Gli indomabili: il Bologna under 15 seppellisce il Chievo sotto una valanga di goal, al Cavina finisce 7-0

Scritto da  Dic 08, 2019

 

 

Obbligo di vittoria per i rossoblù, a stretto giro di posta delle prime della classe e ospitanti in mattinata il Chievo Verona.

Fasi iniziali di studio fra le due compagini, ma al 4’ il Bologna mette la freccia del sorpasso: Torino s’inventa un gioco di prestigio sull’out destro, scarica a Menegazzo che si accentra ed esplode un mancino letale sul palo lungo, è 1-0.

Nonostante lo schiaffo morale, reagiscono i gialloblù: al 16’ calcio d’angolo per gli ospiti, Franzini esce in maniera forse troppo avventata, la sua respinta corta è preda di Garnero che, da due passi, conclude alto.

La rasoiata vicina a bersaglio dell’attaccante ospite suona come un campanello d’allarme nella testa dei padroni di casa che, da quel momento, decidono di alzare i giri al motore. Menegazzo trova in profondità Bernacci con un lancio millimetrico, l’attaccante stoppa di petto in corsa e vellutatamente al volo batte per l’ennesima volta Zouaghi.

Il tandem Torino-Menegazzo procura non pochi grattacapi alla retroguardia gialloblù, troppo statica e morbida e che subisce l’ennesima beffa al 19’: sempre l’esterno numero 11 s’incunea tra le maglie difensive avversarie, venendo poi steso in area da Malafronte. L’esito è già scritto: giallo per il centrale e calcio di rigore per il Bologna, trasformato da Bellisi, è 3-0.

Giocano sul velluto i ragazzi di Morara, galvanizzati dal tris calato dopo nemmeno venti minuti, trovando altre due realizzazioni con Omeregie: il centravanti felsineo prima trova il poker superando Zouaghi e depositando in rete, poi cala la “manita” su invito da palla inattiva di Torino, consegnata dalla bandierina sul secondo palo e comodamente ribadita in rete di testa con un’elegante inzuccata.

Poco altro nella prima frazione, se non l’uscita di Omeregie per infortunio dopo un duro contatto con l’estremo difensore avversario, chiudendo il primo tempo sul 5-0.

Nella ripresa cambia alcuni pezzi dello scacchiere tattico Coppini, inserendo Cielo e Castellani, ma nonostante il cambio di spartito la musica non cambia. Dopo sei giri di lancette, Bellisi pesca con un passaggio millimetrico Zenzola: l’attaccante rossoblù attacca lo spazio e, a tu per tu con Zouaghi, lo fredda alla sua destra: è 6-0.

Forte del risultato tennistico, il Bologna flirta reiteratamente con il colpo del 7-0, trovandolo allo scadere sempre con Zenzola, imbeccato ottimamente dal Draga’.

Finisce così al “Cavina”: i ragazzi di Francesco Morara si impongono con un risultato nettissimo, agganciando il podio della classifica e certificando così la quinta vittoria consecutiva.

Bologna FC: Franzini, Baroncioni (47’ Crociati), Amey, Paterlini (36' Di Turi), De Marco, Cesari, Bellisi (59' Goffredi), Menegazzo (54’ Ferrante), Bernacci (36’ Zenzola), Omeregie (36’ Draga’), Torino (59' Mascarin).

A disposizione: Raffaelli, Rosetti.

Allenatore: Francesco Morara,

Chievo Verona: Zouaghi, Malafronte (36’ Castellani), Fabbian, Corradi (65’ Caprile), Jashari, Bovo, Rigo (23’ Giona), Aido (65’ Haj Mohamed), Garnero (36’ Cielo), Ligi (55’ Nitri), Franzoni (55’ Mastella).

A disposizione: Tejada Barreras, Padovani.

Allenatore: Mauro Coppini.

Marcatori: 4’ Menegazzo, 17’ Zouaghi, 20’ Bellisi, 26’ Omeregie, 28’ Omeregie, 41’ Zenzola, 69’ Zenzola.

Ammoniti: 19’ Malafronte, 45’ Menegazzo.

Ultima modifica il Domenica, 08 Dicembre 2019 23:44
Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..