Seguici su

Altri Sport

Più Stadio – Intervista a Daniele Frignani

Rassegna stampa dell’intervista effettuata da Più Stadio (Corriere dello Sport Stadio) a Daniele Frignani, manager della Fortitudo Baseball

Pubblicato

il

Daniele Frignani - Fonte immagine: Schicchi
Daniele Frignani - Fonte immagine: Schicchi

A fine aprile partirà la Serie A di baseball, ma come ormai da tradizione, nel mese di marzo facciamo quattro chiacchiere con Daniele Frignani, ancora una volta manager della Fortitudo baseball in questo 2024, dopo l’ennesimo Scudetto vinto nel 2023.
L’intervista integrale la trovate in uscita su “Più Stadio”, le pagine di sport bolognese del Corriere dello Sport – Stadio gestite dalla nostra redazione, ma di seguito potete trovare un sunto di quanto dichiaratoci dal tecnico biancoblù.

Sollecitato sul fatto che il roster non sia ancora al completo ed appaia meno performante di quello di San Marino e Parma, Frignani ha ammesso che la Fortitudo sia partita un po’ in ritardo, ma evidenzia come si sia voluto studiare in maniera approfondita l’ennesima riforma del campionato, soprattutto per la limitazione dei cartellini per gli stranieri, e quindi inizialmente la società si è concentrata sulla conferma e la definizione degli italiani. Ha poi evidenziato che comunque l’arrivo di Junior Martina è un innesto di qualità che sicuramente darà un valore aggiunto. Frignani comunque rassicura sul fatto che, come sempre d’altra parte, la Fortitudo sarà competitiva e che il roster si completerà al momento opportuno.

L’obiettivo però per il manager della Effe è sempre quello di provare a fare il massimo, ovviamente quindi cercare di arrivare il più vicini possibile al titolo. Ma mette in guardia dal pensare ai soli Parma e San Marino, perché a suo avviso anche Macerata e le due formazioni di Grosseto possono essere protagoniste. E poi, come dice lui: «il bello dello sport è che rimane il campo il luogo in cui si vince o si perde», e quindi bisognerà attendere il responso del campo.

E quindi, tornando al campo, abbiamo chiesto come si sta approcciando il gruppo alla stagione che sta per iniziare. La risposta, scontata vista la professionalità dei ragazzi della Fortitudo, è stata che tutto il gruppo squadra si sta allenando bene, così come gli allenatori vogliono e si aspettano. L’unico un po’ più indietro è Agretti, di rientro da una operazione alla spalla che però ci si aspetta che sia pronto nelle prime giornate di campionato

Si è parlato poi della nuova formula tra il girone “elite” iniziale, con tutte le favorite messe assieme, e degli ormai consueti sette inning.
Frignani evidenzia come i sette inning siano differenti dai nove, sia per la difficoltà di fare la differenza coi rilievi, sia perché a volte un big inning può segnare irrimediabilmente la gara. Nella passata stagione, sottolinea ancora, la Fortitudo è stata brava a sfruttare la cosa, ma tutti ormai si sono strutturati in quel senso.

Per quello che riguarda il girone con tutte le favorite, Frignani concorda col fatto che probabilmente renderà più allenante il campionato, ma si chiede se non sia ora di fissare una formula che non venga poi cambiata la stagione successiva, perché queste continue modifiche, al netto che magari quella dal 2024 sarà la migliore possibile, rischia di impedire alle società di fare progetti a lunto respiro.

Un accenno, infine, alla European Champions League, che avrebbe dovuto prendere il via quest’anno. L’idea era quella di una Champions League in stile calcistico, con due gironi da quattro squadre che giocavano in infrasettimanale. Problema: questo implica il professionismo e una spesa che la quasi totalità dei club non riesce sostenere. Per questo, il progetto che Frignani definisce «molto interessante e appetibile per giocatori e tifosi», ad oggi rimane però solo una proposta

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *