Logo UEFA Logo UEFA fonte immagine: Fabrice Coffrini/AFP/Getty Images

Corriere di Bologna - Bologna FC, da oggi in UEFA si discute sul termine della stagione

Scritto da  Apr 01, 2020

Spiragli. Da oggi si inizierà a parlare concretamente di finale di termine della stagione. Infatti, con una riunione organizzata dalla UEFA, rigorosamente in conference call, i dirigenti Nazionali delle Federazioni affiliate alla UEFA e i dirigenti del massimo organo calcistico europeo cominceranno a discutere quelle che saranno le nuove date della stagione europea.

Si va dunque verso una stagione prolungata. Ceferin ha ottenuto il sì dalla FIFA e vuole portare a termine questa stagione anche sforando il termine dei contratti al 30 giugno 2020. Ricevute infatti le rassicurazioni di Infantino quest’oggi si discuterà questo punto, che coinvolge davvero tutti. Le possibilità che questa stagione influisca anche sulla durata della prossima, viste anche le nuove date dell’Europeo, sono altissime.

Anche il Bologna è ovviamente spettatore interessato di queste decisioni. Come riporta Alessandro Mossini sul Corriere di Bologna, anche i rossoblù faranno i conti con situazioni particolari. La società ha infatti 4 giocatori in scadenza in rosa: Palacio, Danilo, Da Costa e Krejci. A prescindere dagli eventuali accordi di prolungamento che si stavano andando a concludere prima dello stop temporaneo della stagione, vedi Palacio e Danilo su tutti, questi accordi in scadenza il prossimo 30 giugno 2020 si allungheranno del tempo necessario a concludere la stagione. La loro valenza si ipotizza si allungherà almeno fino all’ultimo giorno della stagione europea. Varrà per tutti, anche per coloro che avranno già deciso di accasarsi altrove. Destro, ad esempio, terminato il prestito al Genoa, si svincolerà decidendo di andare ovunque, ma con una nuova data, che non sarà più il 30 giugno.

Intanto El Trenza infatti aveva quasi concluso l’accordo che gli avrebbe permesso di rimanere in Italia ancora un anno. Fermo a quota 87 reti, i rossoblù vorrebbero bloccarlo ancora un anno nel Belpaese per farlo entrare tra i primi 100 marcatori della classifica all-time di Serie A. Discorsi che si concluderanno presto, come anche quello di Danilo destinato a rimanere a Bologna, mentre ancora tutto da scrivere è il destino di Angelo Da Costa. Il portiere, ormai perno dello spogliatoio, a novembre spegnerà 37 candeline e la società attende che il brasiliano decida del suo futuro. Guantoni appesi al chiodo? Chissà, per lui comunque tutte le strade sono aperte: il posto tra i pali, un posto accanto a Luca Bucci oppure dietro una scrivania. La scelta sarà sua.

Molto diversa la situazione di Ladislav Krejci. Il ceco è tornato in patria ormai da diverse settimane, e ha già terminato il suo periodo di quarantena post rientro dall’Italia. In una intervista al sito Isport.cz ha parlato della situazione italiana e inoltre si è detto fiducioso di poter prendere parte all’Europeo nel 2021, che altrimenti avrebbe quasi sicuramente saltato per il guaio al ginocchio che lo tiene fuori dallo scorso dicembre. Convincere il CT a farsi convocare per Euro2021 sarà quasi certamente una missione che non compirà a Bologna, perché la società non intende a prolungargli il contratto.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.