Stefan Posch Stefan Posch Damiano Fiorentini/1000cuorirossoblu.it

Le PAGELLE di Bologna - Verona

Scritto da  Ott 31, 2023

Secondo impegno di Coppa Italia che sorride al Bologna: al Dall’Ara i Rossoblù trovano la vittoria per 2-0 contro il Verona e gli ottavi di finale di Coppa Italia: apre Moro, chiude Van Hooijdonk.

Ravaglia 6 – Non giocava una partita da titolare da un anno e si è comportato bene: nel primo tempo controlla bene in un paio di situazioni, mentre nel secondo ci mette del suo su un bel tiro da fuori.

Posch 6 – Torna titolare ed è protagonista di una partita tutto sommato ordinata. Nel primo tempo la squadra non girava al meglio e anche lui ha faticato, ma nel secondo, grazie anche al vantaggio, ha potuto dare il suo contributo.

-       Dal 76’ Corazza S.V

Bonifazi 6 – Anche Kevin raggiunge pienamente la sufficienza: tranne un brutto passaggio nel secondo tempo, non compie praticamente errori e contiene bene gli attaccanti.

Calafiori 6,5 – È il migliore della difesa per tutto l’arco della partita. Sicuro, pulito: nell’unica sbavatura recupera alla grande.

-       Dal 76’ Lykogiannis S.V

Kristiansen 5,5 – La vittoria fa alzare di mezzo punto la sua valutazione, che sarebbe stata da 5 pieno nel primo tempo, dove è protagonista di un retropassaggio completamente sbagliato che Cruz spedisce sul palo a porta vuota. Confuso, impreciso, sembra un altro Kristiansen da dopo l’infortunio: si conta di recuperarlo al più presto.

Aebischer 6 – Fa la sua partita, come al solito. A centrocampo controlla e regge, soprattutto in un primo tempo in cui il Verona spingeva forte.

-       Dal 64’ Freuler 6 – Entra e perde subito un brutto pallone, ma poi la partita si mette tutta in discesa e lui porta a casa il compito d’esperienza. 

Moro 7,5 – Di gran lunga il migliore: sembra tornato quello ammirato lo scorso anno. Sempre il più lucido con la palla tra i piedi e anche nei recuperi. Suo il gol che sblocca la partita, ciliegina di una grande prestazione. 

Fabbian 6,5 – Primo tempo un po’ in ombra, ma nel secondo tempo mostra di che pasta è fatto: smista, recupera, prova un gran gol e provoca un’espulsione sacrosanta. Può avere più spazio, lo ha dimostrato e abbiamo capito perché a Motta piaccia tanto: è un giocatore forte. 

Ndoye 6,5 – Il più attivo nell’attacco Rossoblù: nel primo tempo non concretizza un paio di accelerate che potevano mettere molto più in difficoltà il Verona. Nel secondo non molla e continua a creare: proprio suo il tiro su cui Van Hooijdonk sigla il 2-0.

Karlsson 5,5 – Anche lui non è protagonista di una grande partita, anzi tutt’altro. Ha il merito di provarci, ma ci si aspettava molto di più: non ha sfruttato l’occasione. Poteva essere da 5, ma la vittoria gli regala mezzo punto. 

-       Dal 64’ Urbanski 6 – Torna in campo dopo due mesi, in una situazione di assoluta tranquillità per la squadra. 

Van Hooijdonk 6,5 – Prende un voto in più grazie al gol che chiude la partita: ha il merito di crederci e di dimostrare che in area è presente. Per il resto non aveva messo in campo una grande prestazione neanche lui: può fare meglio, ma cosa vuoi dirgli? Una partita da titolare, un gol decisivo.

All. Thiago Motta 7 – Effettua un turnover massiccio dove può e vince 2-0: poteva desiderare di meglio? Ha dato chance e spazio a tutti, ha preservato molti titolari e ha ottenuto risposte da chi è stato schierato titolare, sia in positivo che in negativo.

 

VERONA: Perilli 5; Magnani 6 (dal 80’ Charlys S.V), Coppola 5,5, Amione 4,5; Tchatchoua 6, Hongla 5,5, Serdar 4,5, Lazovic 5,5 (dal 80’ Doig S.V); Suslov 5 (dal 67’ Saponara 5,5), Mboula 5 (dal 89’ Henry S.V); Cruz 5 (dal 67’ Ngonge 5,5). All. Baroni 5,5

Omar Riahi

Appassionato sportivo dalla nascita con il sogno di raccontare gli eventi tramite le parole e la scrittura. Attualmente, aspirante giornalista sportivo e studente all’Università di Bologna.