Bojan Miovski Bojan Miovski fonte immagine: sito ufficiale Aberdeen

La Bottega dei Talenti - Bojan Miovski

Scritto da  Apr 19, 2023

Anche nella prossima estate il Bologna dovrà cambiare alcune pedine importanti. Una di queste, come sottolineiamo da settimane, potrebbe essere quella del centravanti considerando il possibile addio di Marko Arnautovic. I rossoblù, ancora una volta, starebbero guardando al campionato scozzese osservando con particolare interesse il centravanti dell’Aberdeen Bojan Miovski, che solo per qualche giorno è stato compagno in Scozia del centrocampista rossoblù Lewis Ferguson

Scopriamo assieme Bojan Miovski.

Bojan Miovski nasce il 24 giugno 1999 a Štip, nella regione orientale della Macedonia del Nord. Inizia a giocare nella piccola società locale del FK Mal Ajax di Štip. Successivamente si trasferisce nel club più grande della città l’FK Bregalnica Štip. Nella piccola società della sua città fa anche l’esordio da professionista, giocando 7 volte nel finale della stagione 16/17, quando gioca con una discreta continuità segnando anche le prime due reti da professionista in Prva Liga (massima serie del calcio macedone) e addirittura servendo tre assist nell’ultima gara stagionale in campionato.

Nella società della sua città gioca fino al 2017, anno in cui passa prima nel settore giovanile del Rabotnički, uno dei più grandi club del paese, che tuttavia lo gira immediatamente in prestito semestrale agli azeri del Qarabag. Inizia la stagione 17/18, ad agosto 2017, col Rabotnički, collezionando una presenza. Successivamente, durante il prestito fino a gennaio in Azebaigian, esordisce in Youth League. Da gennaio fa ritorno in patria, giocando solo un’altra partita.

Nella stagione 2018/19 gira altre due squadre sempre in patria, sempre in Prva Liga: nella prima parte di stagione si accasa al Makedonia G.P., collezionando appena 5 presenze e una rete. In inverno, allora, passa al Renova dove gioca di più e con più continuità: 7 presenze, 3 gol e un assist.
Al Renova rimane anche per la stagione 2019/20. Diventa titolare della squadra biancorossa, tuttavia pur giocando non riesce ad incidere come vorrebbe. In stagione 18 presenze, prima dell’interruzione del campionato per la pandemia (interruzione definitiva, senza ripresa), segna 2 reti e serve 5 assist. Nel momento in cui stava però trovando continuità di rendimento arriva lo stop.

Nella stagione successiva arriva un’occasione dall’estero. Dall’Ungheria giunge l’offerta dell’MTK Budapest e Bojan accetta. Il passaggio ai biancoblù della capitale ungherese è utile alla crescita dell’attaccante macedone. Con la squadra ungherese nella prima stagione, 20/21, gioca 29 volte tra campionato e coppa Nazionale, segnando 9 reti e servendo 6 assist. Nella passata stagione conferma lo score simile, non riuscendo però ad evitare la retrocessione della formazione della capitale: 31 presenze stagionali con 10 reti e 4 assist.

Un rendimento importante, al di là della retrocessione della società, che non passa inosservato. L’Aberdeen decide di investire su di lui e lo acquista per 650 mila euro.
In questa stagione con l’Aberdeen si afferma in maniera definitiva. In questa stagione coi Dons in 32 presenze in Premiership segna 15 reti, servendo due assist. Mentre nelle altre competizioni colleziona 5 presenze con due reti all’attivo.

Con la Nazionale della Macedonia del Nord ha giocato prima a livello under 19, accumulando 2 presenze e una rete. Successivamente a livello under 21, ha giocato 4 volte con la maglia della Nazionale, segnando anche qui un gol. Mentre, con la Nazionale maggiore, con cui ha debuttato nell’ottobre del 2021, ha già giocato 15 volte, segnando 2 reti.

189 cm x 78 kg, Miovski è un attaccante longilineo, con una struttura fisica robusta e importante. In particolare, è dotato di fasce muscolari lunghe e affusolate negli arti inferiori. Nonostante la sua stazza è molto veloce sul lungo, mentre sul breve non è particolarmente rapido. Tuttavia, è molto potente fisicamente ed è abile soprattutto nel gioco aereo.

Mancino naturale, Miovski è dotato di una discreta tecnica individuale grazie alla quale è abile sia nel gioco col pallone tra i piedi, sia nel giocare insieme alla squadra. Bojan inoltre, come descritto, è dotato di un fisico molto robusto, per questo è in grado di destreggiarsi anche con la marcatura stretta addosso.

Ha un ottimo fiuto del gol in area di rigore dove è abile nello smarcamento, grazie ad un buon senso della posizione, e nell’attacco agli spazi. Quest’ultima abilità è particolarmente evidente anche nell’attacco alla profondità, fondamentale in cui riesce ad essere abile nel partire giocando sulla linea del fuorigioco.

È dotato di un’ottima abilità nel gioco aereo, grazie alla quale in area di rigore è particolarmente difficile da marcare anche per via della sua statura. Tra le soluzioni di finalizzazione è in possesso anche di un tiro molto potente col suo piede mancino.

Difficile capire quale possa essere il suo impatto con un calcio tattico come quello italiano. Tuttavia, le sue doti fisiche e atletiche ne potrebbero favorire l’inserimento nella realtà del calcio italiano. Di certo, le doti di Miovski difficilmente lo porterebbero ad essere titolare in una squadra come il Bologna che ha a disposizione in rosa un giocatore dotato di grande talento. Ma, di certo, potrebbe diventare un’ottima alternativa sul mercato in caso di eventuale cessione definitiva di Van Hooijdonk.

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Aprile 2023 21:25
Stefano Francesco Utzeri

Laureato in giornalismo all'Università di Parma, sto realizzando il sogno di raccontare lo sport a modo mio. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.