Seguici su

Basket

Serie A2 22/23, Recap 12^ giornata LNP. Capolavoro Fortitudo: abbattuta la capolista Pistoia al PalaDozza

Pubblicato

il

Agli oneri della cronaca anche la dodicesima giornata della Serie A2, in una penultima sfida prima del termine del girone di andata che ha riservato non poche sorprese. Colpo grosso per la Fortitudo Kigili Bologna, che abbatte la capolista (fino a sabato solitaria) del girone rosso e rialza la testa dopo la dolorosa debacle di Ferrara. Ad approfittare dello stop dei toscani è anche la Tramec Cento, che non sbaglia e ritorna in vetta abbattendo Mantova alla Grana Padano Arena.

Girone Verde

2B Control Trapani – Benacquista Assicurazioni Latina 67 – 65

Al PalaAuriga partita in bilico fino alla fine. Dopo una partenza difficile, Latina riesce a rimontare nei due quarti centrali ma è la formazione di casa ad avere la meglio negli ultimi istanti. Nei primi dieci minuti i nerazzurri non sono riusciti a concretizzare azioni offensive degne di nota, mentre i siciliani hanno preso il controllo del match segnando a raffica guidati dal proprio pubblico. Latina è riuscita però a trovare ritmo, a recuperare e perfino superare lo svantaggio, con Trapani che invece ha risposto con grande caparbietà e pazienza. A pochi secondi dalla sirena finale, con i due liberi di Rodriguez è arrivato il sorpasso, situazione che ha portato fino alla parità e al canestro di Strumbis del vantaggio, complice una disattenzione difensiva ospite.

Reale Mutua Torino – Acqua S.Bernardo Cantù 71 – 90

Arriva la prima sconfitta in casa in stagione per la Reale Mutua, che crolla sul suo terreno al Pala Gianni Asti contro una Cantù in forma e che ora ha la testa della classifica solitaria. Primo quarto in bilico e in perfetta parità, poi salgono in cattedra Nikolic (27 punti), Baldi Rossi e Da Ros, che collaborano nel fare scappare via nel punteggio gli ospiti. La squadra di Coach Ciani tenta la rimonta, che si conclude però con un nulla di fatto e il punteggio si acuisce fino al -19.

Gruppo Mascio Treviglio – Vanoli Basket Cremona 64 – 61

Crollo a sorpresa di Cremona sul campo di Treviglio che ferma la corsa dell’ormai ex capolista al PalaFacchetti. I Biancoblu di Coach Finelli conducono la gara per quasi 30 minuti esaltando i 2100 spettatori presenti a sostenere la formazione di casa, poi da metà terzo quarto in più la qualità della Vanoli si fa sentire e la distanza si accorcia complici diversi punti recuperati che portano al pareggio. Nel finale però è Treviglio ad essere fredda dalla lunetta dei liberi e a ottenere una vittoria decisiva che costringe la formazione di Coach Cavina a perdere il primato nel girone e a uscire sconfitta per la seconda volta in stagione. A guidare i padroni di casa nel punteggio è stata una splendida prestazione di Jason Clark, decisivo con 22 punti.

Novipiù Monferrato Basket – Urania Milano 84 – 67

Vittoria fondamentale per Monferrato nell’ultima partita in casa del 2022. Una prestazione incredibile del capitano Martinoni, che sigla una doppia doppia con 20 punti e 10 rimbalzi, di cui molti decisivi e in momenti di gara necessari, e di Aaron Carver, altra doppia doppia da 15 rimbalzi e 14 punti, guidano i padroni di casa fin dalle battute iniziali. Dopo un primo tempo in sostanziale parità, Milano perde il controllo del risultato e subisce lo slancio di Monferrato che segna con ottime percentuali specialmente dal campo e in penetrazione. A nulla servono i 24 punti di Kyndahl Hill e la sua migliore prestazione della stagione a mani basse.

Ferraroni Juvi Cremona UCC – Assigeco Piacenza 66 – 98

Crolla anche l’altra squadra di Cremona in un risultato però molto più netto rispetto alla compagine. Piacenza conferma il proprio splendido momento di forma dopo il successo in trasferta sul campo di Agrigento ed espugna il PalaRadi. Già dalle premesse poco era possibile, specialmente vista l’assenza di due titolari per Cremona come Blake e Iannuzzi, che esce per infortunio nel finale del primo quarto. Il parziale di 3-28 per i padroni di casa a metà partita è stato decisamente decisivo, frutto di un ottimo gioco di squadra piacentino e di alte percentuali dall’arco. Splendida gara di Luca Cesana, che chiude con 22 punti di cui 5/8 da tre, e di Brady Skeens decisivo a rimbalzo.

E-Gap Stella Azzurra Roma – Kienergia Rieti

La sfida tra E-Gap Stella Azzurra Roma e Kienergia Rieti verrà recuperata fra circa un mese, precisamente martedì 17 gennaio, nel posticipo della dodicesima giornata del girone verde.

 

Girone rosso

Staff Mantova Tramec Cento 66 – 81

È una Tramec che non si fa abbattere da nulla, nemmeno dalle brutte notizie: è di qualche giorno fa la conferma della rottura del legamento crociato di Zampini, che portava grande profondità alle rotazioni e aiutava spesso in fase offensiva. La sua assenza, così come quella di Zilli, avrebbe potuto abbattere psicologicamente la squadra di Coach Mecacci che invece si è dimostrata una squadra fisica, rodata e precisa nelle percentuali al tiro dall’arco e dal campo. Una Tramec corsara affonda così gli Stings condannandoli alla terza sconfitta in 4 gare, nonostante una prima frazione in sostanziale equilibrio e addirittura un iniziale vantaggio di +10, poi rimontato. Splendida gara della coppia Marks-Archie.

Caffè Mokambo Chieti – HDL Nardò 88 – 98

Nardò volta pagina dopo la dolorosa sconfitta interna contro Rimini ed espugna il PalaSport di Chieti. La squadra di Coach Di Carlo si difende compatta, cinica e attacca con grande elasticità e dopo due quarti tutto sommato equilibrati escono le qualità dei Top Player della formazione pugliese. Uno stoico Russ Smith sembra aver letteralmente sconvolto la A2 con la terza partita su 3 sopra i 30 punti (33 in questa gara), accompagnato però da Stojanovic e Poletti che li hanno guidati alla vittoria. Smith è comunque un Playmaker di categoria superiore e si vede, non solo a livello di Score ma anche a livello di squadra, riuscendo ad essere Leader e mettendosi sempre a disposizione dei compagni. Con un giocatore di questa caratura, per Nardò i Playoff non sono più un’utopia.

RivieraBanca Basket Rimini – OraSì Ravenna 82 – 72

Il derby romagnolo si conclude con una vittoria per Rimini. In una sfida fondamentale per la salvezza, i giallorossi di Ravenna cedono nel quarto quarto dopo una partita discreta e giocata su buoni ritmi. La formazione in trasferta limita bene le soluzioni in attacco avversarie, soprattutto in contropiede, e riesce a chiudere in vantaggio i primi tre quarti, salvo poi crollare negli ultimi dieci minuti, come ormai già accaduto in passato in stagione. Per la squadra di Coach Lotesoriere non  bastano i 21 punti di Anthony e i 20 del Capitano Musso. Per Rimini invece solita splendida prestazione del duo Johnson-Ogbeide.

Fortitudo Kigili Bologna Giorgio Tesi Group Pistoia 75 – 67

Al PalaDozza la Effe è un capolavoro: a metà calendario ancora imbattuta in casa, consolida questo risultato con una prestazione di altissimo livello contro l’ormai ex solitaria capolista del Girone. La squadra di Coach Dalmonte fa un pressing alto fin dalle prime battute, riuscendo a contenere le offensive di Pistoia ma soprattutto riuscendo a segnare a raffica alla migliore squadra difensiva per punti subiti in stagione. I toscani sbagliano troppo, non trovano il feeling con il canestro, così nel terzo quarto Pistoia non riesce più a ricucire le ferite affidandosi quasi solo alla lunetta. Nel secondo tempo comunque partita molto fisica, con molti errori da entrambe le parti e difese serrate. Tra i migliori Biancoblu degne di nota le prestazioni di Thornton e Aradori, mentre per gli ospiti Wheatle quello più in palla con una ottima doppia-doppia da 22 punti e 12 rimbalzi.

Allianz Pazienza San Severo UEB Gesteco Cividale 55 – 53

Lungo viaggio amaro per Cividale: j friulani raggiungono la Puglia e perdono sul finale dopo una gara molto combattuta. Vittoria interna per San Severo che in una partita dalle scarse percentuali per entrambe le formazioni riesce a abbattere una delle sorprese del girone. San Severo comincia bene con un parziale di 15-0 che però non destabilizza gli avversari, i quali si riprendono in fretta e chiudono il primo tempo in svantaggio di 7 lunghezze fino addirittura a rimontare gli avversari. La situazione poi si riequilibra e si risolve solo negli istanti finali con Lupusor che pareggia e poi Bogliardi, che approfitta di una palla persa di Clarke e segna il canestro decisivo.

Umana Chiusi – Tassi Group Ferrara 69 – 75

Ferrara viaggia sulle ali di Cleaves e Campani, che confermano di essere i due uomini più in forma del momento per la formazione emiliana dopo la vittoria all’ultimo istante contro la Fortitudo. Successo fondamentale in chiave salvezza, specialmente perché i due punti arrivano contro una diretta concorrente e anche per il morale, vista la seconda vittoria consecutiva dopo il turno infrasettimanale. Ferrara rimane sempre in controllo del match nonostante l’equilibrio e i costanti sorpassi e controsorpassi, ma nella ripresa è proprio Cleaves a prendere le redini del gioco, a dimostrazione che è ormai perfettamente a suo agio nelle tattiche di Coach Leka.

Apu Old Wild West Udine-  Unieuro Forlì 81 – 92

Secondo KO consecutivo per la squadra di Coach Boniciolli, che conferma di stare vivendo un pessimo periodo di forma. Al PalaCarnera è un’ottima Forlì a farla da padrone, vincendo una gara quasi mai in bilico: la Unieuro attacca con concretezza e difende con determinazione, lasciando sì molti spazi a Sherrill – Briscoe, autori di una prestazione magnifica, ma coprendo ai limiti della perfezione su tutti i cambi e le rotazioni. A farla da padrone sul bollettino delle statistiche è un tragico (per la APU) 25-38 al dato dei rimbalzi: Udine necessita urgentemente di un Pivot di peso per la seconda parte di calendario: ora la concorrenza per i Playoff si fa spietata. Con questa vittoria inoltre, Forlì ha conquistato la matematica qualificazione ai quarti di Coppa Italia.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv