Seguici su

Bologna

Il Bologna in zona retrocessione: con la Viola è 0 a 0

Pubblicato

il


BOLOGNA – Il Bologna prolunga la “pareggite” anche con la Fiorentina (0 a 0) ma la concomitante vittoria dell’Empoli porta i rossoblù in piena zona retrocessione.
Dopo cinque minuti è il Bologna a farsi pericoloso con una botta in area di Poli che viene deviata in calcio d’angolo. È una squadra volitiva quella rossoblù e stavolta è Danilo che cerca il colpo sotto porta ma la sfera esce alta.
Bravo invece Skorupski al 14’ a difendere il primo palo dopo un tiro di Federico Chiesa. Dopo un quarto d’ora, però, solo schermaglie tra le due formazioni: di pericoli veri ancora non se ne sono visti. Ci pensa allora Benassi che sfiora, dal limite dell’area, l’incrocio dei pali alla destra di Skorupski, dopo un appoggio da destra di Gerson.
Le mani di Skorupski vengono scaldate anche da Milenkovic che al 24’ da una ventina di metri cerca la porta, ma è pronto il portiere polacco. E lo è altrettanto qualche secondo dopo con un doppio intervento a terra su una palla infilata ancora da Gerson a destra.
Le squadre sono abbastanza ingabbiate e, nonostante cerchino entrambe di puntare la rete avversaria, non riescono a dare l’affondo decisivo. Così come capita a Palacio al 41’ che perde il pallone, ben lanciato a rete. Fa meglio Orsolini un minuto dopo che gira bene di testa un cross dalla destra ma conquista solo un calcio d’angolo. È però l’azione più pericolosa sin qui, nel primo tempo. Un primo tempo che si chiude dopo un minuto di recupero.
Al quinto minuto della ripresa s’invola Simeone verso la porta da solo ma Skorupski è bravissimo ad impedire all’attaccante di segnare. Ora la Fiorentina preme e sia Gerson che Chiesa mettono paura alle maglie rossoblù. In risposta, Inzaghi sostituisce Svanberg con Kreicj cercando di creare densità più omogenea sulle fasce. Il cambiamento tattico si definisce intorno al 70’ quando il mister rossoblù cambia anche Orsolini (si stava abbassando troppo) con Dzemaili, tornando al consueto 3-5-2.
Incredibile palo preso dai Viola al 71’ con Milenkovic di testa, lasciato colpevolmente da solo dalla difesa bolognese.
Al 76’ Veretout ci prova da fuori area ma la sfera, ben colpita, esce comunque di un metro dal palo di destra di Skorupski.
Il Bologna rischia ancora anche perché le forze appaiono esaurirsi, con Palacio che rimane il più lucido ma anche il più stanco.
Finisce la partita senza più sussulti e il Bologna si ritrova in zona retrocessione.

Bologna (4-3-3): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander, Mattiello (86’ Dijks); Poli, Pulgar, Svanberg (55’ Kreicj), Orsolini (71’ Dzemaili), Santander, Palacio. All: Filippo Inzaghi
Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (86’ Dabo), Veretout, Edimilson; Gerson (79’ Mirallas), Simeone (71’ Thereau), Chiesa. All: Stefano Pioli
Arbitro: Marco Di Bello( assistenti Mondin – Gori, IV uomo: Minelli, Var: Giacomelli, Avar: Tolfo)
Note: ammoniti 46’ Vitor Hugo (F), 60’ Calabresi, 73’ Kreicj, 87’ Palacio (B)

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv