Michelangelo Minieri Michelangelo Minieri Sportavellino.it

Calciomercato rossoblù - Chi è Michelangelo Minieri e perché tramite lui potrebbe arrivare Nicolò Cambiaghi

Scritto da  Ago 20, 2023

Ne avevamo giusto parlato stamattina di Michelangelo Minieri, procuratore sia di Riccardo Orsolini (vicinissimo al rinnovo fino al 2026 con la maglia rossoblù) che di Giovanni Fabbian (che dovrebbe essere ufficializzato domani, con contratto di quattro anni con l'opzione per un quinto), ma ci era rimasta qualche curiosità sul personaggio e abbiamo voluto approfondire.

Il percorso da calciatore.

Michelangelo nasce a Roma il 29 maggio del1981 e cresce come calciatore nelle giovanili della Lazio, con la quale società diventa Campione d'Italia Primavera, nella stagione 20/21.

Sembrerebbe il preludio ad una carriera brillante, ma Michelangelo ha sempre orbitato fra Serie B e Serie C, con sole 19 presenze in Serie A con la maglia dell'Ascoli (nella stagione 2006/2007); le altre piazze dove ha giocato sono Trieste, Catania, Avellino, Perugia e Vicenza, raccogliendo, in circa 11 anni di carriera, 186 presenze nei campionati professionistici.

Termina la sua carriera da giocatore nel 2012, ma capisce che vuole rimanere nel mondo del calcio e, di lì a poco, affronta gli esami per divenire Agente Fifa, superandoli brillantemente.

Il percorso da Procuratore

Negli ultimi anni ha collaborato con la Player Management di Silvio Pagliari, diventandone il direttore dell'Agenzia: nel luglio 2020 l'agenzia ebbe il mandato di rappresentare Riccardo Orsolini, che aveva appena lasciato il suo procuratore storico Donato Di Campli.

L'anno scorso Michelangelo Minieri ha fondato la MM Management, di cui Minieri è il proprietario. La MM, attualmente, rappresenta 67 giocatori, di cui 11 di prima fascia, fra cui Orsolini, Kouamè, Fabbian, Cancellieri e, fra gli altri, i bolognesi Kevin Bonifazi e Gennaro Anatriello e Alessandro Vogliacco, difensore del Genova e marito di Virginia Mihajlovic.

Ma fra i 67 giocatori di cui Minieri ha la procura, c'è anche quel Nicolò Cambiaghi, cartellino dell'Atalanta, scadenza nel giugno 2024, grande pallino di Giovanni Sartori, che lo ha visto crescere in nerazzurro, quando era Ds della Dea di Percassi.

E il Bologna, per l'esterno alto di sinistra (ma Nicolò può essere utilizzato anche sull'altra fascia), non ha mai nascosto la corte al giovane attaccante, che ha anche collezionato 9 presenze nella Nazionale U21. 

E stasera Gianluca Di Marzio ha twittato una interessante notizia per i colori rossoblù:"Il Bologna è vicino a chiudere l'arrivo di Cambiaghi dell'Atalanta. Si attende soltanto il via libera del club bergamasco", concludendo il Tweet con l'ormai scontato rinnovo di Orsolini col Bologna. E siccome non c'è il due senza il tre, ecco l'accordo con Giovanni Fabbian, annunciato nel pomeriggio durante la conferenza stampa di Thiago Motta.

E se queste trattative nascono dall'estro di Giovanni Sartori (con l'ausilio di Marco Di Vaio), crediamo che in tutte e tre ci sia sicuramente stato il supporto attivo di Michelangelo Minieri. che ha permesso al Bologna di incanalare positivamente questi negoziati.

Ultima modifica il Domenica, 20 Agosto 2023 08:23
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"