Statistiche e Curiosità - La Moto Gp fa tappa a Sepang @DucatiCorse /X

Statistiche e Curiosità - La Moto Gp fa tappa a Sepang

Scritto da  Nov 08, 2023

Ancora freschi dello spettacolo di Buriram con l’arrivo al fotofinish di Martin, Bagnaia e Binder, lo spettacolo del Motomondiale atterra a Sepang.

La MotoGP ci sta regalando un’altra stagione incredibilmente avvincente, con l’elastico che tiene uniti Bagnaia e Martin che fatica tremendamente a spezzarsi continuando ad avvicinare e allontanare i due contendenti alla testa del mondiale. Con Bezzecchi che, grazie alla propria costanza, gara dopo gara si sta facendo sempre meno spettatore estraneo agli eventi, anche se ormai i punti a disposizione per spodestare definitivamente gli avversari cominciano ad essere veramente pochi.  

Circuito di Sepang: Il Gran Premio si tiene presso il circuito internazionale di Sepang, situato vicino a Kuala Lumpur. Inaugurato nel 1999, il tracciato è noto per i suoi lunghi rettilinei e curve veloci, offrendo sfide uniche ai piloti. Prima di Sepang il Gran Premio, attivo sin dal 1991 nel mondo del motomondiale, è stato prima ospitato a Shah Alam, per 7 edizioni, e a Johor nel 1998.

La pioggia è di casa: Le condizioni meteorologiche a Sepang possono cambiare improvvisamente. La pioggia è spesso un fattore chiave nelle gare di Motomondiale che si svolgono qui. La sua imprevedibilità rende la strategia delle gomme un elemento cruciale per i team e i piloti.

Giri veloci: Il record del giro più veloce al circuito di Sepang è stato stabilito da Valentino Rossi il 3 novembre 2019 quando, con la sua Yamaha, fermò il cronometro sul tempo di 1.56.661. D’altro canto a Johor e Shah Alam il miglior tempo spetta invece a Michael Doohan quando il 13 aprile 1997 fermò le lancette a 1.24.840 (a Sham Alam) mentre il 19 aprile 1998 completò un giro in 1.29.636 (a Johor).

Il re di Sepang: Con 5 vittorie in MotoGP, una in 500 e una in 125, è Valentino Rossi il pilota più vincente del Gp di Malesia. Il Dottore ha dimostrato di sapersi adattare bene alla morfologia e alle condizioni meteo del circuito malese sapendosi distinguere anche nella guida su bagnato, asso del bagaglio tecnico del Dottore. In termini di numero vittorie dietro a Valentino si classificano Max Biaggi, con i suoi 4 successi in 250 e uno in MotoGP, quello del 2002, nel primo anno di istituzione della nuova categoria regina, oltre che il 5 volte campione del mondo Mick Doohan e Dani Pedrosa. L’otto volte campione del mondo Marc Marquez non ha invece mai trovato molta fortuna qui, arrivando primo solo in due occasioni, nel 2014 e nel 2018. Gli ultimi italiani a vincere tra le curve di Sepang sono stati Tony Arbolino, in 250, e Francesco Bagnaia, in MotoGP, in occasione dell’ultimo Gp disputato qui, quello del 2022 in cui Pecco ipotecò la vittoria del Mondiale Piloti.

La Ducati in Malesia: Dal giorno del suo debutto in MotoGP, la casa di Borgo Panigale ha conquistato 6 vittorie tra le curve di Sepang che quindi si distingue come uno dei circuiti in cui la rossa ha saputo distinguersi meglio in assoluto e quest’anno Pecco avrà la possibilità di raggiungere a quota due vittorie due ex campioni Ducati quali Casey Stoner e Andrea Dovizioso.

Un pensiero a chi nel 2011 perse qui la vita facendo la cosa che amava più al mondo, l’indimenticato Marco Simoncelli. A seguito di quell’evento la gara di MotoGP di quell’anno venne annullata.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Novembre 2023 17:56
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.