Seguici su

Bologna

Calciomercato Bfc – Si (ri)sblocca Paz. Attesa per Orsolini – 20 gen

Pubblicato

il


Scongiurata la cessione di Simone Verdi al Napoli, ora il Ds Riccardo Bigon lavora senza sosta a qualche cessione e prepara qualche colpo di riparazione sia per questa sessione che per l’estate.
Partiamo dalle cessioni, o comunque dai possibili partenti.
Il Dt del Montreal Impact, Adam Braz, e Roberto Donadoni lanciano una specie di comunicato ufficiale: Saphir Taider è in Canada. L’algerino ha già firmato il suo nuovo contratto con la società nordamericana. Si tratta di un ingaggio da 1,5 milioni di dollari a stagione fino al 2020. Si attende la lenta burocrazia della Lega MLS, ma l’ufficialità è questione di giorni. Saphir Taider ripartirà dal Montreal Impact.
Manca solo l’annuncio, ma Filippo Falco, di fatto, è un nuovo giocatore del Pescara. L’ala classe 1992 è ancora di proprietà del Bfc ed era in prestito al Perugia. I rossoblù sono riusciti però a far rientrare il ragazzo a Bologna per poi girarlo in Abruzzo di nuovo a titolo temporaneo.
È invece ufficiale il trasferimento di Deian Boldor all’Hellas Verona, attraverso la formula del prestito fino al 30 giugno 2018, con diritto di riscatto dei veneti e contro riscatto a favore dei felsinei. Anche il difensore centrale rientrava da un prestito, al Montreal Impact.
Sul mercato rimangono Lorenzo Crisetig, Domenico Maietta, Adam Masina, Sebastien De Maio, Ladislav Krejcì e Orji Okwonkwo. Gli ultimi due lasceranno il capoluogo emiliano solamente in caso di arrivo di un’altra ala (ne parliamo dopo). Più probabile una partenza del nigeriano classe 1998, molto corteggiato in Serie B da Avellino e Parma. Bigon, però, concederebbe solamente il prestito del cartellino della giovane ala, talento su cui il Direttore sportivo ha scommesso tantissimo. Lorenzo Crisetig è sempre corteggiato da Crotone e Hellas Verona, con Sampdoria e Genoa sullo sfondo. La prossima settimana potrebbe essere quella giusta per la svolta. I due centrali De Maio e Maietta sono invece ai margini delle rotazioni di mister Donadoni. Il francese però ha il contratto in scadenza nel 2020 e le offerte di Spal e Panathinaikos non sono state concrete. L’ex Hellas, invece, starebbe trattando con il Bologna il rinnovo del contratto, attualmente in scadenza il 30 giugno 2018. Se le parti non arriveranno ad una soluzione, si aprono le porte della cessione. Il Cagliari e soprattutto l’Empoli sono in pole position per il classe 1983. In particolare i toscani hanno in mente un buon piano per convincere Bigon. Per quanto riguarda Adam Masina, il ragazzo è ai ferri corti con il Bologna, dopo la mancata firma sul rinnovo del contratto. Per lui si aprono le porte della Premier League, dove è richiesto da West Ham e Crystal Palace. I due club per ora non si sono ancora palesati, ma hanno comunque sondato il terreno.
Non dovrebbe essere sul mercato Godfred Donsah, ritenuto più volte incedibile dalla società bolognese. Tuttavia, è ovvio che l’arrivo di Dzemaili, per altro già pronto, potrebbe togliere spazio al giovane ghanese. Di conseguenza, l’entourage del classe 1996 si guarda intorno, mentre il Torino ci fa un pensiero. Il club granata avrebbe offerto 6 milioni al Bologna, ma i Rossoblù ne chiedono almeno 10. E sullo sfondo c’è l’Inter…
Capitolo acquisti. La permanenza di Simone Verdi non ha distratto il Bologna dall’interesse per Riccardo Orsolini. Bologna e Juventus hanno un accordo sulla base di un prestito con diritto di riscatto e contro riscatto. Nonostante l’interesse, il Genoa è ancora lontano dal superare la proposta del Bfc. Anche il classe 1997 e il suo agente Donato Di Campli puntano dritto alla piazza petroniana, ma rimane l’ostacolo Atalanta. Gli orobici non vogliono far rientrare l’ex Ascoli nella Torino bianconera. Tra la Vecchia Signora e i bergamaschi c’è l’accordo di un prestito biennale in neroblu, ma l’impiego di Orsolini è stato minimo. Di conseguenza, la Juventus ha intenzione di concedere minutaggio al proprio pupillo e Bologna pensa di essere la società giusta per accontentare il club di Agnelli, nonostante la permanenza di Verdi. Lunedì potrebbe essere il giorno decisivo per sbloccare l’affare. Vedremo se l’Atalanta mollerà la presa.
Intanto il Bologna lavora sul grande colpo estivo Gabbiadini, anche se gli sforzi più intensi, in questo momento, sono concentrati sul reparto difensivo. Nehuen Paz sembra essere tornato vicinissimo all’approdo sotto le Due Torri. Secondo le ultime indiscrezioni, i conflitti interni al Newell’s Old Boys si sarebbero spenti e i felsinei sono pronti ad abbracciare il centrale argentino con un contratto fino al 2021 o 2022. L’accordo tra i club non dovrebbe essere cambiato, ma con gli intermediari sudamericani è sempre lecito aspettarsi delle sorprese o dei colpi di scena. Se nessuno tra De Maio e Maietta dovesse lasciare il capoluogo emiliano, ecco che Paz potrebbe essere girato in prestito secco al Benevento, accontentando così anche i giallorossi che nelle ultime ore si erano inseriti nell’affare.
L’operazione più clamorosa potrebbe essere però lo scambio Maietta-Pasqual tra Empoli e Bologna. Gli emiliani avrebbero bisogno di un sostituto di Masina ma soprattutto di un terzino esperto in un reparto, la difesa rossoblù, peccatore di gioventù. L’ex Fiorentina sarebbe il profilo giusto ma i toscani non vogliono perdere un pezzo pregiato della propria rosa. Per questo motivo gli empolesi starebbero pensando ad un scambio con Maietta. Si trattano di idee al momento, ma è lecito aspettarsi una svolta nel corso della prossima settimana.
Torniamo in Argentina, ma non più in casa Newell’s Old Boys, ma all’Huracan. Bologna e Benfica, infatti, sarebbero sulle tracce di Ignacio Pussetto, attaccante che sta davvero incantando tutti. Sia i felsinei che le Aquile sono disposte a sparare alto per il giocatore offensivo, ma al momento sono i portoghesi in vantaggio, con una offerta da 4 milioni di dollari, come riportato da Agentianonimi.com. Intanto, sono in arrivo due giocatori per rinforzare la Primavera di Troise. Si trattano del 18enne Mutton, seconda punta dell’Inter (7 presenze e due gol in questa stagione) e di Krastev, attaccante classe ’99 della Slavia Sofia, che ha già esordito in Europa League con la maglia dei bulgari.
C’è tantissimo lavoro da fare per Bigon, ma questo Bologna ha bisogno di essere puntellato per spiccare il volo nella seconda metà di stagione.

Fonte immagine di copertina: Rosarioplus.com

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv