La Svizzera vince di misura sul Camerun. Panchina per Aebischer crediti immagine: Bologna Fc

La Svizzera vince di misura sul Camerun. Panchina per Aebischer

Scritto da  Nov 24, 2022

Questa mattina alle ore 11 presso l’Al Janoub Stadium ha fatto il suo esordio nella Coppa del Mondo 2022 la Svizzera di Michel Aebischer, che nella prima gara del Girone G ha sfidato il Camerun.
La Svizzera si schiera con un 4-2-3-1 con Sommer in porta, Widmer, Elvedi, Akanji e Rodriguez in difesa, i noti Xhaka e Freuler a centrocampo e in avanti il C.T. Yakin dà spazio a Shaqiri, Sow e Vargas con Embolo unica punta. Parte quindi dalla panchina Michel Aebischer.
Dall’altra parte il Camerun vara un 4-3-3 con Onana in porta, linea difensiva composta da Tolo, Castelletto, N’koulou e Fai mentre a centrocampo spazio a Hongla, Anguissa e Gouet. In attacco il terzetto offensivo è formato da Mbeumo, Choupo-Moting e Toko-Ekambi. Tra le fila del Camerun si segnala la presenza di Nicolas N’koulou, ex obiettivo di mercato del Bologna. Nell’estate del 2021, infatti, l’allora coppia dell’area tecnica rossoblù (ossia Bigon e Sabatini) era stata stuzzicata dall’idea di portare sotto le due torri il difensore camerunense. Il giocatore avrebbe gradito la destinazione soprattutto per ricominciare a lavorare con Mihajlovic dopo l’esperienza al Torino. Tuttavia, l’alto ingaggio percepito da N’koulou (1,6 milioni di euro all’anno) aveva fatto virare la dirigenza del Bologna su altri profili, con il difensore che poi si era accasato al Watford. Attualmente N’koulou milita nell’Aris Salonicco, in Grecia.

PRIMO TEMPO - Nei primissimi minuti di gara è la Svizzera a prendere in mano il pallino del gioco, con il Camerun che attende e studia l’avversario difendendo in maniera ordinata. 
Svizzera che in questi minuti fatica a trovare varchi per inserirsi.
Prima occasione vera della partita al minuto 9 con Toko Ekambi che sorprende la difesa della Svizzera ma spara alto. Camerun di nuovo pericoloso 6 minuti dopo con Choupo-Moting che salta Akanji, ma Sommer si fa trovare pronto. L’attaccante camerunense era comunque partito in offside. Adesso è la squadra africana a fare la partita: Mbeumo salta tre avversari in area di rigore, pallone che arriva a Tolo che però viene murato dalla difesa svizzera.
Al 29’ ennesima occasione per il Camerun ma Sommer è bravo a respingere. La risposta della Svizzera arriva al 32’ con Vargas che serve Widmer che mette al centro per Saw, ma l’attaccante svizzero sfiora solamente il pallone. Al 34’ grande occasione di Widmer che va a chiudere su Toko Ekambi evitando di fatto un possibile pericolo per la Svizzera. Pericolosa la Svizzera al minuto 39’ con Elvedi che va a colpire di testa sugli sviluppi di un corner, palla sul fondo. La miglior occasione per la Svizzera arriva nei minuti di recupero su cross di Vargas con Akanji che spizza di testa ma non riesce a trovare la porta.
Primo tempo che si chiude sullo 0-0, con il Camerun decisamente più dentro la partita e con la Svizzera che solo nel finale è riuscita a rendersi pericolosa.

SECONDO TEMPO - Nessun cambio nella ripresa né da una parte né dall’altra.
Passano due minuti e la Svizzera passa in vantaggio grazie a Embolo su uno splendido assist di Shaqiri, con la difesa del Camerun che si fa trovare impreparata.
Al 56’ si fa vedere in avanti il Camerun con Choupo-Moting che salta il difensore svizzero e prova a calciare. Palla deviata in angolo.
Camerun che in questo momento fatica ad andare al tiro.
Passano 10 minuti e la squadra africana va vicina al pareggio con un colpo di testa di Anguissa su punzione. Un minuto dopo Onana si rende protagonista di una grande parata sul destro di Varga, palla deviata in angolo: difesa del Camerun molto disattenta in questa fase di gioco. Sugli sviluppi del corner va vicinissimo al raddoppio Embolo che però sfiora soltanto il pallone.
Triplo cambio per la Svizzera al minuto 71: entrano Seferovic, Frei e Okafor.
Altro campo per la Svizzera al minuto 80 con Vargas che lascia il posto a Rieder. E’ proprio il neo entrato a rendersi pericoloso un minuto dopo mettendo in mezzo un pallone insidioso: N’koulou si fa trovare pronto.
Svizzera vicino al raddoppio con un tiro di Xhaka da fuori area: para Onana.
Quinto cambio per la Svizzerra: entra Comert al posto di Rodriguez.
Nel finale di gara grande occasione per Seferovic in area di rigore, palla che però sbatte sul difensore del Camerun.
Dopo 6 minuti di recupero, la partita si conclude sull’1-0 per la Svizzera.

Svizzera che quindi vince di misura e si porta a casa 3 punti fondamentali in ottica passaggio del turno. Si complica il cammino del Camerun che adesso sarà costretto a provare a fare risultato con Serbia e Brasile. Panchina per Michel Aebischer.
Nella prossima gara la Svizzera affronterà il Brasile, il Camerun invece se la vedrà con la Serbia.

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.