Seguici su

Altri Sport

Nuovo sweep Fortitudo, Nettuno battuto anche in Gara2 e Gara3

Pubblicato

il

Fonte immagine: Lauro Bassani (PhotoBass)

La Fortitudo baseball completa l’ennesimo sweep battendo Nettuno in Gara2 (6-1) e in Gara3 (17-2) confermandosi leader del Girone B al termine delle gare dell’intergirone, al netto dei due recuperi contro Parma che si disputeranno nelle prossime settimane. Le partite del sabato sono state diametralmente differenti, nonostante vi sia stata forse una piccola costante: appena il monte di lancio nettunese è andato in difficoltà abbassando la propria performance, Bologna ne ha approfittato dilagando.

Gara2 – Fortitudo-Nettuno 6-1

In Gara2, quella dedicata i lanciatori italiani, l’incontro rimane quasi del tutto bloccato fino al sesto inning, con i lanciatori che concedono davvero il minimo indispensabile agli attacchi avversari. E così, a differenza la fa il fuoricampo di Novoa, che al secondo inning fa passare in vantaggio Nettuno, con il punteggio di 1-0 per gli ospiti che rimane tale fino alla parte bassa del sesto. Crepaldi e Bassani riescono a concedere solo quanto già scritto, e il partente laziale Pecci concede ancora meno, ma quando, proprio al sesto inning, viene sostituito da Pizziconi, la partita cambia.

L’ex pitcher fortitudino purtoppo per lui e la sua formazione non entra in partita, e in alcune occasioni non viene neppure aiutato dai compagni di squadra, che collezionano un paio di piccole sbavature che si riveleranno fondamentali. Nel sesto inning non c’è più solo il solito Ricardo Paolini (3 su 4 con 2RBI) a trovare sempre in un modo o nell’altro l’arrivo in base, ma fioccano le valide con Martini, Lampe, Bertossi, e Grimaudo, intervallati dalla base ball di Agretti e seguiti da quelle di Deotto. Un errore difensivo sull’ultimo turno di gara di Paolini completano l’inning maledetto degli ospiti, passando da vincere 1-0 a perdere 6-1. L’ultimo attacco laziale non modifica di una virgola il risultato, con la Fortitudo che festeggia una larga vittoria difficilmente ipotizzabile fino al quinto inning.

Team

1

2

3

4

5

6

7

R

H

E

LOB

NET

0

1

0

0

0

0

0

1

3

1

2

BOL

0

0

0

0

0

6

X

6

9

1

7

Gara3 – Fortitudo-Nettuno 17-2

L’incontro della sera è completamente differente. Se in Gara2 avevamo assistito all’assoluto dominio del partente laziale, con la Fortitudo capace di attendere il momento giusto per poi ribaltare il risultato anche grazie alle difficoltà dell’avversario, in Gara3 gli uomini del Manager Frignani sono partiti subito col piede sull’acceleratore, portandosi subito sul 3-0 a fine del primo inning, grazie alle valide di Paolini, Josephina, Martini e Grimaudo, e con Bertossi arrivato in base perché colpito.

Ma è il terzo inning a chiudere la partita in modo dolorose per gli ospiti, che in tutta la serata non sono mai stati davvero in partita. Sono ben nove i punti collezionati dalla Effe in quella frazione di gioco, con due pitcher ospiti alternatisi sul monte di lancio senza però riuscire a porre un freno alle mazze bolognesi che hanno colpito in modo decisamente duro, facendo piovere valide su valide e chiudendo senza mezzi termini la gara. L’inning successivo ha certificato la serata negativa di Nettuno, con gli ospiti che subiscono altri 5 punti senza riuscire a riprendersi né dare l’impressione di poterlo fare, sul 17-0 per i padroni di casa. A questo punto l’Aquila abbassa un po’ il ritmo e la gara si chiudere sul 17-2 con Scafidi che concede i due punti della bandiera agli ospiti, dopo che Gouvea  Andretta avevano davvero lasciato pochissimo all’attacco laziale.

Team

1

2

3

4

5

6

7

R

H

E

LOB

NET

0

0

0

0

0

0

2

2

4

0

7

BOL

3

0

9

5

0

0

X

17

14

1

11

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *