Seguici su

Basket

Recap – Fase ad orologio A2, 2^ giornata. Nuovo K.O. per la Fortitudo: al PalaBanca vince Piacenza

Pubblicato

il

Weekend di Pasqua ricco di emozioni in Serie A2. Altro stop per la Fortitudo, che crolla al PalaBanca di Piacenza nel secondo tempo e scivola all’ultimo posto del girone blu. Seconda sconfitta consecutiva anche per Cento, abbattuta da Cantù al PalaDesio complici le pesanti assenze di Toscano e Moreno.

Girone Giallo

Vanoli Basket Cremona – Giorgio Tesi Group Pistoia 85 – 80

Nuovo round, nuova vittoria per la Vanoli. Nonostante i 25 punti di Varnado e i 23 di Wheatle per la squadra di Coach Brienza, sono i padroni di casa ad avere la meglio, soprattutto dal punto di vista difensivo. Alibegovic e compagni trovano costanti soluzioni offensive che sorprendono gli avversari e comandano la gara sin dai primi possessi contro una Pistoia mai doma, sempre in partita e vicina al risultato ma mai in vantaggio. Gara sottotono di Copeland, che con alcuni gravi errori difensivi ed offensivi sul finale ha condizionato la sfida in negativo.

Acqua S.Bernardo Cantù  – Tramec Cento 100 – 84

Seconda sconfitta consecutiva per la Tramec, annichilita nel gioco da una più attrezzata Cantù, molto più concreta dalla distanza anche a livello di percentuali. La squadra di Coach Sacchetti domina per gran parte della gara sia serrando le fila difensivamente sia dal punto offensivo con un grande gioco di squadra, trovando in Da Ros e Bucarelli i suoi principali terminali protagonisti. Non sono bastati per Cento i 5 giocatori in doppia cifra: la squadra di Coach Mecacci si è dovuta arrendere anche a causa delle pesanti assenze. Nonostante ciò, inevitabile sottolineare il carattere e la grinta biancorossa, che ha evitato un parziale che poteva essere molto più pesante. A nulla sono bastati i 19 punti di Mussini ed i 21 di Marks, Top Scorer dei suoi.

Gruppo Mascio Treviglio –  Unieuro Forlì  79 – 83

Vittoria di grande personalità per la squadra di Antimo Martino, che espugna il PalaFacchetti abbattendo Treviglio in casa (dove la Blu era imbattuta da ottobre) dopo una sfida molto equilibrata e sale al comando del proprio raggruppamento, sebbene non in solitaria. Partita ben interpretata dagli ospiti, specialmente a livello di intensità, che trova il proprio culmine quando riescono a ribaltare nel primo tempo i controsorpassi avversari in più di una occasione. Treviglio rimane sempre aggrappata La grande freddezza nei minuti finali serve poi a mettere in ghiaccio il risultato, che certifica una prestazione adrenalinica e dalla grande qualità per i biancorossi, guidati soprattutto dal lato punti segnati dal duo Cinciarini – Adrian.

Girone Blu

Reale Mutua Torino – UEB Gesteco Cividale  89 – 86

Sfida molto equilibrata, in cui ha la meglio la Reale Mutua solo sul finale e con qualche pericolo. L’alto livello di intensità si mantiene tale per tutto il corso della gara e fin dalle prime battute, e nel primo tempo è la squadra di Coach Ciani (ex della sfida da allenatore) a comandare dal punto di vista della lucidità e della precisione, trovando un discreto margine di vantaggio. Negli ultimi venti minuti emerge però la grinta e la tecnica dei maggiori interpreti Eagles, i quali non concretizzano però la rimonta. Sul finale, Redivo (migliore in campo per gli ospiti con 29 punti) aveva la palla del possibile pareggio, ma il suo tiro da tre punti sulla sirena si infrange in nulla di fatto.

Urania Milano – Apu Old Wild West Udine 92 – 87

È una Apu a due facce. In casa i friulani hanno al momento 8 vittorie consecutive, mentre in trasferta non sanno più vincere: sesta sconfitta consecutiva per i bianconeri, che lontano dalle mura amiche non vincono dallo scorso gennaio. La squadra di Coach Finetti è rimasta aggrappata al risultato in un finale punto a punto sul parquet di Milano, in una partita dove ha regnato l’equilibrio con sorpassi e controsorpassi continui senza che nessuna delle due formazioni riuscisse però a prendere il largo e a distaccarsi nel punteggio. Udine si è aggrappata alla sua Stella Gentile, che chiude con 25 punti, ma dall’altra parte un rivitalizzato Giddy Potts ha totalizzato 32 punti, entrando di diritto nei migliori giocatori del 2° turno della fase ad orologio.

UCC Assigeco Piacenza – Fortitudo Flats Service Bologna  91 – 73

Altro stop per la Fortitudo, il quinto nelle ultime sei gare. La seconda fase è cominciata in maniera decisamente negativa per i biancoblú di Coach Dalmonte, che dopo un ottimo avvio cedono completamente il pallino del gioco agli avversari. Al PalaBanca la Assigeco nel secondo tempo esplode grazie a Cesana e Mcgusty, mattatori di serata, senza che la Effe riesca a contenerli o limitarli adeguatamente e senza trovare Scorer competitivi in grado di avvicinarsi o pareggiare il punteggio. Nota lieta la rivitalizzazione di Aradori, che chiude con 20 punti, rimasto in panchina per gran parte della sfida contro Torino, ma nota negativa i lunghi, quasi completamente fuori dalla partita per tutto il match, e l’infortunio di Capitan Fantinelli, di cui saranno da valutare le condizioni.

Girone bianco

Benacquista Assicurazioni Latina –  Umana Chiusi 75 – 69

Sfida molto intensa soprattutto sotto le plance tra due squadre molto fisiche. Latina ha contrapposto agli avversari una grande coesione di squadra e buone soluzioni di gioco, riuscendo a contrastare l’ottimo avvio ospite i quali avevano cominciato con grande costanza realizzativa dall’arco ed una ottima capacità di rallentare il ritmo del gioco. I nerazzurri non si sono lasciati però intimidire e dopo i primi 5 minuti hanno cominciato la rimonta, trovando la giusta fluidità sia in fase offensiva che difensiva e acuendo il divario. Ottima prova di Moretti, Centro che continua a migliorarsi soprattutto nel pitturato, e di Parrillo, fondamentale soprattutto grazie a ben due giochi da 4 punti che hanno indirizzato a livello psicologico la gara. A nulla solo bastati per Chiusi i 22 punti di Medford.

Moncada Energy Agrigento  – HDL Nardò  98 – 74

Altra vittoria per Agrigento che al PalaMoncada sfiora la tripla cifra. Continui sorpassi e controsorpassi per un avvio di gara equilibrato, ma i siculi, guidati dalle prestazioni di Marfo e Grande, riescono poi a guadagnare il pallino del gioco e a organizzarsi presto, ampliando le distanze a suon di parziali positivi. Sul finale, i padroni di casa volano sulle ali dell’entusiasmo e incrementano il vantaggio con ottime percentuali realizzative soprattutto dall’arco. Vani i 27 punti di Russ Smith, che ha provato a tenere a galla gli ospiti ma senza successo.

2B Control Trapani – RivieraBanca Basket Rimini  58 – 62

Impresa per Rimini, che sbanca in trasferta il parquet di Trapani nonostante un Roster falcidiato dagli infortuni. Agli ospiti mancavano infatti Ogbeide, Bedetti e Meluzzi e Jazz Johnson (fermato all’ultimo) ed erano dati per sconfitti già in partenza viste le schiere della panchina ridotte all’osso. Con soli sei uomini di rotazione e il giovanissimo Morandotti, Rimini è riuscita a vincere in trasferta con grande cuore e determinazione davanti ai suoi pochi fedelissimi tifosi giunti fino in Sicilia, guidata da Tassinari, che nel terzo quarto segna dieci punti di fila e indirizza la gara. Sul finale, gli ospiti riescono a difendere con compattezza in difesa serrando le file e ribaltando così ogni pronostico.

Girone salvezza

E-Gap Stella Azzurra Roma – Staff Mantova 87 – 70

Vittoria cruciale in chiave salvezza per Roma. Sfida molto rapida e vivace fra le due squadre, che nella prima frazione si scambiano sin da subito canestri con facilità, aumentando il ritmo del match. Dopo un avvio e un primo tempo equilibrati, in cui gli Stings riescono addirittura a completare la rimonta dopo un netto svantaggio, gli ospiti si sciolgono difensivamente e concedono tanti punti ai nerostellati, che approfittano dei numerosi errori difensivi avversari per trovare un vantaggio che diventa irraggiungibile. Prova di alto livello di Wilson, che chiude con 26 punti.

Ferraroni Juvi Cremona – Caffè Mokambo Chieti  74 – 76

Rimonta completata per Chieti, che abbatte la Ju Vi al PalaRadi dopo un primo tempo controllato dai padroni di casa, in cui i gigliati che sembrano sfruttare meglio gli americani Douvier e Allen. La Mokambo sembra perdere terreno complici i numerosi errori sotto canestro e la Ju Vi chiude i primi 20 minuti in netto vantaggio. Nel secondo tempo però Chieti attacca con maggiore concretezza, cercando spesso la via dei liberi e mantenendo alto il ritmo della sfida. Nel finale di gara poi sale in cattedra Roderick, che segna a raffica e esegue tagliafuori a rimbalzo decisivi, consegnando ai suoi i due punti.

Novipiù Monferrato Basket – OraSì Ravenna 87 – 75

Partita equilibrata per tre quarti, con Ravenna che lotta su ogni pallone nonostante l’assenza cruciale di Vrankic. Ma ancora una volta il quarto quarto è fatale per la squadra di Coach Lotesoriere, che dopo una partita fino a quel momento equilibrata cede il passo ai padroni di casa subendo un pesante parziale e non trovando più la via del canestro. Ottima prova del duo Justice – Martinoni per Monferrato, il cui apporto rispettivamente da 24 e 22 punti è stato fondamentale nelle fasi cruciali del match.

Kienergia Rieti  – Allianz Pazienza San Severo 63 – 69

Quarta vittoria consecutiva per San Severo, che sembra aver allontanato i fantasmi degli ultimi mesi di stagione regolare. Prestazione corale dei pugliesi, che con una partita compatta e dal grande equilibrio sono riusciti a gestire i momenti critici della sfida, imponendo i propri Break con grande caparbietà e soprattutto mantenendo alta la concentrazione nei minuti finali. Grande prova di Ed Daniel, il cui apporto a rimbalzo è stato fondamentale, e di Raivio dal punto di vista dello Scoring, mentre per i padroni di casa non sono bastati i 4 giocatori in doppia cifra.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv