Seguici su

Basket

Scariolo: “Prendiamo la positività della vittoria e procediamo con rigore nella preparazione”

Pubblicato

il

foto di Bianca Costantini per 1000 cuori Rossoblu/Basket City


Sono parole di serenità quelle di Sergio Scariolo a fine gara con Trieste, segnate da grande pragmatismo

“Siamo ancora dentro un processo di apprendistato continuo. Molti giocatori stanno cercando di capire come giocare insieme, la squadra in generale è ancora evidentemente un cantiere, non sempre abbiamo la necessaria lucidità nell’affrontare gli sviluppi del gioco. Le percentuali di tiro dall’area sono state troppo basse, in questo dobbiamo migliorare. In compenso oggi abbiamo mosso un po’ meglio il pallone e trovato più tiri dai giochi con gli esterni.

In difesa dobbiamo capire come, quando ci sono tiratori così ispirati come gli esterni di Trieste oggi, dobbiamo fare un passo avanti, alzando le mani, cercando di sfiorare i loro tiri, uscendo cioè dalla consuetudine difensiva adattandoci alle diverse situazioni.

È stata comunque una vittoria con una squadra che non ha mai mollato; loro poi hanno trovato canestri molto difficili nei momenti importanti. In questa successione tanto veloce di gare queste sono vittorie davvero preziose che prendiamo e mettiamo da parte per quello che possono significare in una stagione come questa.

Certo che bisogna saper recuperare a distanza di sole 48 ore dalla partita precedente, una partita poi come quella di venerdì sera. Dobbiamo imparare ad essere bravi nel girare pagina in maniera immediata, ma oggi siamo stati comunque in grado di farlo, e questo è positivo.

Sono emersi problemi nella fase difensiva, questo per molti fattori, soprattutto poiché siamo lontani settimane dal poterci considerare una squadra che sa cosa si deve fare in ogni momento e questo dobbiamo acquisirlo cl rigore in palestra, per completare al meglio una preparazione che nn può, oggi, che essere ancora solo frammentari.

Gli up and down che si sono visti in partita quest’anno saranno frequenti. Non siamo una squadra con tale profondità e così tanto talento da poter rimanere sempre completamente sopra la linea di galleggiamento. Ogni partita per noi sarà una conquista, dobbiamo rendercene tutti conto e regolarci di conseguenza.

Tepdosic? Speriamo possa rientrare la prossima gara, almeno qualche minuto.”

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *