Seguici su

Altri Sport

Rari Nantes, la prima del 2023 va alla corazzata Sis Roma

Pubblicato

il

Il 2023 della Rari Nantes inizia in salita, perché la formazione di mister Capanna, attualmente in cima alla classifica della serie A1, ha espugnato Bologna con un perentorio 15-5, frutto di un secondo quarto killer (7-1 in favore delle romane) e della qualità di tutto il gruppo della formazione giallorossa. Tuttavia, la squadra di mister Posterivo ha venduto cara la pelle e, nonostante il pesante passivo, ha reso difficile la vita alle ospiti per tre tempi su quattro.
La Sis Roma vede infatti tra le proprie fila elementi stabilmente inseriti nella nazionale maggiore, e gioca ormai da anni nell’elite della pallanuoto europea, la Champions League, dove attualmente il club risulta essere tra le migliori 8 squadre del continente. Appuntamento dunque proibitivo per le felsinee, che nonostante il gap tecnico dentro all’acqua non si sono fatte intimorire dell’indiscutibile valore delle contendenti per i 3 punti.

La partita è iniziata in maniera equilibrata, poiché il primo parziale vedeva le capitoline in vantaggio di una sola rete (2-1). Il secondo tempo, conclusosi sul 9-2 in favore delle ospiti, ha certamente tagliato le gambe alle padrone di casa che, negli altri parziali, hanno giocato una pallanuoto migliore che non rispecchia in divario netto del risultato finale (2-3 terzo tempo, 1-3 il quarto). Tra le fila ospiti si sono distinte le atlete azzurre, in particolare Giustini, Galardi e Tabani con 3 gol a testa, e l’ottimo portiere Eichelbergher in più di un’occasione ha impedito alle bolognesi di arrivare al gol. Per la Rari Nantes invece è stata di certo positiva la prova nel collettivo, perché la palla ha girato nella maniera giusta e le azioni sono state costruite nella maggior parte delle occasioni in maniera corretta, con conclusioni insidiose. È doveroso ricordare come la compagine di casa si sia presentata alla partita priva di Alice Musso e Martina Allotta, assenze alle quali va unita l’indisponibilità durante la settimana di Lekness, influenzata. Oltre ai gol di Morselli (palomba allo scadere da posizione defilata), De Vincentiis, Repetto e Perna, è stata ottimo l’atteggiamento in posizione di centroboa della già citata Lekness e Mazzia, brave nel guadagnare diverse espulsioni a favore. Menzione a parte merita l’emozionante esordio della giovane Giorgia Toselli (classe 2004, mancina) che ha bagnato il proprio esordio in serie A entrando in vasca contro una rosa di grandissimo valore come la Sis Roma. La solita Sesena tra i pali firma un’altra ottima prestazione soprattutto nella seconda metà di gara, dove almeno in due occasioni ha letteralmente tolto dalla porta palloni che sembravano essere già entrati. La sua crescita, unita a quello di tutto il gruppo, proietta la Rari con positività a quella che sarà l’ultima giornata del girone d’andata, cioè al match contro la Pallanuoto Trieste, squadra estremamente rinforzatasi negli ultimi anni e che vede tra le proprie fila l’ex volto Rari Nantes, Loredana Sparano, portiere titolare del biennio 2016-2017 di serie A1 prima della retrocessione in A2. L’ultimo scontro tra le due squadre risale proprio nel 2019, negli anni in seconda categoria per la Rari, quando Trieste vinse con merito il doppio scontro (prima allo Sterlino, poi alla Bianchi) che sancì la vittoria alabardata del girone nord di serie A2 (Bologna si classificò invece seconda). Trieste salì in serie A1, mentre Bologna cedette nei playoff contro la vincitrice del girone sud, la Vela Nuoto Ancona. Tre anni, dopo, dunque, ritorna uno scontro che ha animato le acque della serie A2 e che ha regalato sempre match cardiopalma e divertenti. Nonostante il gap tra le due squadre sia comunque evidente (Trieste ha infatti svolto un ottimo mercato e conta nella propria rosa di atlete elementi di estremo valore, di caratura anche nazionale come Lucrezia Cergol), la Rari si presenterà all’appuntamento conscia di avere valide carte da giocare.

Martina Lepore, attaccante classe 2004 della Rari, ha analizzato lucidamente la partita contro la Sis Roma e quello che sarà l’incontro con Trieste: “Di certo in questa partita ha influito il fatto che, essendo da poco rientrate dalle vacanze natalizie, non abbiamo ancora recuperato totalmente il ritmo partita che avevamo prima della pausa. Sicuramente partite come queste, nelle quali abbiamo affrontato le migliori compagini d’Italia, ci hanno aiutato a crescere e migliorare, soprattutto a noi giovani. Oggi siamo state, in alcune situazioni, più lucide rispetto ad altre partite del girone d’andata, forse anche in relazione al fatto che, essendo partite estremamente ostiche e dove non c’è la possibilità di fare punti, abbiamo giocato con la mente libera, senza ansie.
Il prossimo match che ci attende, a Trieste, sarà fondamentale: dovremo andare in Friuli alla ricerca di punti, ai fini sia della classifica ma soprattutto del morale di squadra. Ci presenteremo lì con grande concentrazione e voglia di vincere: il viaggio sarà lungo ma noi dovremo essere lucide per tutta la partita, in particolare nelle fasi più complicate. Vincerà sicuramente chi sbaglierà meno, chi giocherà di squadra e chi resterà in partita nel corso di tutti e quattro i tempi. Credo che questa mentalità andrà applicata da parte nostra a tutto il girone di ritorno: oramai non abbiamo più nulla da perdere, siamo ultime, ed avremo 4 partite chiave del campionato una di fila all’altra. Attualmente puntiamo a fare i playout e dovremo giocarci tutto in questi scontri salvezza”.

 

Il tabellino:

RARI NANTES BOLOGNA 5 -SIS ROMA 15

RARI NANTES BOLOGNA: Sesena, Repetto 2, Perna 1, Lekness, Mazzia, Toselli, Morselli 1, Lepore, Marchetti, De Vincentis 1, Altamura, Toth, Guidoreni. All. Posterivo

SIS ROMA: Eichelbergher, Misiti 1, Galardi 3, Carosi, Giustini 3, Aprea, Picozzi 3, Tabani 3, Nardini 1, Di Claudio, Cocchiere 1, De Luca, Galbani. All. Capanna

Arbitri: Romolini e L. Bianco

Parziali 1-2, 1-7, 2-3, 1-3.

Superiorità numeriche: 2/8 Rari, Sis Roma 2/9 + 3 rigori

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv