Josh Doig Josh Doig fonte immagine: Hellas Verona

La Bottega dei Talenti - Josh Doig

Scritto da  Dic 07, 2022

Prosegue il casting degli uomini mercato rossoblù, alla ricerca di profili che abbiamo la possibilità di rinforzare le fasce del Bologna, a sinistra o a destra. I rossoblù stanno setacciando il mercato alla ricerca di un profilo destro o sinistro. Vista la difficoltà ad individuare un elemento adeguato a destra, i rossoblù tengono d’occhio anche il mercato degli esterni mancini e negli ultimi giorni, dopo le voci estive, è tornato a rimbalzare il nome dello scozzese Josh Doig, ora in forza all’Hellas Verona.

Josh Thomas Doig è nato il 18 maggio 2022, a Edimburgo.

Cresce nel settore giovanile dell’Hearts. Coetaneo di Aaron Hickey, con l’ex rossoblù ha condiviso buona parte del percorso svolto in patria, ad esclusione delle annate in cui Hickey si è trasferito ai Celtic.

Nel 2019, lascia gli Hearts e completa i suo percorso formativo nel calcio con una stagione nel settore giovanile dell’Hibernian.

Nel gennaio 2020 comincia la carriera professionistica e passa in prestito al Queens Park, piccola società allora militante in Scottish League Two, dove colleziona 9 presenze, di cui 7 in campionato e due nelle coppe nazionali, servendo anche due assist

Nell’estate 2021 rientra all’Hibernian, con cui gioca in Scottish Premiership ritagliandosi uno spazio molto importante anche da titolare. 35 presenze di cui 30 da titolare, in tutte le competizioni. In queste 35 apparizioni trova anche il primo gol da professionista e serve 4 assist.

Nella stagione scorsa, 2021/22, Josh cala di rendimento, ma trova ulteriore spazio ed esordisce anche in Europa, nei preliminari di Conference League. In totale, 42 presenze, 4 assist.

La scorsa estate, dopo l’iniziale forte interessamento del Bologna poi orientatosi verso l’acquisto di Andrea Cambiaso, ad arrivare sul giocatore è stato l’Hellas Verona che ha chiuso l’acquisto dell’esterno scozzese per 3,6 milioni di euro. Nell’inizio di stagione difficilissimo dei veronesi (5 punti in classifica e ultimo posto in solitaria, con 10 ko di fila), Josh si è distinto in particolare nelle prime 6 apparizioni con due reti e due assist.

Finora, è stato convocato e ha giocato con la Nazionale under 21 per 7 partite. Lo scorse settembre è stato convocato dalla Nazionale maggiore senza esordire.

189cm x 71kg Josh ha un fisico longilineo con lunghi arti e muscoli affusolati. È dotato di una lunga falcata con cui produce una grande velocità soprattutto sul lungo. Inoltre, è in possesso di una potenza fisica fuori dal comune con cui regge a tutti i duelli fisici più robusti.

Mancino naturale, è dotato di una discreta tecnica individuale, grazie alla quale riesce a controllare sempre in maniera ordinata e giocare il pallone sempre in maniera veloce e precisa. È un giocatore che ama partecipare alla manovra in maniera attiva proponendo sempre una opzione di passaggio.

Doig è principalmente un esterno sinistro a tutta fascia, ma può giocare anche terzino basso sia sulla corsia mancina che su quella destra. Josh ama giocare larghissimo, quasi a toccare la linea laterale per dare un’opzione larga e aperta all’impostazione della squadra. 

L’esterno scozzese è un giocatore di manovra piuttosto e non ama portare il pallone per molti metri e non è dunque un giocatore che col suo possesso rompe le linee del pressing avversario. Tuttavia, grazie alla sua rapidità nel giocare il pallone e la sua capacità di giocare in associazione coi compagni con rapido uno due, gli permette di superare il pressing agevolmente. 

Inoltre, ha buoni tempi dì inserimento, quindi non è un caso che abbia già segnato due reti in Serie A.

È un calciatore molto intelligente dal punto di vista difensivo. Oltre ad avere una buona capacità nel gioco aereo anche grazie alla sua altezza, è bravo anche nell’uno contro uno, fondamentale in cui è molto intelligente nonostante la giovane età, aiutato da grandi possibilità fisiche.

Doig sarebbe un rinforzo ideale per la squadra rossoblù, perché è un giocatore che può aiutare da un punto di vista tecnico soprattutto nell’idea tattica di Thiago Motta. Ricevendo spesso largo e con abilità tecniche importanti, darebbe la possibilità al Bologna di cambiare spesso il fronte del gioco e allargare le difese avversarie per favorire gli inserimenti.

 

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.