Il Resto del Carlino - Saputo: ''Non sono contento dei risultati. Non ho paura di investire'' crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblu

Il Resto del Carlino - Saputo: ''Non sono contento dei risultati. Non ho paura di investire''

Scritto da  Mar 05, 2022

 

 

Joey Saputo torna a parlare a distanza di qualche mese, e questa volta lo fa direttamente da Miami.
Il patron rossoblù, infatti, ha rilasciato una lunga intervista alle colonne odierne de Il Resto del Carlino.

''Ci tengo a dire ai tifosi che sono molto vicino al Bologna, anche se parlo raramente.
Il futuro di Mihajlovic? Al momento non posso esprimermi in questo senso, bisognerà vedere tra qualche mese se avremo raggiunto quello che ci siamo prefissati. Quello che posso dire è che non vorrei che restassero persone solo perché a Bologna si sta bene, servono persone determinate a dare sempre di più. Sono valutazioni che io e Fenucci dovremo fare.
Ad oggi non posso ritenermi contento per i risultati, a dicembre invece ero soddisfatto perché eravamo in linea con i nostri obiettivi. Abbiamo visto tutti quali sono le nostre possibilità nel girone di andata. Sia i giocatori sia lo staff tecnico sono messi in ottime condizioni per svolgere al meglio il loro lavoro, quindi si, oggi posso dire che mi aspettavo di più. Tuttavia, mancano ancora diverse partite, vediamo alla fine.
Cosa è mancato per l'Europa? Andrebbe chiesto allo staff tecnico, io non ci sono dentro. Io la mia parte l'ho fatta, ho investito tanto e ho cercato di trattenere più giocatori possibile. Ho fatto un enorme sforzo per arrivare ad Arnautovic, vorrei sapere anche io perché una squadra che ha fatto così bene ora faccia così fatica.
L'arrivo di nuovi soci? Non ho questa esigenza, non ho alcuna intenzione di lasciare Casteldebole.

Se ho paura di fare investimenti? No, ma c'è differenza tra investimento e spesa, e devo capire a cosa vado incontro. Non ho problemi a investire, una spesa invece va ragionata bene.''
Intanto, Fenucci (anche lui presente alla video intervista) fa sapere che l'iter burocratico per il nuovo stadio prosegue ma per quanto riguarda la data ''dipenderà tutto dallo stadio temporaneo''.

''Tornerò allo stadio il 20 marzo''. - prosegue il patron - ''Mi aspetto di vedere una squadra disposta a lottare sempre. Non posso leggere che è mancato l'atteggiamento. Si gioca due ore alla settimana, e in quel momento si deve dare il massimo. Bisognerebbe prendere esempio da Palacio, per lui ogni partita era come una finale.
Un altro investimento alla Arnautovic? Perché no, ma deve essere un profilo adatto a noi, che possa far crescere anche gli altri. Non mi spaventa investire''.

(Fonte: Il Resto del Carlino - Gianmarco Marchini)

Ultima modifica il Sabato, 05 Marzo 2022 17:29
Deborah Carboni

Laureata in Scienze della Comunicazione e grande appassionata di calcio. L'amore per il Bologna, iniziato nel 2008, è il motivo principale che mi ha condotto a realizzare un piccolo grande sogno: diventare giornalista sportiva.