Seguici su

Basket

Il giocatore della settimana Virtus – Marco Belinelli

Pubblicato

il

Foto Virtus Pallacanestro


Lo spirito da capitano, la leadership da trentasettenne e campione NBA, ma sopratutto l’umiltà di voler aggiungere ancora nuove pedine al suo già sconfinato scacchiere per il bene di un gruppo con il quale è evidente voglia togliersi ancora tante soddisfazioni. Marco Belinelli non è stato in assoluto il miglior giocatore bianconero nelle due sfide con Madrid e Treviso, quello probabilmente è stato ancora una volta Toko Shengelia, ma il suo carattere da lottatore che in questo inizio di stagione sta uscendo fuori, forse più che mai, è la base di un percorso che la Virtus vuole e sta intraprendendo, che al momento va oltre la vittoria o la sconfitta. 

Beli contro il Real 

Al Wizink Center abbiamo avuto la prova di cosa voglia dire non mollare mai, di fatto, dopo un secondo quarto da 27-10 che ha scavato il solco in favore dei blancos, i segnali di ripresa virtussini sono arrivati quando il Beli, continuando a giocare la sua gara, ha iniziato a segnare costanza, facendo innervosire uno specialista come Causeur che a un certo punto sembra volergli entrare direttamente sotto la canotta e Marco ha saputo sfruttare ogni movimento difensivo sbagliato dal francese per poter riaprire la gara. La difesa del Real si è dovuta in quel momento adattare all’onnipotenza del numero 3, lasciando spazi all’attacco bianconero, che forse però non sono stati sfruttati al meglio. In una gara in cui i campioni in carica hanno dimostrato in campo il proprio status e hanno messo in scena la miglior prestazione delle prime sette giornate d’Eurolega, è arrivata la dimostrazione di come la Virtus di Luca Banchi stia guadagnandosi il rispetto delle favorite a raggiungere l’obiettivo finale, perché il Real sapeva di giocarsi il primo posto in classifica e ha messo in campo tutta se stessa, dal miglior Campazzo al miglior Tavares, impiegato per la prima volta oltre i 20 minuti. Nel rispetto che questo gruppo si sta guadagnando, passando da essere una squadra da tredicesimo posto nei ranking ad essere ora inserita come settima (eurohoops), c’è tanto di un Beli che sta mettendo in campo il suo essere attaccante ma anche tanta voglia anche sulla metà campo difensiva, dove non è un mastino ma tantomeno un buco nell’acqua. 

Vittoria in ufficio 

Quella contro Treviso è stata una gara senza grandi fatica per il capitano, che ha sbagliato tanto ma ha messo a referto 6 punti in quei primi venti minuti in cui c’è stata partita. Ora la concentrazione è tutta sul futuro, la scorsa settimana si è chiusa con un 1-1 di facile previsione e il capitano è stato tra i più positivi nei momenti di difficoltà, dando l’esempio ad una squadra che deve saper soffrire per uscire alla lunga nel corso della stagione. Domani arriva Milano alla Segafredo Arena, squadra che sembra stia perdendo la bussola, o che forse non l’ha proprio mai avuta in questo inizio di stagione, ma che ogni tanto sembra rialzare la testa. Il capitano darà sicuramente il giusto imprinting alla squadra, che sta andando ben oltre le aspettative ma si ritrova ora con l’infortunio di Mickey che potrebbe tenerlo fuori nella gara di domani, Polonara ancora indisponibile e un Cacok non certo positivo, si potrebbe arrivare con alcune incertezze che in una gara così importante è meglio tenere lontane. 

Chi sarà il prossimo giocatore della settimana? 

Se sarà confermata l’assenza di Jordan Mickey per le prossime gara, Awudu Abass diventerà l’indiziato numero uno per prendere posto nelle rotazioni dei lunghi virtussini che affronteranno prima Milano poi il Panathinaikos ad Atene e infine Brescia in casa, tre gare dall’altissimo coefficiente di difficolta in cui Abi potrà mettere in mostra tutte le sue qualità e una ritrovata sfacciataggine che mette sempre in scena nelle gare di campionato italiano, ora l’occasione di farlo in Eurolega potrebbe essere ghiotta e il numero 55 vorrà fare un’ulteriore passo avanti anche nelle gerarchie di Luca Banchi. 

Toko Shengelia: 3 

Jordan Mickey: 1  

Isaïa Cordinier: 1

Luca Banchi: 1

Marco Belinelli 1

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *