Seguici su

Basket

La Virtus vola in semifinale, Gara-3 finisce 95-100 contro una Brindisi agguerrita

Pubblicato

il

Foto Virtus Pallacanestro


HAPPY CASA BRINDISI – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 95 – 100 (30-24; 23-25; 18-33; 24-18)

 

Happy Casa Brindisi: Burnell 9, Reed 33, Basta n.e, Bowman 14, Harrison 19, Vitucci n.e, Lamb 9, Mascolo 4, Bocevski n.e, Mezzanotte 3, Riismaa, Bayehe 4. All: Corbani F.  

 

Virtus Segafredo Bologna: Mannion n.e, Belinelli 18, Pajola 5, Jaiteh 10, Shengelia 17, Hackett 3, Mickey 15, Camara n.e, Ojeleye 7, Teodosic 13, Abass, Cordinier 12. All: Scariolo S.

 

Tiri liberi: BRI 28/36; VIR 18/23

Tiri da due: BRI 17/32; VIR 23/35 

Tiri da tre:  BRI 11/28;  VIR 12/34

Rimbalzi: BRI 33;  VIR 37

Falli: BRI 24;  VIR 26

 

Arbitri: Giovannetti, Lo Guzzo, Gonella

Quintetti iniziali: 

Brindisi: Mascolo, Reed, Riisma, Burnell, Bayehe 

Virtus: Cordinier, Belinelli, Ojeleye, Shengelia, Jaiteh 

Arriva nei secondi finali la vittoria della Virtus Segafredo Bologna che, non senza fatica, vola in semifinale vincendo la serie contro una mai doma Brindisi. Vantaggio fino a +13 in un ottimo terzo quarto, poi la reazione dei salentini che devono arrendersi alla freddezza finale dei bianconeri, finisce 95-100 al PalaPentassuglia, ora qualche giorno di riposo e lavoro sul campo per le Vu Nere, attendendo l’esito della serie tra Tortona e Trento. 

Avvio ad altissimi ritmi per entrambe le squadre, Brindisi cerca e trova le conclusioni dall’arco con Reed, le Vu nere d’altro canto si affidano alle mani di Jaiteh e Shengelia. Nel momento in cui Reed realizza la sua terza tripla è il capitano Marco Belinelli a sentirsi chiamato in causa realizzando dai 6,75, risultato sul 16 pari dopo i primi 5’ di gioco. I salentini provano la fuga con un mini parziale di 6-0, i bianconeri alzano la pressione difensiva e in pochissimo tempo ritrovano il vantaggio sul 21-23 correndo bene in transizione. Harrison e compagni, consci dell’importanza del match si rifanno subito sotto, intasando l’area bianconera e continuando a scagliare dall’arco, il primo quarto si chiude sul 30-24, con l’HappyCasa capace di incartare l’attacco virtussino e chiudere con un irreale 100% da tre (7/7).  

Le indicazioni di Scariolo sono chiare, le Vu nere cercano il gioco in post basso, che da i suoi frutti con Mickey e Ojeleye capaci di piazzare un iniziale 4-0. Inizia il gioco dei parziali, Brindisi tiene i ritmi altissimi sfruttando le indecisioni degli ospiti, con la Virtus che deve inseguire affidandosi a Milos Teodosic, 42-39 alla metà del secondo quarto. Tante le palle perse delle Vu Nere che vengono sfruttate al meglio da Burnell e compagni, Reed e Teodosic si sfidano a distanza in una gara offensivamente di altissimo livello balistico, i padroni di casa, nonostante la squalifica del loro centro titolare creano tante seconde opportunità da rimbalzo offensivo (7 nei primi due quarti), si va all’intervallo sul 53-49 per i biancazzurri.  

 

I senatori della Vu partono forte, con un altro parziale iniziale da 2-11 cercando la giusta via per la fuga, timeout Corbani che prova a raffreddare i polpastrelli bianconeri. I ragazzi di coach Scariolo girano magistralmente la sfera, tripla di Belinelli per il +8, ma è istantanea la risposta di Ky Bowman dall’altra parte del campo, 60-65 dopo i primi 5’ del secondo tempo. Pressione asfissiante dei brindisini, Jaiteh e Shengelia però tengono e amplificano il vantaggio bianconero, calano le percentuali dei padroni di casa, Virtus che arriva sul +13 in un terzo quarto di altissimo livello, tripla sulla sirena di Mezzanotte che fa rosicchiare due punti ai suoi, si va al quarto decisivo sul 71-82. 

Salentini che rientrano sul parquet ancor più agguerriti, ritrovando lo svantaggio sotto la doppia cifra, score bloccato per le Vu Nere ma sono entrambe le squadre che si bloccano a livello offensivo per alcuni possessi di fila. Brindisi carica di falli la squadra di coach Scariolo, dalla lunetta ancora punti importanti che fissano il risultato sul 81-88 quando mancano 5’ alla sirena dei 40, il solito Reed (30 punti) ruba palla e vola in transizione, -5 per i salentini e timeout obbligato per i bolognesi. Rientra bene la Virtus che trova il 2/2 di Shengelia, dall’altra parte Belinelli recupera una palla importantissima che non viene però sfruttata in transizione. Sfrutta la transizione Bowman che realizza il 2+1 del -2, Cordinier fa 1/2 ai liberi, ma la mano che non trema è quella di capitan Belinelli che piazza la tripla fondamentale del +6 a due minuti dalla fine. Reed è ancora caldo e si torna sul -3, ad un minuto dal termine. Pajola commette fallo sul tentativo da tre di Bowman, il numero 6 fa 2/3, in lunetta dall’altra parte Teodosic fa 2/2 per il +3, Hackett recupera la sfera sulla rimessa brindisina, Burnell commette fallo antisportivo e la Virtus Segafredo Bologna che archivia la serie sul 3-0, volando in semifinale con il risultato di 95-100.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *