Riccardo Bigon e Marco Di Vaio Riccardo Bigon e Marco Di Vaio

Il Resto del Carlino - Bologna FC, il mercato non si ferma mai

Scritto da  Gen 29, 2020

Meno tre giorni alla fine del mercato. Al Bologna le acque sembrano essersi rasserenate, nonostante il rinforzo difensivo, che il Bologna sembrava ritenere necessario fino a qualche giorno fa, non sia ancora arrivato. Non c’è però preoccupazione, Marcello Giordano su Il Resto del Carlino ci informa che c’è serenità nello staff tecnico e negli uomini mercato rossoblù, in particolare dopo la prestazione dello scorso sabato, nella quale Paz non ha fatto rimpiangere Bani.

Le rassicurazioni dello staff medico riguardo le condizioni e i rientri di Dijks e Krejci inoltre hanno aggiunto sicurezze allo staff tecnico. Una serie di fattori che hanno portato il Bologna a valutare che l’ingresso del difensore fosse utile solo nel caso in cui fosse stato un acquisto valido per il futuro della formazione rossoblù, come ammesso da Bigon lo scorso venerdì a Casteldebole. Ecco quindi come si sono spente sul nascere le voci su un ritorno di Sebastian De Maio, ormai 32enne, nome comunque vivo per il Montreal Impact.

Il mercato però non dorme mai, e mentre il Bologna sembra aver arrestato la ricerca del difensore, chi non si ferma mai è Marco Di Vaio. Il responsabile dell’area scouting del Bologna infatti è in questi giorni in Sud America per seguire da vicino il pre-Olimpico del sub continente americano. Il torneo vede impegnate le rappresentative under 23 di tutte i paesi del Sud America. Un viaggio utile ad inserire qualche nome nel taccuino, ma anche per fare un salto in Florida, dove in questi giorni gli Impact di Thierry Henry stanno svolgendo la preparazione in vista della prossima stagione MLS. Un’occasione per Di Vaio di osservare da vicino i progressi di Okwonkwo, ma anche di vedere all’opera talenti interessanti come Pantemis, portiere che ha già respirato l’aria di Casteldebole per qualche stage, il terzino ex Lione Brault-Guillard e l’esterno offensivo ex Barcellona Tabla.

Stefano Francesco Utzeri

Laureato in giornalismo all'Università di Parma, sto realizzando il sogno di raccontare lo sport a modo mio. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.