Thiago Motta: ''Dobbiamo dare continuità a quanto fatto a Napoli. Mi aspetto il miglior Cagliari'' crediti immagine: Bologna Fc

Thiago Motta: ''Dobbiamo dare continuità a quanto fatto a Napoli. Mi aspetto il miglior Cagliari''

Scritto da  Ott 19, 2022

Questo pomeriggio, vigilia della gara di Coppa Italia, ha parlato in conferenza stampa Thiago Motta.
Di seguito le sue dichiarazioni.

Domani ci si aspetta la prima vittoria della tua gestione.

''E’ un nostro obiettivo, è una coppa importante per tutti. Dobbiamo dare continuità a quanto fatto contro la Sampdoria nel primo tempo e con il Napoli, dobbiamo fare la nostra partita''.

Domani è l’occasione per vedere qualcuno che ha giocato meno?

''Per me è la partita più importante perché è la prossima. Bisogna dare costanza a quanto fatto finora, domani ci saranno cambi pensando sempre però ad affrontare la partita al massimo e mettendo in campo la squadra migliore per affrontare il Cagliari''.

Ha parlato con la società di un obiettivo concreto in Coppa Italia?

''L’obiettivo è dare il massimo e vincere. E’ difficile fare conti, affronteremo la partita al massimo, è un impegno importante''.

Qual è il valore degli allenamenti per lei?

''Non basta farli tutti, ma bisogna anche dare il massimo, bisogna fare le cose giuste. Io guardo tutti gli allenamenti per vedere chi sta meglio e faccio le scelte pensando al bene della squadra. Chi vedo che sta meglio gioca''.

Un giudizio su Zirkzee a Napoli?

''Ha fatto una buona partita, quando partecipa al gioco è in armonia. E’ di grande livello, si sta allenando bene e per questo si merita di giocare''.

 Come sta Arnautovic?

''Arnautovic sta meglio, si è allenato, vediamo per domani chi inizia e chi invece può subentrare''.

Domani spazio al secondo portiere?

''Quello che ho detto vale per tutti, per loro è chiaro che ora il primo è Lukasz. Sta a loro dimostrare di cambiare le cose eventualmente''.

La vicinanza alla gara con il Lecce può incidere sulla formazione?

''Analizziamo la situazione globale e cerchiamo di mettere tutti in condizione di fare bene. Abbiamo poco tempo tra le partite, ma la cosa più importante è il risultato per un allenatore e quindi cerco di mettere sempre i migliori. Domani affronteremo la gara al massimo, poi avremo tempo di pensare al Lecce. Metteremo tutto sulla bilancia''.

Un giudizio sulla gara di Ferguson a Napoli? Può dare una mano anche in una posizione più avanzata?

''Si è la sua caratteristica, è un ragazzo molto intelligente, deve arrivare nell’area avversaria perché sa fare gol. A Napoli ha fatto bene, è un giocatore che indietro è molto responsabile e sa coprire gli spazi, ha preso una botta a fine partita e ha saltato un allenamento ma poi è subito ritornato. Ciò significa che gli interessa''.

Sul piano personale quanto ti pesa non aver ancora vinto qui a Bologna?

''Tutte le mie esperienze mi hanno insegnato qualcosa, cerco di trovare una soluzione attualmente per cambiare questa dinamica e sono convinto che riusciremo a trovarla''.

Ha un messaggio per Soriano?

''E’ importantissimo per il gruppo, l’impegno e la costanza che sta avendo sono enormi, così potrà avere minutaggio. Anche gli altri stanno facendo bene a centrocampo, lo stimo e lui lo sa. Sta cercando di migliorare anche gli altri, è un esempio per tutti''.

Che Cagliari troverete domani?

''Una squadra che sa contrattaccare, ha giocatori di esperienza e sta a noi dimostrare che vogliamo fare il risultato. Mi aspetto il miglior Cagliari possibile e da parte nostra concentrazione per fare bene''.

Che cosa vorresti dire a Orsolini? Come lo hai visto?

''Tutti per me sono importanti. Adesso Musa è tornato e ha fatto un grandissimo recupero, è entrato in campo allenandosi molto bene. Riccardo deve aspettare il suo momento allenandosi al massimo e dimostrando di essere migliore dei suoi compagni. Dipenderà da lui''.

Domani vedremo un'altra coppia in difesa?

''La difesa per me è importantissima, ci vuole concentrazione. E’ ciò che mi preoccupa di meno, i ragazzi capiscono subito che in fase di costruzione devono essere presenti e quando difendono devono essere molto concentrati: Sosa per esempio ha fatto bene con la Juventus, adesso ha meno spazio perché Lucumi si sta allenando bene, ma sono contento anche di Kevin e Stephan''.

Qual è la peculiarità che vuole rivedere domani rispetto alla gara con il Napoli?

''Lo spirito di gruppo, restare insieme anche nelle difficoltà. Abbiamo incontrato una grande squadra, bisogna capire i momenti: bisogna capire quando attaccare e quando restare indietro''.

Hai risentito Saputo?

''No non l’ho sentito''.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Ottobre 2022 14:29
Deborah Carboni

Laureata in Scienze della Comunicazione e grande appassionata di calcio. L'amore per il Bologna, iniziato nel 2008, è il motivo principale che mi ha condotto a realizzare un piccolo grande sogno: diventare giornalista sportiva.