Seguici su

Bologna

Il Bologna saluta il 2023 con una pesante sconfitta: al Bluenergy Stadium vince l’Udinese 3 a 0

Pubblicato

il

Ultima gara dell’anno solare in Serie A: il Bologna vuole salutare il 2023 con una importante vittoria per restare in zona Champions League. Alla Bluenergy Arena va in scena alle ore 15.00, in un uggioso pomeriggio di dicembre, Udinese – Bologna, valida per la diciottesima giornata di campionato. Partita ad alta tensione, cruciale per i padroni di casa in chiave salvezza (i bianconeri si trovano al quart’ultimo posto) e fondamentale per i rossoblù, per restare ai vertici della classifica e mantenere il quarto piazzamento, abbandonato momentaneamente in virtù della vittoria della Fiorentina nell’anticipo di ieri contro il Torino. Fronte ospite, la squadra di Thiago Motta si presenta in Friuli Venezia Giulia priva di Bonifazi, out per scelta tecnica, probabilmente già in ottica mercato in uscita. Fronte Udinese invece, i bianconeri di Cioffi arrivano all’appuntamento reduci da un pareggio per 1 a 1 contro il Torino e con diverse assenze per infortunio. Su tutti, saranno assenti Zemura, ancora non in condizione dopo l’infortunio alla coscia, Pafundi, che ha subito un colpo in settimana come confermato da Cioffi, e Bijol. Tra le novità in casa bianconera poi la scelta di Okoye tra i pali in sostituzione di Silvestri, protagonista in negativo di questa prima parte di stagione. Confermata, invece, la presenza in attacco di Lucca, autore di cinque reti nelle ultime quattro partite. L’ultima vittoria dell’Udinese risale allo scorso novembre, a San Siro contro il Milan per 0 a 1, mentre non ha ancora mai vinto tra le mura amiche.

Le formazioni

L’allenatore dell’Udinese Cioffi schiera il 3-5-1-1: Okoye in porta, in difesa Ferreira, Perez, Kristensen, a centrocampo Festy, Lovric, Walace, Payero, Kamara, Pereyra sulla trequarti a servire Lucca. Qualche modifica per Thiago Motta rispetto all’Atalanta: il tecnico italo-brasiliano schiera in campo il solito Lukasz Skorupski in porta, linea difensiva con Stefan Posch, Sam Beukema, Riccardo Calafiori sull’out di sinistra e Victor Kristiansen. A centrocampo Remo Freuler si affianca a Nikola Moro, mentre Lewis Ferguson spazia e galleggia fra l’attacco e la difesa, pronto ad imbeccare le punte che sono Joshua Zirkzee, con ai suoi lati Alexis Saelemaekers e Kacper Urbanski. Arbitra la sfida Daniele Orsato, coadiuvato dagli assistenti Baccini e Politi e dal quarto uomo Camplone. Di Paolo e Maggioni rispettivamente al Var e Avar.

La cronaca

Primo tempo

I padroni di casa tentano sin dal primo tocco il lancio lungo in avanti, provando nell’azione successiva a bucare la difesa rossoblù con le ali, ma senza successo. Il Bologna prova a fraseggiare cercando i centrocampisti, ma l’Udinese è reattiva e continua ad attaccare sulla trequarti. Al secondo minuto, Pereyra effettua un dribbling e successivamente un cross verso l’interno dell’area, ma Skorupski c’è e controlla il pallone facendo ripartire la manovra. Con due calci piazzati, i bianconeri provano a mettere in difficoltà la squadra di Thiago Motta, attenta però su entrambe le palle inattive. Al decimo minuto il Bologna non è padrone del pallone e del campo come visto con l’Atalanta, complice la buona gestione di Cioffi del fraseggio che ormai è il marchio di fabbrica dell’allenatore italo-brasiliano. Al settimo minuto arriva il primo ammonito della gara: Urbanski interviene in ritardo e i friulani guadagnano una punizione che non si concretizza. Poco dopo, dall’altra parte del campo Zirkzee guadagna una punizione dal limite, ma anche questa si conclude con un nulla di fatto in quanto il tiro di Moro si infrange sulla barriera. Dopo un quarto d’ora di gioco, ritmi ancora molto bassi alla Bluenergy Arena, con i rossoblù che tentano di costruire dal basso, non riuscendo però ad attaccare la profondità. Nessun tentativo di rilievo fino a questo momento, anche se è l’Udinese ad avere avuto maggiori occasioni. Situazione che si conferma poco dopo: l’Udinese attacca, è aggressiva, il Bologna appare invece spaventato. In questo contesto si verifica una doppia occasione proprio per i padroni di casa, che con un contropiede fulmineo raggiungono l’area rossoblù. Ebosele tenta il tiro, Skorupski respinge ma non è perfetto e sulla respinta Kamara ci riprova, ma il portiere polacco manda il pallone in angolo. Poco dopo, arriva l’1 a 0 per l’Udinese con Pereyra, che sfrutta una disattenzione della difesa sugli sviluppi di un calcio d’angolo per piazzare il destro. Bianconeri in vantaggio al 23esimo minuto di gioco. Il Bologna non riesce a bucare la difesa compatta e rigida dei padroni di casa, e non arriva mai a tirare verso la porta. Le uniche occasioni svaniscono dopo diversi cross imprecisi da parte delle ali. Alla mezz’ora, a fare la partita è la formazione di Mister Cioffi, molto aggressiva difensivamente in tutti i tentativi del Bologna. Al 37esimo arriva la migliore occasione fin qui per gli ospiti: Saelaemakers lancia verso Posch, che fa da sponda verso Zirkzee. L’olandese calcia alto da pochi metri. L’Udinese continua ad assaltare la difesa rossoblù, ancora una volta da calcio piazzato: Kamara guadagna una punizione al limite dell’area, Lovric tenta il cross rasoterra, i bianconeri vanno vicini al raddoppio con una carambola in area e, successivamente, con un tiro dalla distanza che Skorupski (autore fin qui di una pessima prestazione) trattiene. 4 minuti di recupero prima della fine del primo tempo, in cui il Bologna è chiamato ad una reazione nella seconda metà di gara. Il conto dei corner dice 4 a 3 in favore dei rossoblù, ma l’arbitro fischia la fine della prima frazione. La squadra di Thiago Motta non è riuscita in questo primo tempo ad adattarsi alla squadra di Cioffi, facendo, di fatto, il gioco degli avversari e andando sotto ritmo. 

Secondo tempo

Nessuna sostituzione al rientro in campo dopo l’intervallo. Lo spicchio di tifosi rossoblù prova ad incitare l’attacco della formazione di Thiago Motta, fin qui in netta difficoltà. L’Udinese continua a fraseggiare sulla trequarti, finchè Lovric al terzo della ripresa non tira da fuori verso la porta di Skorupski, e in maniera fortuita devia verso la porta Lucca. L’attaccante dei bianconeri, in posizione regolare, batte il portiere polacco. 2 a 0 a favore dell’Udinese. Bologna quasi irriconoscibile: il sesto gol stagionale di Lucca è sintomo di una difesa molto disattenta in questa partita. La rete è inoltre un duro colpo psicologico per i rossoblù, mai in grado di offendere e bucare la difesa avversaria. Ennesimo errore difensivo del Bologna ed è notte fonda per il Bologna: l’Udinese segna il gol del 3 a 0 al 52esimo con Payero, che con un destro al volo dopo la deviazione di Beukema al cross di Ebosele fa esplodere il Bluenergy Stadium. Nella peggior prestazione stagionale, i rossoblù sono psicologicamente fuori dal match. Thiago Motta effettua quattro cambi per provare a sistemare le cose: dentro Lucumi, Orsolini, Fabbian e Aebischer per Posch, Saelemaekers, Kristiansen e Moro. Il Bologna prova a scuotersi per recuperare il passivo di tre reti. Gravissime difficoltà di concentrazione, specialmente di Beukema, che rischia di commettere un nuovo sbaglio in fase difensiva. Al 59esimo altro contropiede per i bianconeri: Lucca segna ma è in posizione irregolare. Partita molto difficile per gli ospiti, con l’Udinese di contro che gioca con una sicurezza ed una aggressività mai vista in stagione. I rossoblù, senza idee nè gioco, e con un atteggiamento molto statico e stanco, non calciano mai verso la porta di Okoye: persino Zirkzee si allunga il pallone a pochi metri dalla rete. Giornata storta per tutti i rossoblù, incapaci di mettere pressione in profondità agli avversari. Pioggia di ammoniti inoltre, che confermano la sfortuna nei rimpalli e nelle seconde palle ma soprattutto la frustrazione degli ospiti. Al 76esimo Zirzkee prova ad accorciare le distanze dopo un cross di Aebischer sulla destra ma non angola il tiro e Okoye para ancora. Dopo un parapiglia, viene espulso anche un componente della panchina del Bologna all’83esimo. Il risultato negli ultimi minuti non cambia, nonostante i tentativi dei rossoblù di segnare il gol della bandiera. In seguito a cinque minuti di recupero, il Bologna esce così sconfitto dal Bluenergy Stadium per 3 a 0 e saluta così il 2023 con una pesante sconfitta

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *