Seguici su

Basket

Serie A2 22/23 – Recap 25^ giornata. Nuovo crollo in trasferta: Fortitudo K.O. a Pistoia dopo un overtime

Pubblicato

il

Dopo due settimane di pausa dal campionato per fare spazio alla Coppa Italia (competizione vinta dalla Vanoli Cremona in finale contro la Tramec Cento), si è giocato nel weekend il 25^ turno della stagione regolare in Serie A2, penultimo prima dell’inizio della fase ad orologio. La Fortitudo cade ancora in trasferta contro Pistoia dopo un Over-Time, vanificando sul finale dei tempi regolamentari il netto vantaggio guadagnato e ottenendo così la quarta sconfitta consecutiva. Crolla a sorpresa anche Cento alla Milwaukee Dinelli Arena contro Mantova, senza mai riuscire ad entrare nel ritmo partita.

Girone verde

Urania Milano – Novipiù Monferrato Basket 75 – 67

Anticipo della 25^ giornata che si apre con una sconfitta esterna per Monferrato al Pala Allianz Cloud, risultato che complica notevolmente le speranze di salvezza dei monferrini, anche se questa possibilità non è ancora completamente compromessa.  Sfida equilibrata fino all’ultimo, che vede in avvio la Novipiù partire decisamente meglio con un parziale positivo che spaventa i padroni di casa. Potts e Amato però guidano la ribalta che all’intervallo lungo vede Milano in vantaggio. Gli ospiti tuttavia non si lasciano scoraggiare e rimangono aggrappati con Leggio e Valentini sino all’ultimo quarto. A poco più di due minuti dalla fine però, Hill (migliore sei suoi) sale in cattedra e segna liberi e canestri importantissimi in penetrazione che indirizzano il risultato sul finale.

Acqua S.Bernardo Cantù – Reale Mutua Torino 97 – 71

Dominio canturino al PalaFitLine di Desio, in una partita decisamente spenta e sottotono per gli ospiti, specialmente in fase difensiva. Equilibrio annullato sin dai primi minuti, quando Cantù grazie a Bucarelli e Baldi Rossi confeziona parziali positivi a raffica e canestri che gli permettono di scappare nel punteggio costringendo Coach Ciani a cercare di correre ai ripari, senza riuscirci. Nel secondo periodo Guariglia prova a rimettere in carreggiata i suoi ma al rientro dall’intervallo lungo l’entusiasmo torinese si spegne completamente a causa di Morgillo e Hunt. Sul finale i gialloneri provano a ridurre il gap, ma si rivela un lungo Garbage Time che permette ad entrambi i tecnici di dare spazio a giocatori che hanno visto poco il campo in stagione e giovani promesse.

Benacquista Assicurazioni Latina – 2B Control Trapani 72 – 85

I siciliani vincono a Latina e conquistano la salvezza matematica dopo una partita in salita ma in vantaggio e controllata dal terzo quarto in poi. Primo tempo sul filo dell’equilibrio, fatto di sorpassi e controsorpassi alternati. Poi gli ospiti trovano i primi parziali positivi e gli allunghi necessari con Romeo, Renzi e il solito Stumbris. Sul finale i laziali tentano l’aggancio, ma i granata sono più cinici e lucidi e segnano con grande continuità anche dopo i tentativi di fallo sistematico. Ottima prova anche per l’ex Fortitudo Steven Davis, che sembra aver trovato la sua dimensione a Trapani: doppia doppia per lui da 14 punti e 10 rimbalzi. Per i padroni di casa invece sono da segnalare le prove di Cleaves II (Top Scorer del match con 19 punti) e Cicchetti (doppia – doppia).

Vanoli Basket Cremona – Gruppo Mascio Treviglio  87 – 89

Sfida dalle mille emozioni al PalaRadi, davanti ad una cornice di pubblico di circa 3000 spettatori. Derby lombardo su cui c’erano molte aspettative per lo spettacolo, con entrambe le squadre che hanno dimostrato il perché  della propria posizione in classifica. Grande intensità ed emozioni in un match ricco di ribaltamenti e sorpassi in un match infinito che si conclude solo nel secondo tempo supplementare. Partita sempre in bilico, anche quando la partita sale di tono e intensità sul finale dei tempi regolamentari entrambe le formazioni sono rimaste lucide e concentrate. Sul contropiede sul finale di Lombardi e la stoppata di Bruttini su Caroti si chiude una meravigliosa partita. I due migliori giocatori della sfida sono stati Alibegovic da una parte (23 punti) e Marini dall’altra (28 punti), con quest’ultimo che si è fatto carico, nelle battute finali, delle ultime cruciali conclusioni, aiutando così i compagni ad arrivare alla vittoria.

UCC Assigeco Piacenza – Ferraroni Juvi Cremona 92 – 75

Vittoria di rilievo al PalaBanca per Piacenza, che trova i due punti senza troppe difficoltà sul proprio parquet. Trionfo che era quasi obbligatorio, visto il rischio di lasciare ad Agrigento il sesto posto in classifica. I biancorossi di Coach Salieri hanno interpretato in maniera convincente e determinata la sfida, restando sempre in vantaggio dal primo quarto e mai mettendo in discussione il risultato grazie alle ormai solite solide prestazioni di Skeens (che ha totalizzato 11 punti e 16 rimbalzi) e del duo Miaschi-Cesana. Unica nota negativa della serata l’infortunio di Mcgusty, le cui condizioni saranno da rivalutare. Per gli ospiti guidati da Coach Crotti non sono bastati invece i 19 punti di Douvier.

Kienergia Rieti – E-Gap Stella Azzurra Roma

La sfida tra Kienergia Rieti ed E-Gap Stella Azzurra Roma è stata rinviata a data da destinarsi per un guasto alla rete elettrica del PalaSoujourner, dove avrebbe dovuto svolgersi il match. Al momento sul sito LNP è comunque presente però una data per la sfida, anche se non ancora confermata da notizie ufficiali da parte della Lega Nazionale Pallacanestro: 30 giugno 2023.

 

Girone rosso

OraSì Ravenna – RivieraBanca Basket Rimini 76 – 78

Vittoria di misura per Rimini, che ha la meglio nel derby emiliano-romagnolo. Al Pala De Andrè i giallorossi resistono fino all’ultimo istante, lottando per tutta la gara contro la grande fisicità e i centimetri del roster ospite e riuscendo a recuperare anche un notevole svantaggio. Negli istanti finali però un rimbalzo in attacco e i due liberi di Ogbeide chiudono i giochi, con l’ultimo possesso per i padroni di casa che viene vanificato. Tante palle perse per la squadra di Coach Lotesoriere (9) ma ottima prova di Bonacini e Vrankic, i quali non sono riusciti però a tenere testa a Johnson, Top Scorer del match, e Ogbeide, che ha dominato la lotta nel pitturato.

Unieuro Forlì  – Apu Old Wild West Udine 81 – 70

Ancora priva di Gentile (squalificato), Gaspardo e del capitano Antonutti, ma con un Briscoe in più disponibile al rientro dopo un mese di stop, Udine crolla sotto il peso delle pesanti assenze contro Forlì. I bianconeri guidati da Coach Finetti cominciano meglio, costringendo Coach Martino a chiamare il primo timeout a pochi minuti dall’inizio della gara. Il primo tempo si conclude in sostanziale equilibrio, con un leggero vantaggio per i padroni di casa subito però recuperato dagli ospiti nel terzo periodo. Il sorpasso udinese arriva sullo scadere della terza sirena, e l’inerzia del match sembra trasferirsi verso gli ospiti. Sul finale però, complice una prestazione splendida di Valentini oltre che di Adrian, Forlì ritrova il vantaggio. La Apu prova a mantenersi a galla, ma proprio il numero 7 biancorosso spegne le speranze Friulane sul finale segnando 6 punti di fila.

Giorgio Tesi Group Pistoia – Fortitudo Flats Service Bologna 86 – 78

Quarta sconfitta consecutiva per la Fortitudo. Senza il nuovo innesto Vasl, assente per la comparsa di una sciatalgia, al PalaCarrara la squadra di Coach Dalmonte controlla il match per tre quarti e mezzo, arrivando fino a raggiungere i 14 punti di vantaggio. Sul finale del terzo quarto comincia però la rimonta biancorossa, che si concretizza dapprima trovando il pareggio a pochi istanti dall’ultima sirena, e poi definitivamente dopo un OverTime, in cui l’inerzia del match era ormai interamente  in mano alla formazione toscana guidata da Coach Brienza. Nonostante il risultato, nota di merito per la prestazione di livello assoluto di Aradori, che chiude da MVP con 28 punti.

HDL Nardò – Caffè Mokambo Chieti 83 – 73

Salvezza matematica raggiunta per i pugliesi. Condanna invece per Chieti, che si iscrive al raggruppamento Playout. Gestione della gara dall’alto livello tattico da parte di Nardò, che in avvio parte subito forte con un parziale di 10-0 che sembra presagire un lungo dominio. La squadra di Coach Rajola però torna in campo dal Time – Out chiamato per risvegliare gli animi determinata e reagisce rimanendo aggrappata anche all’intervallo lungo fino a ritrovare il vantaggio nel terzo quarto con Serpilli, migliore dei suoi. I parziali positivi di Poletti e compagni riportano però la gara sui binari, con Chieti che nel finale prova ad inseguire senza successo.  

Tramec Cento – Staff Mantova  59 – 77

Settimana no per Cento, anche se questa sconfitta ferisce decisamente meno di quella di domenica scorsa in finale di Coppa Italia. La squadra di Coach Mecacci parte bene nei primi minuti, ma è un’illusione destinata a svanire in breve tempo: Mantova reagisce subito all’allungo iniziale dei padroni di casa inventandosi canestri impossibili che all’intervallo lungo permettono agli Stings di essere in vantaggio di 14 punti. La Tramec prova a riavvicinarsi, ma il nuovo innesto Sherrill è on Fire e assieme a Ross collabora continuando a costruire ottime azioni che la difesa Tramec non riesce a contenere. Sul finale i biancorossi provano ad alleggerire il risultato ma trovano tanti errori al tiro e poca continuità.

UEB Gesteco Cividale – Allianz Pazienza San Severo  83 – 85

Ottima prova collettiva dei pugliesi (6 giocatori in doppia cifra) che sbancano il PalaGesteco ritrovando un prezioso successo in campionato. Atteggiamento per la gara eccellente per gli ospiti gialloneri, che sin dall’inizio collaborano con molti passaggi e azioni prolungate. Primo tempo in sostanziale equilibrio, ma San Severo riesce a non crollare anche quando gli avversari si riportano in vantaggio. La squadra di Coach Pilot torna così in Puglia con due punti importanti in tasca al termine di una sfida compatta, molto combattuta ed in equilibrio nel risultato fino alla fine.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv