Thiago Motta: ''Domani mi aspetto entusiasmo e voglia di giocare a calcio'' crediti immagine: Bologna Fc

Thiago Motta: ''Domani mi aspetto entusiasmo e voglia di giocare a calcio''

Scritto da  Set 16, 2022

Questo pomeriggio, vigilia di Bologna-Empoli, ha parlato in conferenza stampa Thiago Motta.

Domani ci saranno cambiamenti tattici?
''Con un cambio c'è sempre qualcosa di diverso, ma non voglio nemmeno stravolgere le cose in una settimana''.

Cosa stai provando il giorno prima di una nuova avventura?
''Cerco di restare tranquillo anche se non è facile, visto che è una nuova avventura. Sono contentissimo di iniziare e cerco di provare tutte le emozioni del caso''.

Che gruppo hai trovato? Che risposte hai dato ai giocatori in merito anche alle gerarchie? Come vede Medel?
''Gary è un giocatore esperto, polivalente, con tante partite ad altissimo livello, io conto su tutti e tratto tutti allo stesso modo. Dentro al campo si parla e ognuno si guadagna il posto dando il suo massimo per il bene della squadra. Gary lo vedo molto bene e spero continui così''.

Medel e Arnautovic sono due campioni? 
''E’ la loro carriera che parla per loro, non sta a me dirlo. Noi pensiamo sempre al presente, Marko sta facendo un ottimo campionato, lo stesso vale per Medel''

La riaggressione immediata del pallone si vedrà subito?
''Lo metteremo in pratica, ma non lo faccio solo io. Nel calcio moderno è una caratteristica di molte squadre, dipende dalla predisposizione, non è sempre uguale. Ci lavoreremo giorno dopo giorno''.

Come sta Barrow a livello mentale?
''L’ho visto molto bene''.

Orsolini ci sarà domani?
''Ha fatto tutto l’allenamento oggi ed è disponibile per domani''.

Il ruolo del portiere nel tuo calcio?
''E’ un giocatore in più per me. Dentro al campo abbiamo un grandissimo portiere, abbiamo la possibilità di aiutarlo. Tutti gli altri attorno a lui devono aiutarlo sia giocando corto sia lungo''

Zirkzee al momento è solo l’alternativa ad Arnautovic?
''Dipende da quello che farà lui, io sono contentissimo per ora di lui. Avere giocatori di grande prospettiva come lui in squadra è una fortuna, perché alzano il livello degli allenamenti. Da quello che ho visto i titolari hanno giocatori che in allenamento li mettono in difficoltà, ma ciò dipenderà da quello che fanno in settimana poi starà a me metterli in campo al modo migliore''.

Che Empoli si aspetta?
''Hanno cambiato poco negli ultimi tempi, hanno un gioco verticale che sfrutta gli inserimenti dei giocatori. Non avendo gli esterni fissi è più difficile trovare punti di riferimento, mi aspetto il miglior Empoli possibile''.

Cosa vuole rivedere rispetto alla gara con la Fiorentina?
''L’entusiasmo e la voglia di giocare a calcio, voglio vedere una squadra che corre e che pressa l’avversario, sono queste le cose che vorrei vedere. Sono convinto che faremo una bella gara''.

Cosa invece non vorrebbe rivedere?
''Possiamo migliorare sempre, delle cose meno buone parleremo tra di noi''.

Domani vorresti già vedere una fisionomia di squadra tua?
''Io vorrei la perfezione ma nel calcio non c’è. Durante la settimana dobbiamo migliorare alcune situazioni, e appena si avvicina la partita guardiamo la squadra avversaria e vediamo dove possiamo metterli in difficoltà. 
Nel calcio ci sono tante cose in mezzo e la cosa più importante è pensare di arrivare al meglio possibile alla prossima gara, e mi aspetto di voler giocare sempre per vincere''.

E’ troppo pensare di passare a quattro in difesa dopo una settimana?
''Non credo, noi giochiamo sempre in undici. Il modulo è importante, ma ci sono anche altre cose come la predisposizione e le caratteristiche dei giocatori''.

Ha visto un simil Agudelo in questa squadra?
''Non mi piace paragonare giocatori, lui l’ho avuto al Genoa e allo Spezia. Qui ho tantissimi giocatori di qualità, oggi sono contento di avere questa rosa perché mi consente di avere diverse soluzioni''.

Dove lo vede in campo Dominguez?
''Io lo tratto come centrocampista, deve saper difendere e attaccare, deve essere bravo nelle transizioni e deve saper fare gol. Può giocare più avanti e anche più arretrato, perché ha tantissima qualità''.

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.