Seguici su

Bologna

Corriere di Bologna – Gli intoccabili di Motta: da Dominguez a Ferguson, passando per Schouten

Pubblicato

il

crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblù


Dominguez, Schouten, Ferguson, Posch e Lucumì: ecco alcuni dei titolarissimi che in questa stagione sono stati protagonisti del Bologna di Thiago Motta. Considerati incedibili dal tecnico italo-brasiliano, molti di loro si trovano in situazioni da chiarire e snodare (soprattutto vista l’intenzione del club di condurre un mercato apparentemente improntato a guadagnare più di quanto si andrà a spendere).
Molto dubbio il rinnovo di Nico Dominguez: l’argentino (che quest’anno ha anche indossato la fascia di capitano) ha il contratto in scadenza nel 2024 e piace a Fiorentina, Siviglia e Brighton. “Mi dispiacerebbe perderlo” aveva affermato Motta. Lewis Ferguson, invece, dovrebbe restare: l’attaccante scozzese classe 1999, a quota 7 reti nella sua prima annata in Serie A, ha ricevuto varie offerte ma avrebbe comunque scelto di restare sotto le due torri (“Non ho dubbi, voglio continuare a giocare a Bologna” sono le parole riportate da Cronache di Spogliatoio). Praticamente certi, invece, due cardini della difesa rossoblù come Posch e Lucumì: Stefan ha recentemente rinnovato il contratto (riscattato dall’Hoffenheim), mentre Jhon appare come l’alternativa migliore all’infortunato Soumaoro. Per quanto riguarda Jerdy Schouten, l’olandese è nel mirino della Lazio ma l’unica vera offerta al momento arriva dal Feyenoord.
Per Motta, tutt’altro che irrinunciabili sono invece Marko Arnautovic e Riccardo Orsolini. Il centravanti austiaco interessava molto al Milan (anche se, con l’addio di Maldini e Massara, la sua partenza appare ora più incerta); il numero 7, invece, ha il contratto in scadenza nel 2024 e al momento non avrebbe ancora accettato l’offerta avanzata dalla dirigenza rossoblù. 
 
(Fonte: Corriere di Bologna, Alessandro Mossini)

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *