Soriano e Sinisa Mihajlovic Soriano e Sinisa Mihajlovic Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblù

Il Resto del Carlino - L'abbondanza nel centrocampo rossoblù crea dubbi

Scritto da  Apr 16, 2022

Basta scorrere la lista dei convocati e capire che il "Regno dell'Abbondanza" è tornato a Casteldebole. Dai 23 convocati di Sinisa Mihajlovic per la partita contro la Juventus, partita che il tecnico sa che si giocherà soprattutto a centrocampo, mancano Falcinelli e Santander (oltre all'ancora indisponibile Kingsley e Rojas e Juwara).  A centrocampo, si diceva, si giocherà il match: così hanno ragionato Sinisa e il suo staff tecnico, dove l'alta intensità dello sviluppo del gioco e i 5 cambi potrebbero permettere alla squadra rossoblù di mettere in difficoltà i bianconeri, perché, proprio a centrocampo, Massimiliano Allegri ha gli uomini contati. 

Per questo la mediana odierna (che può contare su sette convocati) potrebbe essere formata da Aebischer (ottime prove fornite fin qui contro il Milan e la Samp), Schouten (imprescindibile in un centrocampo a matrice difensivista) e Soriano (che sarebbe il trade union fra i due reparti, a supporto di Orsolini e Arnautovic e, allo stesso tempo, con compiti di interdizione a centrocampo). L'esperienza di Soriano sarebbe preferita (usiamo sempre il condizionale) all'atletismo di Dominguez e Svanberg, che danno assoluta sostanza a quel reparto in punto cambi e destinati ad entrare nella ripresa, quando le energie inizieranno a calare.

Nessuna sorpresa, o quasi, in difesa: confermata in blocco la retroguardia, con Skorupski, Soumaoro, Medel, Theate a difesa della porta rossoblù, mentre sulle corsie esterne Hickey e Dijks a difendere e offendere allo stesso tempo, sapendo che in panchina ci sono De Silvestri, Kasius e Mbaye pronti ad entrare in campo.

Ultima nota, tinta di amarcord: è dal 26 febbraio 2011 che manca la vittoria a Torino (Di Vaio, Di Vaio). Sarebbe il caso di provvedere a far terminare questo lungo, lunghissimo digiuno.

 

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"