Emil Holm Emil Holm fonte immagine: Twitter ufficiale Spezia Calcio

La Bottega dei Talenti - Emil Holm

Scritto da  Dic 02, 2022

Il Bologna è alla ricerca di rinforzi sugli esterni già nel mercato di gennaio, ma con l’ampio ricambio che sarà presto necessario oggi i rossoblù potrebbero mettere nel mirino anche obiettivi di medio termine ovvero che guardano al calciomercato estivo. Uno di questi profili è quello di Emil Holm, esterno destro, classe 2000, da questa stagione in forza allo Spezia, dove sta stupendo per talento e costanza di rendimento e di conseguenza attirando l’interesse di tante squadre.

Emil Alfons Holm è nato a Göteborg il 13 maggio 2000. Cresce calcisticamente nella piccola società dell’Annebergs IF, a circa 25 km dalla sua città natale.

Gioca con la piccola società nelle vicinanze di Göteborg, dove cresce dai 5 ai 12 anni. Il suo talento ovviamente viene notato dalla squadra più importante della città, che sorge sulla costa occidentale del sud della Svezia. Passa così all’IFK Göteborg. Qui completa la sua formazione calcistica, giocando per 6 anni nelle giovanili degli Angeli.

Nel giugno 2019 esordisce in prima squadra. Entra nel finale della partita pareggiata in casa dell’Östersunds, in Allsvenskan. Nel finale del campionato gioca anche due volte da titolare. Al termine della sua prima stagione con “i grandi” sono 11 le sue presenze in campionato.

Nel 2020 diventa una delle principali prime alternative del Göteborg. Gioca ben 26 volte, saltando solo 4 partite, e 7 delle quali da titolare. In queste 26 apparizioni segna anche due reti, le prime due da professionista e serve anche tre assist. Gioca poi anche 4 volte in Svenska Cupen dove serve 2 assist. A settembre esordisce anche in Europa League, contro il Copenhagen.

All’inizio del 2021, per poco meno di 300 mila euro, passa al club norvegese del SønderjyskE, club l’anno precedente era stato acquistato dall’imprenditore americano Robert Platek. Con la formazione norvegese Emil diventa titolare solo nella seconda parte di stagione, quando la piccola squadra di Haderslev, nel sud della Danimarca, si gioca il girone per evitare la retrocessione.

Nel frattempo, Platek acquista anche lo Spezia in Italia. Holm comincia la stagione con la piccola società norvegese senza stupire particolarmente per prestazioni. I biancoblù vivono una stagione difficile, ma a fine agosto, Emil passa ufficialmente allo Spezia per 700 mila euro e rimane in Norvegia a terminare la stagione. A fine stagione, le presenze sono 25 con 3 gol e 2 assist che non aiutano la piccola squadra norvegese a non retrocedere.

Terminato il prestito, passa così allo Spezia.
In Italia, dopo poche partite si prende la titolarità nello Spezia come tornate a tutta fascia, a destra. 14 presenze, 1 gol e 2 assist, entrambi serviti nella vittoria 2-1 contro la Sampdoria.

Con la Nazionale Svedese, gioca prima con la Nazionale under 19 per 3 volte (con un assist). Nel 2021 esordisce e diventa un titolare fisso della rappresentativa under 21, con cui gioca per 8 volte segnando 2 reti e servendo ben 4 assist (di cui uno contro l’Italia, nello stesso girone di qualificazione all’Europeo di categoria).
Nelle scorse settimane, prima del Mondiale, esordisce nella Nazionale maggiore, giocando due partite da titolare contro Messico e Algeria.

191cm x 83kg, Emil è un giocatore longilineo, con una struttura muscolare importante. Possiede lunghe fasce muscolari e molto sviluppate, sia negli arti inferiori che in quelli superiori. Queste caratteristiche fisiche fanno di lui un esterno fuori dal comune: forte fisicamente, non particolarmente rapido nei primi metri di scatti e negli spazi stretti, ma veloce sul lungo e in possesso di grandi capacità di fondo. Inoltre, è ovviamente fortissimo nel gioco aereo.

Destro naturale, è dotato di un’ottima tecnica individuale ed ha anche una buona padronanza del piede debole il sinistro. Esterno destro, principalmente capace di giocare a tutta fascia, per caratteristiche fisiche e tecniche è un perfetto terzino basso di una difesa a quattro.

Tecnicamente ordinato, è un appoggio fondamentale anche nella costruzione della manovra sia perché attento e preciso nell’esecuzione dei passaggi, sia perché in grado di saltare la prima linea di pressione grazie alle sue capacità tecniche e atletiche. Infatti, durante la prima parte del torneo, non di rado, abbiamo visto l’esterno svedese portare il pallone, dribblare il diretto avversario anche solo grazie al primo controllo.

Emil è dotato di grandi capacità tecniche, ma anche di una visione del gioco senza il pallone da non sottovalutare. Individua sempre lo spazio giusto da attaccare, sia esternamente, che internamente, si sovrappone con puntualità e spesso si fa trovare anche centralmente, se la situazione di gioco necessita un movimento diverso dal solito.

Inoltre, è dotato di un tiro potente e preciso anche col mancino, con cui ha segnato anche dalla medio-lunga distanza. In Nazionale, nell’under 21 è stato anche incaricato di tirare i rigori.

In fase difensiva ha certamente da migliorare in fatto di concentrazione durante l’arco della partita, ma grazie alla sua fisicità è quasi insuperabile dal punto di vista del gioco aereo. Possiede anche un ottimo tempismo nel tackle scivolato.

Difficile oggi capire se l’operazione sia fattibile per i rossoblù, anche perché le prestazioni dell’esterno scandinavo non sono passate inosservate. Tuttavia, è evidente che Sartori e Di Vaio osserveranno da vicino la situazione e qualora ci fosse la possibilità interverranno nel tentativo di chiudere un gran colpo a prezzi sostenibili.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.