Ramiz Zerrouki Ramiz Zerrouki fonte immagine: Twitter ufficiale Twente

La Bottega dei Talenti - Ramiz Zerrouki

Scritto da  Feb 08, 2023

Si è chiuso la scorsa settimana il mercato invernale. Sessione in cui i rossoblù hanno badato alla sostanza, rispondendo presente alle richieste di Thiago Motta, senza togliere budget alle operazioni del prossimo futuro. Una di queste si ipotizza possa essere un nuovo centrocampista, un giovane talento di cui non è ancora emerso il nome e su cui i dirigenti del Bologna vorrebbero mettere le mani al più presto.

Una possibilità, vista la situazione contrattuale di Gary Medel e l’attuale stato di forma di Jerdy Schouten, è l’acquisto di un mediano, regista, che coniughi doti di interdizione a doti di impostazione della manovra.
Osservando, dunque, quel che offre il mercato, escludendo a priori la Serie A e gli altri quattro maggiori campionati europei, si potrebbe ipotizzare che Giovanni Sartori possa aver deciso di pescare ancora in Eredivisie. Un nome possibile, viste le ottime prestazioni, la quotazione di mercato ancora relativamente bassa e le caratteristiche fisiche e tecniche, è quello di Ramiz Zerrouki.

Secondo Sofascore e WhoScored, Zerrouki è tra i primi 15 centrocampisti per rendimento nell’attuale Eredivisie con un rendimento medio che varia dai 7.34 punti di Sofascore ai 7.21 di WhoScored.

Ramiz Larbi Zerrouki nasce ad Amsterdam, il 26 maggio 1998, da genitori di origine algerina. Cresce nelle giovanili dell’Ajax, con cui fa tutta la trafila giovanile.
Compiuti 18 anni, libero da vincoli con l’Ajax, firma a parametro zero con il Twente. Qui completa il percorso di maturazione calcistica, giocando prima con l’under 19, poi con l’under 21 dei Reds olandesi.
Approda in prima squadra solo nella stagione 19/20, esordendo in KNVB Beker.

Nella stagione successiva, 20/21, entra in pianta stabile nella rosa della prima squadra del Twente. Dopo i primi mesi di ambientamento, da gennaio entra nella formazione titolare e non ne esce più. Con l’unica presenza in KNVB Beker, a fine stagioni conterà 32 gettoni totali, di cui 24 da titolare, apparizioni nelle quali fornisce anche due assist.

Per il primo gol da professionista, Ramiz deve attendere la scorsa stagione. La stagione 21/22 è particolarmente prolifica per lui. Arrivano infatti 4 reti e un assist, in 34 presenze tra campionato e coppa nazionale.

In questa stagione non ha invece trovato la via del gol in 24 presenze tra campionato e preliminari di Conference League. Tuttavia, grazie al suo rendimento nei fondamentali in non possesso ed in regia, risulta avere un rendimento di alto livello. Prestazioni grazie alle quali il Twente si trova in quinta posizione a -6 dalla vetta classifica.

A marzo del 2021, dopo aver scelto la Nazionale Algerina, Zerrouki ha esordito con la rappresentativa africana, facendo parte anche della spedizione che lo scorso gennaio 2022 aveva il compito (fallito) di difendere il titolo di Campione in carica. Ramiz ha finora raccolto 17 presenze in Nazionale e segnato una rete.

183 cm, peso non noto, è un perfetto ectomorfo con una corporatura asciutta, una struttura muscolare non particolarmente sviluppata ed equilibrata. Dotato di lunghe leve, non ha particolari doti velocistiche né sul lungo, né sul breve, ma ha grande forza fisica e grande intelligenza nell’uso del proprio fisico.

Destro naturale, è dotato di un’ottima tecnica individuale, grazie alla quale, coniugata all’ottima capacità di utilizzo del proprio fisico, è in grado di mantenere il possesso del pallone. Usa con disinvoltura anche il piede debole, il mancino, soprattutto in occasione del primo controllo e della conduzione del pallone.

Ramiz è dotato di un’intelligenza tattica fuori dal comune. Possiede un senso della posizione molto spiccato, grazie al quale, statistiche alla mano, intercetta più di un pallone a partita e ingaggia 3.3 contrasti a partita, recuperando il possesso. Zerrouki, grazie al suo senso della posizione, è un perfetto frangiflutti davanti alla difesa.

Zerrouki ama alzare la pressione in non possesso. Pur giocando vertice basso del centrocampo, l’algerino aggredisce gli avversari anche in posizioni di campo molto avanzate, facendo valere la sua prestanza fisica, la sua capacità nel vincere i contrasti e la sua intelligenza nell’utilizzo del fisico. Capita dunque molto spesso, che nonostante la sua posizione sia relativamente più bassa della trequarti, Ramiz recuperi il pallone anche in posizione avanzata, da dove fa ripartire rapidamente l’azione da uno dei fantasisti del Twente. La sua heatmap parla chiaro, tutto il campo, escluse le due aree di rigore sono zona di sua competenza.

In possesso, invece, è un giocatore ben più compassato. Gioca su ritmi relativamente bassi, motivo per cui sulla trequarti offensiva preferisce spesso lasciare l’onere della giocata offensiva ad altri. Tuttavia, l’algerino è un “porto sicuro” per la manovra d’impostazione bassa. Rispetto all’80% di precisione nei passaggi nella metà campo offensiva, nella metà campo difensiva Zerrouki registra un 85% di media. Inoltre, è dotato di un’ottima visione di gioco sul lungo che, grazie ad una buona abilità balistica, gli dà licenza di giocare spesso sul lungo con ampi cambi di gioco sulle fasce e anche lunghi lanci verticali a scavalcare le linee avversarie.

Grazie a queste doti balistiche, nella scorsa stagione ha segnato diverse bellissime reti dalla lunga distanza, è spesso incaricato della battuta dei piazzati dalla distanza, nonché dei calci d’angolo.

L’adattamento al calcio italiano è tutto da verificare. Lascia qualche perplessità la tendenza spiccata dell’algerino di attaccare gli avversari in posizioni molto avanzate, magari lasciando scoperte le zone centrali a difesa della retroguardia. Inoltre, è da verificare il reale apporto in fase di impostazione, il ritmo compassato col pallone tra piedi, deve essere inevitabilmente accompagnato da una importante velocità di pensiero.

Dal punto di vista del mercato, Zerrouki ha una situazione interessante. È un calciatore in rampa di lancio, visti i quasi 25 anni. Inoltre, ha una quotazione secondo Transfermarkt di circa 7 milioni di euro e un contratto in scadenza a giugno 2024.

Stefano Francesco Utzeri

Laureato in giornalismo all'Università di Parma, sto realizzando il sogno di raccontare lo sport a modo mio. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.