Il Resto del Carlino - Tutti uniti nel nome di Mihajlovic Corriere dello Sport

Il Resto del Carlino - Tutti uniti nel nome di Mihajlovic

Scritto da  Lug 15, 2019

Come scrive Marcello Giordano, inviato a Castelrotto per Il Resto del Carlino, la seduta di ieri mattina – sebbene ci fosse l’amichevole programmata alle ore 17 – è durata due ore e mezza: palestra e prove tattiche di 4-2-3-1. Un po’ inusuale, ma la “notizia” è che nessuno ha fiatato. Né riguardo ai mugugni per i carichi di lavoro, né nelle interviste post-partita: l’obiettivo è assorbire il colpo e tirare fuori qualcosa in più per tutti, soprattutto Mihajlovic.
A maggior ragione, Fenucci e Bigon – di ritorno dal Canada – sono atterrati in Germania e hanno raggiunto il ritiro in macchina, mentre domani torneranno a Bologna. Sabatini e Di Vaio, a loro volta, saliranno in Val di Siusi.

Il messaggio è forte e chiaro, quindi, e ci sono tutti i presupposti perché comunque si svolga un buon lavoro. Lo staff di Sinisa è organizzato per proseguire il lavoro, sebbene anche con elementi che non rientrano nei piani (Krejci, Donsah e Nagy) e incerti (Destro). Un problema potrebbe sorgere nel caso in cui dovesse arrivare qualche sconfitta o brutta prestazione che abbasserebbe l’umore, facendo crescere la tensione: in quel caso la presenza di Mihajlovic o meno farebbe la differenza.

Sebastiano Moretto

Studente di Scienze della Comunicazione col pallino del pallone e del giornalismo. Quando la domenica vado a messa, mi dirigo verso lo stadio.