Thiago Motta Thiago Motta fonte immagine: Bologna FC

L'Opinione della Redazione - Bologna, meglio insistere ancora sul 3-5-2

Scritto da  Set 25, 2022

Ritorna oggi "L'Opinione della Redazione", la rubrica che dà spazio ai pensieri della redazione di 1000cuorirossoblù sui principali temi della settimana del Bologna, andando ad analizzare due prospettive agli opposti.

L'altra opinione la si può trovare cliccando qui.

In estate il Bologna ha impostato la propria campagna acquisti sulla costruzione di una rosa che avrebbe dovuto vestire un abito simile a quello delle ultime stagioni: il 3-5-2. Un modulo che, all’occorrenza, con l’inserimento di capitan Soriano o di Vignato avrebbe potuto diventare un 3-4-1-2.

La prima partita di Thiago Motta ha dimostrato che un modulo come il 4-2-3-1 con gli esterni offensivi a disposizione del Bologna avrebbe richiesto tempo, o, peggio, potrebbe diventare uno spreco di tempo, non giungendo alla fine ad un adattamento tecnico-tattico completo.

Per questo, la strada migliore da percorrere per il tecnico italo-brasiliano dovrebbe essere quella del 3-5-2. La rosa ha i numeri giusti per non avere problemi a livello numerico, in momenti di emergenza, avendo due giocatori per ruolo e potendo sfruttare la duttilità di diversi giocatori.
Il 3-5-2 permetterebbe ai rossoblù di sfruttare al meglio le ultime cartucce del Pitbull Medel al centro della difesa e anche il talento da braccetto di destra di Stefan Posch, che nella prima uscita contro la Fiorentina ha mostrato doti davvero interessanti.
Inoltre, le carenze offensive degli esterni di centrocampo rossoblù, potrebbero essere risolte facilmente con l’adattamento di due giocatori, al momento in difficoltà nei rispettivi ruoli: De Silvestri e Orsolini. L’esterno romano potrebbe tranquillamente traslocare in difesa, dove le prestazioni di Soumaoro e Bonifazi non stanno convincendo, mentre Orso potrebbe tornare a provare ad interpretare il ruolo di esterno a tutta fascia, certamente molto offensivo, ma eventualmente compensata dalla presenza sulla fascia opposta di un calciatore meno proiettato in avanti.
Inoltre, Motta potrebbe sviluppare un modo di giocare moderno anche giocando col 3-5-2. Sfruttando le capacità tecniche, fisiche e aerobiche di Posch e Lucumì, Motta potrebbe sfruttare anche la possibilità di creare superiorità numerica sulle fasce, facendo sovrapporre i centrali agli esterni di fascia.

Infine, la disposizione col 3-5-2 potrebbe valorizzare la capacità delle mezzali acquistate in estate nel rifinire o finalizzare l’azione, vedi Ferguson o Moro. Inoltre, la coppia di attaccanti davanti potrebbe vedere come protagonisti, accanto ad Arnautovic, Barrow, Zirkzee, ma anche lo stesso Vignato.

Ultima modifica il Domenica, 25 Settembre 2022 20:37
Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.