Lontano da Casa - Titolari Raimondo, Pyyhtia e Motolese. In panchina Stivanello e Binks crediti immagine: Bologna Fc

Lontano da Casa - Titolari Raimondo, Pyyhtia e Motolese. In panchina Stivanello e Binks

Scritto da  Nov 15, 2023

Torna oggi ''Lontano da Casa'', la rubrica di 1000cuorirossoblu che analizza il rendimento dei giocatori in prestito del Bologna settimana dopo settimana. 
Vediamo come sono andate le partite dei giocatori rossoblù in prestito.

Serie B

Comincia con un pareggio l’avventura di Roberto Breda alla Ternana: gli umbri portano a casa un 2-2 contro lo Spezia e salgono a quota 7 punti restando però sempre ultimi in classifica al pari della FeralpiSalò. Raimondo e Pyyhtia sono partiti entrambi titolari e sono stati sostituiti rispettivamente al 72’ e al 61’. Prova decisamente incolore per il centrocampista finlandese, mentre Raimondo porta a casa una prestazione nel complesso sufficiente, pur facendo meglio nel primo tempo rispetto al secondo.
Vittoria di misura per il Cittadella di Matteo Angeli che batte 1-0 il Palermo e sale al nono posto a quota 19 punti al pari del Cosenza. Angeli è subentrato al 74’ e ha contribuito a mantenere la porta inviolata allontanando ogni pericolo creato dal Palermo.

Serie C

Vince l’Alessandria di Gennaro Anatriello e Mattia Pagliuca e lo fa battendo 2-0 il Renate: i piemontesi salgono così a quota 12 punti al pari di Pro Patria e Pro Sesto. Sia Anatriello sia Pagliuca hanno però osservato la gara dalla panchina.
Pesante sconfitta per l’Olbia di Mattia Motolese che viene superato per 4-1 dalla Recanatese: Motolese ha disputato la gara per intero commettendo però due errori sul 2-0 e sul 3-1 della Recanatese lasciando di fatto troppo libera la fascia sinistra. 
Perde anche la Juventus Under 23 di Riccardo Stivanello che cade in casa con la Carrarese per 1-0: il difensore di proprietà del Bologna non ha preso parte alla gara restando in panchina. Con questa sconfitta i bianconeri scivolano al penultimo posto del Girone B.
Finisce 1-1 la sfida tra il Pescara di Gianmarco Cangiano e il Rimini: l’attaccante di proprietà del Bologna è subentrato a inizio secondo tempo sull’1-1 senza però riuscire a riportare gli abruzzesi in vantaggio. Il Pescara sale a quota 21 punti ma scivola al quinto posto in classifica.
Sonora sconfitta per il Brindisi di Andrea Mazia che viene piegato 4-0 dall’Avellino: una sconfitta che porta i pugliesi al penultimo posto del Girone C. Mazia non ha preso parte alla gara.

Championship (Inghilterra)

Finisce a reti inviolate la sfida tra il Coventry City di Luis Binks e lo Stoke City: un punto che consente al Coventry City di salire a quota 16 punti in classifica al pari del Plymouth Argyle. Binks ha osservato però la gara per la terza volta consecutiva dalla panchina.

Campionato Croato

Finisce 2-2 la partita tra la Dinamo Zagabria di Joaquin Sosa e l’HNK Rijeka: la Dinamo Zagabria sale così a 24 punti, a nove lunghezze dall’Hajduk Spalato primo in classifica. Sosa non ha preso parte alla gara.

Campionato Svedese

Nell’ultima giornata del campionato svedese, l’Elfsborg di Andri Baldursson cade in casa del Malmo per 1-0 perdendo di fatto il titolo di campione di Svezia proprio in favore del Malmo. Le due squadre sono arrivate entrambe a 64 punti, ma ad aggiudicarsi il titolo è stato il Malmo. Baldursson ha disputato quasi tutta la partita, venendo sostituito al 78’.
Da agosto a questa parte, Baldursson ha totalizzato 865 minuti in 11 partite con la maglia dell’Elfsborg.

Super Liga (Serbia)

Torna alla vittoria il Novi Pazar di Ebenezer Annan e lo fa battendo 1-0 il Radnicki: Annan è tornato titolare dopo quattro partite e ha disputato l’intera gara. Grazie a questa vittoria, il Novi Pazar sale a quota 20 in classifica.

Super League (Svizzera)

Finisce 2-2 la gara tra l’Yverdon Sport di Sebastian Breza e il Lausanne Sport: il portiere di proprietà del Bologna è però rimasto in panchina per la quarta volta consecutiva.

 

 

 

Deborah Carboni

Laureata in Scienze della Comunicazione e grande appassionata di calcio. L'amore per il Bologna, iniziato nel 2008, è il motivo principale che mi ha condotto a realizzare un piccolo grande sogno: diventare giornalista sportiva.