Seguici su

Bologna

IL GRILLO PENSANTE – In attesa dei colpi grossi

Pubblicato

il


 

L’eco delle parole di Saputo sul finale di stagione riecheggiano ancora vivide di speranze nelle menti bramose dei tifosi rossoblu: “Ora è arrivato il momento del salto di qualità, adesso l’obiettivo è restare stabilmente nella parte sinistra della classifica. Il Bologna non può e non deve più ritrovarsi con l’acqua alla gola e gli investimenti andranno in tal senso”. Una melodia dolce come il miele a fare da coda agli ultimi mesi targati Mihajlovic, capaci di restituire orgoglio e vivacità ad una piazza che si era avvitata nella mestizia dopo anni di briciole o poco più.

 

Le dichiarazioni del Gran Capo Canadese hanno trovato pronto riscontro con la conferma repentina di Sansone, Soriano e Orsolini, così da poter fornire immediatamente al tecnico la solida base con la quale aveva fatto faville nel girone di ritorno. Purtroppo le reticenze armate di Cairo hanno polverizzato la possibilità di trattenere Lyanco, colosso incontrastato che ha dato una consistenza smisurata all’intera retroguardia rossoblu e che in pochi mesi è riuscito con la sua prestanza a far innamorare ripetutamente il Dall’Ara; Sabatini & Bigon non hanno lesinato (offerti 10 milioni per il brasiliano) ma purtroppo il Torino è completamente sordo da quell’orecchio e il matrimonio non si potrà consumare.

 

Sabatini si diceva…come biglietto da visita ha scelto una conferenza stampa che è stata una cascata di benzina sul fuoco della passione rossoblu: “Per me questa sarà la sfida finale. Emotivamente non ho più voglia di andare a cercare altre cose, voglio ottenere tutto qua e magari fin da subito”. Boom. Bingo. I tifosi non volevano sentire nient’altro che questo. Che sia arrivato VERAMENTE il momento per svoltare e iniziare a divertirsi?

 

Per puntare a mettere radici nel salotto buono del calcio nostrano occorrono innesti di spessore, la rosa è apprezzabile ma è ben chiaro l’obiettivo che debba essere sensibilmente potenziata. Le trattative per i vari Tomiyasu, Denswil e Schouten sono di sicuro valore ma si tratta di giocatori provenienti da campionati di seconda fascia e quindi da verificare sui prati della nostra serie A; potremmo portarci a casa scommesse virtuose come Djiks, un po’ anonime come Nagy e Krejci oppure sfortunate come Paz, ma in ogni caso trattasi di scommesse (peraltro piuttosto onerose visto che per tutti e 3 sarebbero necessari 15-16 milioni cash). Il fuoco d’artificio degli investimenti votati al futuro si chiama  Skov Olsen che nel Nordsjaelland ha appena terminato una stagione in cui ha fatto sfracelli (22 gol come esterno offensivo); Fenucci ha confermato quanto sia corteggiato da mezza Europa ma è convinto che il Bologna abbia un punto alto tra le carte che può giocare. Staremo a vedere chi arriverà all’ombra delle 2 Torri, sono tipologie di operazioni preziosissime e necessariamente da tentare (non è peraltro trascurabile il fatto che Tomiyasu sia giapponese, ben sapendo quale visibilità potrebbe acquisire il brand Bologna nella terra del Sol Levante) ma sicuramente lo staff tecnico rossoblu starà tramando per affiancare qualche pezzo forte pronto da subito ai (più o meno) giovani di belle speranze.

 

Sarà anche importante non cedere assolutamente i pezzi più pregiati del rooster come Djiks e Pulgar, e a tal riguardo la clausola rescissoria posizionata a 12 milioni del cileno preoccupa non poco… considerando i prezzi spropositati di questo calciomercato si tratta di un prezzo di saldo per un centrocampista del calibro di Erik.

 

In generale molte squadre, anche di fascia medio-bassa, sembrano avere particolare disponibilità economica e il calcio italiano sembrerebbe aver ricominciato ad attrarre persino i top player (Ramsey, Rabiot, De Ligt, Lukaku, James Rodriguez, etc). Nel complesso sembrerebbe impennarsi il livello qualitativo medio impreziosendo un torneo che ha progressivamente depauperato il suo fascino nel corso degli ultimi 10-15 anni, ma il calciomercato ha appena aperto i battenti e per capire che spessore avrà il prossimo campionato dovremo vederne ancora delle belle.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv