e ovviamente si declina abbinandolo soprattutto al nome di Sinisa Mihajlovic: “Che sia l’uomo giusto da cui ripartire è nell’oggettività dei risultati. Tra di noi si è creato un rapporto eccezionale e la nostra volontà lui la conosce. Dopo tanti anni che allena in Italia anche lui non si accontenterebbe di lottare solo per la salvezza: noi le condizioni di base per trattenerlo le abbiamo poste, ma rispetteremo le sue scelte.”

La risposta del Mister arriva dallo stadio Benito Stirpe di Frosinone, dove ha ricevuto ieri sera il premio Maestrelli 2019 per la categoria allenatori: “Quando saremo aritmeticamente salvi, ci ritroveremo con la società, io dirò la mia e loro diranno la loro, vediamo se si troverà una cosa giusta che vada bene a tutti, ora non ci voglio pensare.”

Perché può restare?
- Può aprire un ciclo se Saputo investirà sulla squadra, per un progetto ambizioso e a lungo termine, con obiettivi diversi dalla salvezza
- L’entusiasmo che ha generato tra i tifosi può spingerlo a mettere le radici a Bologna
- Conosce bene il gruppo e sa dove mettere le mani per rinforzarlo

Perché può andarsene?
- A un’eventuale chiamata di una big di Serie A non potrebbe rinunciare
- Fare un’impresa all’estero lo attira da sempre
- Restando potrebbe rischiare di offuscare il capolavoro di questa stagione

Ora tocca a Saputo, è solo con un investimento massiccio sulla costruzione della squadra che può convincere con i fatti Sinisa a non esercitare la clausola di uscita a giugno.

 

 

Ultima modifica il Martedì, 30 Aprile 2019 09:32